Occhiaie: cosa sono, le cause, alimentazione, trattamenti e rimedi naturali

Le occhiaie sono delle macchie scure con sfumature violastre, più o meno evidenti, che interessano la zona sottostante l’occhio. Spesso si attribuisce come causa il poco sonno, il periodo mestruale ma in realtà alla base ci possono essere dei fattori che accentuano il problema o fattori genetici.

Nei soggetti che sono predisposti al problema, si manifestano anche nei giorni in cui si è riposato a sufficienza e le cause vanno ricercate altrove. Più chiara e sottile è la pelle, più evidente risulta il problema che è collegato alla presenza di sangue che scorre nei capillari che risiedono in questa zona.

Quando si soffre di fragilità capillare, la rottura di questi vasi che può essere dovuta alla mancanza di sonno, alle troppe ore trascorse davanti a uno schermo o sui libri, ne determina un ristagno e quindi un aumento dell’inestetismo. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta, quali possono essere le cause e che tipo di trattamenti e rimedi naturali si possono intraprendere.

Tipologie di occhiaie

Le occhiaie non sono tutte uguali e non sono determinate dallo stesso problema, ecco perché ne esistono di varie tipologie. La pelle che circonda il contorno occhi è molto sensibile per via della sottigliezza che la caratterizza. Con l’avanzare degli anni, questa pelle tende a diventare sempre più sottile. Ecco perché il contorno occhi deve sempre essere protetto dai danni che si manifestano con il trascorrere del tempo. Si parla di occhiaie:

  • scure: quando la zona sotto gli occhi o intono assume un colore più scuro rispetto il resto della pelle. Ciò determina uno sguardo spento e stanco. La causa potrebbe essere legata, talvolta, a un’anemia o carenza di ferro;
  • viola, blu e marrone-grigio: quando possono essere dovute a fattori genetici, stress intenso, disidratazione, poco riposo, alterazioni della pelle, cattiva alimentazione, fragilità capillare o dermatite atopica. Anche l’esposizione ai raggi solari potrebbe aumentare l’insorgenza delle occhiaie.

Principali cause

La presenza delle occhiaie può essere dovuta a diversi fattori. In particolare:

  • assottigliamento della pelle: come abbiamo detto, la pelle che circonda gli occhi è molto delicata e sottile. Con il passare degli anni tende a diventare sempre più sottile, cosicché si possano vedere i capillari. Questo aumenta la visibilità delle occhiaie che si può aumentare ulteriormente se ci si espone ai raggi UV senza alcuna protezione;
  • allergie: si manifestano maggiormente in coloro che soffrono di allergie alimentari con prurito, bruciore agli occhi, e necessità di strofinarli;
  • ritenzione idrica e disidratazione: i vasi sanguigni di questa zona potrebbero dilatarsi aumentando la visibilità delle occhiaie. La ritenzione idrica potrebbe essere legata a patologie a carico di reni, cuore, tiroide e fegato, ma anche all’assunzione di determinati farmaci;
  • insonnia e fattori genetici: tra i componenti della famiglia, coloro che presentano una carnagione chiara possono presentare occhiaie più marcate. Possono anche essere dovute all’insonnia che rende il colorito più pallido e i capillari più evidenti;
  • anemia: il pallore dovuto alla carenza di ferro può generare le occhiaie e in questo caso è bene rivolgersi al medico per intervenire tempestivamente con i rimedi naturali o i farmaci più adeguati.

Linee guida sull’alimentazione

Un’alimentazione troppo ricca di grassi affatica il fegato e questo può provocare un appesantimento e gonfiore degli occhi, con la conseguente manifestazione delle occhiaie. Il consumo di alcolici e sale può peggiore la situazione favorendo un ristagno dei liquidi nella zona sottostante l’occhio.

Nel caso di occhiaie marroni, si può essere in presenza di anemia e quindi viene spesso consigliato il consumo di cibi ricchi di ferro come carni rosse, crostacei, frutti di mare, spinaci, semi di zucca, uova, pistacchi, legumi, in associazione ad altri fonte di vitamina C come: il succo di limone, gli agrumi, i kiwi, il peperoncino, il prezzemolo, i ribes, i cavoletti di Bruxelles, la papaya, i piselli, l’ananas, il melone, i pomodori e la menta piperita.

Consumare molta frutta e verdura nel corso della giornata, può aiutare a garantire un buon apporto di liquidi freschi, vitamina E e antiossidanti. Una dieta varia, sana ed equilibrata con il consumo di pasti non troppo abbondanti (specialmente durante la cena) può essere un valido supporto per contrastare l’insorgenza delle occhiaie.

Rimedi naturali per le occhiaie

Quando si presentano le fastidiose e antiestetiche occhiaie si può ricorrere a dei rimedi naturali che aiutano a contrastare il disturbo. L’utilizzo dei rimedi naturali non deve essere inteso come un sostituto dei trattamenti cosmetici o farmacologici, ma piuttosto come un supporto laddove non ci siano delle cause legate a patologie. In particolare si possono utilizzare:

  • antiossidanti: quando la causa è legata alla fragilità capillare si può arricchire la propria alimentazione introducendo alimenti ricchi di antiossidanti come more, mirtilli, prezzemolo, cipolle, legumi e melagrana. Tra le bevande troviamo, invece, il tè verde o nero;
  • vitamina C: un valido aiuto per rinforzare i capillari potrebbe essere il consumo di agrumi come arance, spremute di carote, kiwi, succo di limone ma anche peperoni, fragole, pomodori e lattuga;
  • bustine di tè: una volta fredde e dopo essere state ben strizzate, possono essere applicate al di sotto degli occhi in modo da aiutare a lenire il gonfiore causato dalla stanchezza e a ridurre la visibilità delle occhiaie. Le bustine possono essere applicate per un quarto d’ora;
  • succo di cetriolo: che si ottiene centrifugando il cetriolo oppure tagliato a fettine può essere un utile rimedio naturale da applicare sugli occhi chiusi per una ventina di minuti. Il succo invece, può essere utilizzato imbevendo delle garze o dei fazzolettini in cotone da applicare sempre sugli occhi, per la stessa durata;
  • riposo ed esercizi di rilassamento: quando la causa è dovuta a carenza di sonno oppure a stress;
  • succo di pomodoro: da applicare sotto gli occhi con una garza in cotone o un fazzolettino per aiutare a lenire il gonfiore e migliorare la colorazione della pelle;
  • tè freddo: verde o nero da applicare nelle zone interessate con una spugnetta per il trucco e da lasciare in posa per alcuni minuti;
  • patate: da applicare a fettine sottili sulle zone interessante per aiutare ad attenuare le borse e le occhiaie;
  • camomilla: per le sue possibili proprietà emollienti e decongestionanti utili per aiutare a lenire le occhiaie e le borse. Un fazzoletto in cotone o una garza, imbevuta di camomilla fredda può essere tamponata sulla palpebra al risveglio;
  • centella asiatica: conosciuta per le sue possibili proprietà stimolanti per la circolazione sanguigna e con effetto antirughe;
  • rusco: una pianta che sembra essere in grado di aiutare a contrastare la fragilità capillare grazie alla sua possibile azione lenitiva.

Trattamenti cosmetici

Attualmente, esistono numerose creme, sieri e gel specifici da applicare sul contorno occhi che sembrano essere in grado di aiutare a combattere le occhiaie. La presenza della vitamina K, all’interno di queste formulazioni è uno dei principi attivi più efficaci per aiutare a schiarire questo inestetismo. Grandi aziende di cosmetica hanno introdotto, infatti, ingredienti naturali come melograno, avocado, pompelmo, liquirizia, acerola, aloe che sembrano essere in grado di aiutare a contrastare le occhiaie rendendo la pelle vellutata e con un colorito più naturale.

Un altro ingrediente di questi prodotti è la caffeina, che aiuta a contrastare anche le borse. Quando le occhiaie sono dovute a un accumulo di melanina allora si può anche ricorrere all’utilizzo di prodotti che contengano agenti schiarenti o depigmentanti come l’estratto di liquirizia. Se invece, sono accompagnate dalle borse, quindi da gonfiore, si possono utilizzare cosmetici particolari per aiutare ad attenuare il problema e si può anche provare a dormire con il busto sollevato in modo da impedire un eccessivo reflusso del sangue verso gli occhi.

Consigli utili

Le occhiaie sono un inestetismo che può essere legato a diversi fattori. Per cercare di evitare che possano peggiorare può essere utile seguire alcuni consigli, come:

  • detergere quotidianamente il contorno occhi utilizzando prodotti delicati e adatti per queste zone viso, così da eliminare anche residui di trucco o di sporco;
  • non utilizzare prodotti grassi o occlusivi per i pori della pelle;
  • utilizzare durante il giorno prodotti per il contorno occhi con filtri solari in modo da proteggere lo strato di pelle sottile dai raggi solari;
  • utilizzare prodotti che contengano ingredienti idratanti e che possano aiutare a migliorare la circolazione sanguigna;
  • evitare di fumare, cercando anche di ridurre lo stress (per quanto possibile);
  • seguire un regime alimentare sano, ricco di vitamine e di alimenti antiossidanti. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi