Carbone attivo: proprietà, dosaggi, controindicazioni

Il carbone attivo è considerato un vero e proprio integratore alimentare in grado di apportare diversi benefici all’organismo. Il carbone attivo, denominato anche carbone vegetale, si presenta in una polvere sottilissima, spesso integrato all’interno delle formulazioni degli integratori alimentari ad azione dimagrante e depurante.

Questo principio attivo si ottiene dalla combustione di differenti legnami e viene etichettato come un composto organico. La polvere di carbone attivo non presenta profumazioni, né sapori e possiede numerose virtù per depurare e sgonfiare la pancia, migliorare la digestione, contrastare i dolori addominali. Andiamo quindi ad approfondire tutte le proprietà, i dosaggi consigliati e le eventuali controindicazioni del carbone attivo.

Carbone attivo: cos’è e come funziona

Il carbone attivo è un composto organico ottenuto dalla combustione di vari legnami, presentandosi sotto forma di polvere finissima inodore e insapore. Il carbone attivo, di colore nero, viene generalmente ricavato dai legnami appartenenti alla tipologia del pioppo, della betulla e del salice. Il carbone attivo viene lavorato e reso poroso allo scopo di incrementare il suo potere di assorbimento.

L’assunzione di carbone attivo permette l’assorbimento dei batteri e dei virus presenti all’interno dello stomaco e dell’intestino, grazie alle sue straordinarie proprietà assorbenti. Nell’antichità il carbone attivo veniva inoltre utilizzato per rendere l’acqua potabile. Nello specifico il carbone attivo “adsorbe” le sostanze nocive come i batteri e i virus, senza assorbirli come una spugna. Ma che cosa significa? Il carbone attivo seleziona e trattiene all’interno della sua superficie soltanto virus, batteri, germi e gas grazie all’azione di pori.

Proprietà benefiche del carbone attivo

Le proprietà benefiche del carbone attivo si concentrano soprattutto sull’intestino e i processi digestivi. Come integratore alimentare la sua funzione permette l’eliminazione dei fastidiosi gas intestinali. A seconda di diverse preparazioni mediche il carbone attivo viene prescritto anche per l’assorbimento dei gas. La polvere finissima si dimostra utile contro il meteorismo e la pancia gonfia.

Il carbone attivo non possiede alcun potere dimagrante, ma si limita all’assorbimento degli eventuali gas intestinali presenti, contrastando la sensazione di gonfiore. Il carbone attivo vanta anche proprietà disinfettanti, interviene contro la dissenteria, rimuove macchie di vino e caffè dallo smalto dentale, purifica la pelle. Non a caso, il carbone attivo, risulta l’ingrediente principale delle famose black mask.

Controindicazioni del carbone attivo e dosaggi

Il carbone attivo non deve essere assunto in quantità eccedenti oltre quanto indicato sui vari integratori. Un sovradosaggio può provocare costipazione e si dimostra sconsigliato per le donne in stato di gravidanza, allattamento, in presenza di trattamenti farmacologici senza valutazione medica. Le dosi giornaliere indicate non devono superare i 2 grammi. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi