Vitamina C: a cosa serve, in quali alimenti si trova, controindicazioni

Vitamina C: a cosa serve, in quali alimenti si trova, controindicazioni

La vitamina C, chiamata anche acido ascorbico, è una sostanza fondamentale per l’organismo, responsabile della crescita dei tessuti e delle cellule. La vitamina C è un micronutriente che non può essere immagazzinato dall’organismo, motivo per il quale può essere assunto tramite l’alimentazione oppure gli integratori specifici.

Trattandosi di una vitamina idrosolubile l’organismo tende inoltre ad eliminare la vitamina C attraverso le urine, ma integrando il giusto dosaggio si possono ottenere numerosi vantaggi. Approfondiamo quindi tutte le caratteristiche della vitamina C, in quali alimenti si trova e le eventuali controindicazioni.

Vitamina C: a che cosa serve, come funziona

La vitamina C svolge diverse funzioni importanti all’interno dell’organismo. Il micronutriente garantisce il corretto sviluppo delle cellule e dei tessuti, ma tra le funzionalità più famose si trova soprattutto la sua azione contro i radicali liberi. La vitamina C è difatti ricca di antiossidanti in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare.

Il principio attivo della vitamina C si trova spesso integrato all’interno di diversi integratori alimentari, prodotti cosmetici e trattamenti farmacologici. L’assunzione di vitamina C deve essere assicurata all’organismo ogni giorno, reintegrando soprattutto le quantità smaltite tramite le urine.

Livelli di assunzione di vitamina C e benefici

Secondo quanto stabilito dalla Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), i livelli giornalieri di assunzione di vitamina C devono corrispondere a:

  • 105 mg al giorno per gli uomini
  • 85 mg al giorno per le donne
  • 100 mg al giorno per le donne in stato di gravidanza
  • 130 mg al giorno per le donne durante la fase di allattamento
  • 35 mg al giorno per i bambini da 1 a 3 anni
  • 45 mg al giorno per i bambini da 4 a 6 anni
  • 60 mg al giorno per i bambini da 7 a 10 anni
  • 90 mg al giorno per i maschi e 80 mg al giorno per le femmine per i bambini dagli 11 ai 14 anni
  • 105 mg al giorno per i maschi e 85 mg al giorno per le femmine per i ragazzi dai 15 ai 17 anni

La vitamina C svolge soprattutto un’azione antiossidante contro l’invecchiamento cellulare e i radicali liberi. Le sue proprietà assicurano inoltre il corretto assorbimento del ferro, soprattutto quello derivante dai vegetali. La vitamina C promuove la produzione di collagene, favorisce la cicatrizzazione delle ferite e la loro guarigione, mantiene in salute ossa, denti e cartilagine.

Vitamina C: in quali alimenti si trova

In quali alimenti si trova la vitamina C? E’ possibile assumere la vitamina tramite: agrumi, ananas, fragole, ciliegie, kiwi, lattuga, spinaci, radicchi, broccoletti, broccoli, cavoli, cavolfiiori, peperoni, pomodori, patate.


Carenza di vitamina C

La carenza di vitamina C si dimostra particolarmente pericolosa per la salute dell’organismo. Livelli di assunzione inferiori al fabbisogno giornaliero possono compromettere la guarigione delle ferite, aumentare lo stato dei lividi cutanei, delle infezioni. Tra gli altri rischi quello di emorragie nasali, l’indebolimento dello smalto dentale, i gonfiori a livello delle articolazioni, la secchezza dei capelli. Una carenza di vitamina C può provocare inoltre lo scorbuto.

Controindicazioni vitamina C

Le controindicazioni della vitamina C si dimostrano praticamente nulle, in quanto, l’organismo tende a non accumulare i sovradosaggi. Gli unici disturbi associati all’assunzione superiore di vitamina C, oltre i 2 mg al giorno, sono la dissenteria e il mal di stomaco.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi