Rape: proprietà, benefici, utilizzi e tipologie, controindicazioni

Le rape sono un ortaggio appartenente alla famiglie delle Crucifere o Brassicacee, un alimento ricco di vitamine A, betacarotene, C, B e acido folico. Per quanto riguarda la vitamina C, sembrano contenerne addirittura più delle arance. Sono inoltre, ricche di sali minerali come il fosforo, calcio e ferro utile per coloro che soffrono di anemia, e potassio che può aiutare a mantenere sotto controllo la pressione del sangue.

Le rape sono molto utilizzate in cucina, per la preparazione di diverse ricette tradizionali e possiedono molte proprietà che sembrano essere in grado di rilasciare effetti benefici sul nostro organismo. Scopriamo nel dettaglio quali sono le principali caratteristiche, proprietà e che tipo di controindicazioni possono avere.

Caratteristiche delle rape

Le rape possiedono una radice grossa e carnosa, a forma di cilindro oppure sferica appiattita, una buccia bianca o violacea e una polpa dalla consistenza bianca o gialla. Per millenni sono state fonte di sopravvivenza per intere popolazioni di agricoltori, al tempo dei greci e romani, dato che potevano essere conservate fino al successivo raccolto.

La pianta viene coltivata soprattutto per la radice rotonda, che è anche commestibile. Può avere una colorazione che oscilla dal bianco al viola, a seconda della specie ed è ricoperta da una pellicina di colore rosso che non può essere consumata. Il sapore della radice è dolce, con una consistenza spugnosa. Le foglie vengono usate per sostituire le cime di rapa oppure come erba e fieno per gli animali.

Di questo ortaggio che viene prevalentemente consumato in inverno, si utilizzano la radice, le foglie e in alcune regioni viene dato come alimentazione per il bestiame. Ricche di clorofilla, possono aiutare nella produzione di emoglobina e a contrastare l’anemia. Dato che non contengono glutine, sono ideali per essere inserite all’interno dell’alimentazione di coloro che soffrono di celiachia. 

Tipologie di rapa

Molte sono le varietà di rape, ma quelle più comuni sono:

  • la varietà rossa: che possiede una forma tonda, un colore dal rosso acceso al viola. Si tratta di un alimento completo in quanto ricco di vitamine del gruppo A, B, C e in particolare di acido folico, consigliato per questo alle donne in gravidanza. Viene anche considerato un ortaggio molto nutriente e reintegrante;
  • la varietà bianca: la cui buccia a volte può essere di colore viola nella parte superiore. All’interno contiene molto calcio e per questo motivo, il sapore può essere amaro. Questa varietà sembra possedere proprietà antiossidanti e antinfiammatorie naturali;
  • le cime di rapa: dal sapore gustoso e intenso, sono molto leggere, ricche di calcio, fosforo, ferro e vitamine del gruppo A, J, E, K, e C.

Fin dai tempi antichi, le rape venivano considerate un alimento molto povero perché se ne cibavano i contadini. Oggi invece, questo ortaggio è utilizzato per la preparazione di numerosi piatti come nel caso delle “rape cotte al vapore”, che mantengono inalterate le proprietà nutrizionali.

Proprietà ed effetti benefici

Le rape sono conosciute per le possibili proprietà benefiche, fin dal secolo scorso, quando i medici erano soliti consigliare il consumo di questo ortaggio per aiutare a contrastare diverse patologie. Tra le principali proprietà:

  • può svolgere un’azione disintossicante: poiché ricche di zolfo;
  • può svolgere un’azione antiossidante: per la presenza della “quercitina”. Questi composti svolgono una possibile azione benefica sulle patologie cardiovascolari;
  • può svolgere un’azione antinfiammatoria naturale: utile in caso di ascessi, cistiti o faringiti, grazie alla presenza di una sostanza che viene utilizzata come principio attivo nei farmaci per l’ulcera, il “gerfarnato”, utile per aiutare a rinforzare la mucosa dello stomaco proteggendola dagli acidi;
  • può svolgere un’azione riequilibrante: che aiuta a calmare i dolori mestruali;
  • può aiutare a contrastare l’azione svolta dai radicali liberi;
  • può aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo;
  • può aiutare a contribuire al miglioramento delle difese immunitarie;
  • può aiutare a mantenere in salute le ossa: grazie alla presenza del calcio di cui sono ricche;
  • può aiutare a rendere i capelli più belli: grazie alla presenza delle vitamine e degli antiossidanti;
  • può aiutare i processi digestivi: in quanto le fibre associate all’acqua possono essere un valido aiuto per l’intestino e per lo stomaco;
  • può aiutare a contrastare il diabete: in quanto contiene fibre al suo interno che possono aiutare a tenere sotto controllo i valori della glicemia. 

Modalità di utilizzo della rapa in cucina

La rapa è uno tra gli ortaggi più utilizzato nell’alimentazione dei paesi nordici, mentre nel sud Italia è poco utilizzata nonostante sia la protagonista di una conosciuta conserva, la giardiniera. Ingrediente principale della “brovada”, un tipico piatto friulano, che prevede la cottura in padella.

Una volta acquistata la rapa bianca, la prima cosa da fare sarà tagliare le radici, lavarle bene e togliere ogni residuo di terra. Si procede poi sbucciandole con l’aiuto di un pelapatate o con un coltello. Subito dopo si possono tagliare a fette più o meno sottili, o tocchetti, in base alla preparazione. Il miglior modo per mangiarle è a crudo, dato che la cottura blocca molti composti antiossidanti di cui sono ricche, da aggiungere all’interno di insalate miste, condita con olio extravergine di oliva.

Se non si vuole consumare cruda, si può cuocere per qualche minuto a vapore. La rapa è un ortaggio che si presta per molte preparazioni e il modo più semplice per prepararla è in padella, con un po’ di olio e qualche pezzetto di aglio, senza che debba essere prima pelata se è stata lavata bene. Per avere una consistenza più croccante, si può cucinare per qualche minuto, per una consistenza più morbida basta invece, allungare i tempi di cottura e coprire la pentola con un coperchio.

Così facendo, si otterrà un contorno gustoso per accompagnare arrosti di carne o per piatti a base di pesce, optando per il metodo di cottura al forno o gratinata. Gli ortaggi in questo ultimo caso, devono essere tagliati a cubetti o rondelle e infornati per una ventina di minuti a 180°. Si possono condire in un secondo momento con erbe o spezie aromatiche.

Affettate sottili, al forno, su una teglia rivestita con carta da forno si possono ottenere delle chips molto gustose. Si prestano anche per la preparazione di primi piatti vegetariani come risotti, minestre, zuppe di verdure e cereali, sia a pezzetti che sotto forma di vellutate.

Controindicazioni e possibili effetti indesiderati

Le rape non sembrano avere particolari controindicazioni. Si tratta comunque di un ortaggio il cui consumo è controindicato per coloro che soffrono di problemi di cuore e renali, di malfunzionamento della tiroide, perché contiene delle sostanze che possono interferire con gli ormoni tiroidei. Sono sconsigliate anche a coloro che soffrono di gotta, calcoli e iperuricemia.

La radice crescendo sottoterra assorbe molto iodio e azoto, presenti nel terreno, quindi nonostante conservi le proprietà nutrizionali è controindicata a causa del grande carico elettrolitico in coloro che possiedono disturbi cardiaci. Se consumate in eccesso e per lunghi periodi di tempo, possono anche rallentare il metabolismo, in quanto bloccano il rilascio dell’ormone tiroideo, “tiroxina”, legandosi allo iodio. Possono anche aumentare i gonfiori addominali, provocando diarrea in coloro che ne sono più predisposti.

Dove acquistare le rape? Prezzi

Le rape possono essere acquistate nei supermercati, mercati rionali, nelle fiere alimentari, nei negozi specializzati nella vendita di prodotti bio. Si possono trovare da ottobre e per tutto il periodo invernale, prive di rami e foglie, oppure insieme alle foglie che possono essere mangiate, come nel caso delle cime di rapa, molto consumate nel sud della nostra penisola. Il costo di questo ortaggio è di circa 2.50 al kg.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi