Zolfo: cos’è, benefici, come si utilizza e controindicazioni

Lo zolfo è un minerale molto importante, ricco di proprietà che sembra essere in grado di favorire il benessere del nostro organismo, in quanto fondamentale per la costruzione del tessuto connettivo, la formazione della cartilagine, delle unghie, per la crescita dei capelli e per la salute della pelle.

Viene utilizzato in cosmetica per i applicazioni ricostituenti in omeopatia ma anche nella medicina tradizionale per le sue proprietà. In commercio si trova in varie soluzioni e viene assunto dal nostro organismo attraverso il consumo di vari alimenti. Scopriamo cos’è, a cosa serve, quali sono i benefici per il nostro organismo e che tipo di controindicazioni possono scaturire da un uso eccessivo.

Che cos’è lo zolfo e a cosa serve?

Lo zolfo è una sostanza antiossidante fondamentale del nostro organismo, presente nelle proteine, nelle vitamine e negli amminoacidi. La cheratina che compone la pelle e i capelli è ricca di zolfo. Può essere introdotto nel nostro organismo mangiando determinati cibi oppure attraverso gli integratori.

In cosmetica è presente nei saponi o nelle creme da utilizzare non più di due volte al giorno, per evitare di provocare irritazioni. Dopo l’utilizzo, infatti, è sempre consigliato applicare delle creme idratanti. L’integratore di zolfo si trova in commercio sotto forma di zolfo organico MSM oppure può essere unito alla vitamina C che ne aiuta l’assorbimento da parte dell’organismo. Viene poi espulso dal corpo tramite feci ed urine.

Proprietà ed effetti benefici

Lo zolfo è un minerale molto importante per la costruzione del tessuto connettivo fondamentale per la salute della cartilagine, unghia, peli e capelli ma anche degli acidi biliari. Lo ritroviamo infatti nella pelle, nelle ossa e nei muscoli.

Per tutte le sue proprietà, sembra essere un buon coadiuvante se utilizzato in associazione ad altri minerali per aiutare a colmare le carenze di concentrazione e ai trattamenti farmacologici per contrastare le allergie nei bambini e negli anziani. In particolare:

  • può aiutare a proteggere le articolazioni: in quanto sembra essere in grado di aiutare nella formazione del gel protettivo per ossa, pelle e legamenti, e di favorire la tonicità muscolare, l’elasticità dell’apparato scheletrico evitando l’insorgenza di patologie come artriti, dolori alle ossa, tendiniti o artrosi;
  • può aiutare a depurare l’organismo: in quanto aiuta a disintossicare e depurare il corpo dai radicali liberi, tossine e metalli preziosi, aiutando la metabolizzazione dei grassi da parte del fegato. Può, inoltre aiutare a contrastare le allergie nei bambini e negli anziani, problemi respiratori, mal di gola e a disinfettare il sangue;
  • può aiutare a regolarizzare l’attività svolta dagli enzimi e i processi metabolici;
  • può aiutare a svolgere un’importante funzione nella regolazione del livello di energia delle cellule;
  • può aiutare a regolare la corretta funzione dell’insulina;
  • può aiutare a migliorare i disturbi cardiocircolatori;
  • può aiutare a rendere i capelli lucidi, morbidi e per  irrobustire le unghie;
  • può aiutare a svolgere un’azione antibatterica e di protezione in caso di alopecia e acne.

Dosaggio e assunzione giornaliera consigliata

Per lo zolfo non esiste una quantità giornaliera raccomandata, poiché viene facilmente assorbito attraverso gli alimenti e il nostro organismo soddisfa il suo fabbisogno quotidiano che si aggira intorno agli 850 mg.

Lo zolfo negli alimenti

Lo zolfo è contenuto negli alimenti di origine animale come pesce, uova, carne e formaggi. Negli alimenti di origine naturale, possiamo trovarlo nell’aglio, nella cipolla, nei cavoli, nei legumi, germe di grano e asparagi. Deficit o eccessi di zolfo, sono da considerarsi episodi rari, ma ciò può manifestarsi in presenza di particolari disfunzioni. Un deficit può provocare la mancata tonicità della pelle, dolori articolari, insonnia. Al contrario un eccesso può provocare perdita di calcio nelle ossa.

MSM o zolfo organico sono la stessa cosa?

Il MSM chiamato anche “zolfo organico”, altro non è che una forma di zolfo molto efficace per il nostro organismo, che rappresenta un composto attivo che si trova in natura. La sua azione antiossidante, gioca un ruolo importante nella produzione del glutatione, un antiossidante prodotto dal nostro organismo. In mancanza di zolfo, questo antiossidante smette di funzionare. Lo zolfo organico assunto per via alimentare:

  • può aiutare a mantenere integre le articolazioni;
  • può aiutare a favorire l’elasticità del tessuto connettivo;
  • può svolgere una funzione di analgesico naturale;
  • può aiutare a bloccare i processi infiammatori;
  • può aiutare ad aumentare la capacità di eliminare scorie e liquidi in eccesso;
  • può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna;
  • può aiutare a rilassare i muscoli;
  • può aiutare a favorire una rapida cicatrizzazione della pelle in caso di ferite;
  • può aiutare a contrastare le malattie neurologiche;
  • può aiutare a contrastare le infiammazioni dovute a reazioni autoimmuni;
  • può aiutare ad aumenta la capacità di resistenza allo stress e dà energia.

Utilizzi

Lo zolfo viene utilizzato in medicina, fin dai tempi antichi. Oggi è usato sotto forma di pomata per aiutare a contrastare le malattie della pelle, nelle patologie reumatiche e per i trattamenti con le acque sulfuree.

In omeopatia, invece, si ricava dalla macinazione dei cristalli puri che vengono ridotti in polvere e poi lavorati, allo scopo di aiutare a combattere patologie acute e croniche. Nell’attuale omeopatia viene utilizzato come ricostituente per l’eliminazione delle tossine dall’organismo. In generale è usato:

  • per la cute: in caso di eruzioni cutanee e prurito;
  • per le mucose: in presenza di irritazioni e infiammazioni;
  • in caso di infiammazioni con versamento di liquidi;
  • per l’apparato cardiocircolatorio;
  • per il sistema linfatico: in presenza di linfonodi infiammati;
  • per il fegato: come disintossicante.

Sapone allo zolfo e cannelli di zolfo

In cosmetica, lo zolfo viene molto utilizzato come ingrediente per la preparazione di prodotti indicati per la pelle. Uno fra questi è il sapone, un efficace rimedio per aiutare a combattere dermatiti, prurito, eliminare inestetismi e impurità del viso. È sufficiente detergere la pelle con questo sapone, e risciacquare il viso con acqua tiepida. Dopo avere asciugato bene il viso è consigliato applicare una crema idratante. L’azione svolta da questo tipo di sapone aiuta a combattere l’eccesso di sebo e a stimolare la produzione del cortisolo, un ormone che dilata i vasi sanguigni con lo scopo di eliminare tutte le impurità della pelle. Così facendo la pelle potrà essere più pulita, liscia al tatto e lucida.

I cannelli allo zolfo, invece, sono delle barrette cilindriche, da strofinare sulla parte dolorante, in quanto:

  • possono aiutare a lenire il torcicollo e dolori cervicali;
  • possono aiutare a lenire infiammazioni e crampi;
  • possono aiutare ad aumentare l’elasticità delle articolazioni;
  • possono aiutare a favorire una veloce guarigione delle contusioni;
  • possono aiutare a migliorare la circolazione;
  • possono aiutare a favorire il riequilibrio energetico e rilassare la pelle.

Queste barrette assorbono le cariche elettrostatiche negative e vanno frizionate sulla parte dolorante con una leggera pressione, per un paio di minuti, per usufruire dei possibili effetti benefici che vengono rilasciati. Dopo l’utilizzo deve essere sciacquato sotto l’acqua per eliminare tutte le cariche elettrostatiche negative che ha assorbito e occorre attendere circa 40 minuti prima di poterlo riutilizzare.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Lo zolfo non ha effetti collaterali o controindicazioni in quanto atossico. A volte però svolgendo una funzione depurativa per il nostro organismo, si possono manifestare sintomi come diarrea, cefalea, eritemi o stanchezza. Ecco perché si consiglia sempre di aumentare le dosi poco per volta. La sintomatologia tende comunque ad andare via dopo qualche giorno.

È sconsigliato assumere lo zinco la sera, perché potenzia i livelli di energia, provocando insonnia e durante la gravidanza. Chiedete sempre il parere del medico prima di procedere con l’assunzione fai da te o la somministrazione ai bambini.

Dove si acquista lo zolfo? Prezzo

Lo zolfo può essere acquistato sui siti e-commerce, online, in farmacia e para-farmacia oppure nei negozi di cosmetica. Il prezzo varia a seconda della tipologia e dell’utilizzo. In generale si aggira intorno ai 25 euro al kg puro in polvere o come cannelli, per i prodotti di cosmetica il prezzo può raggiungere anche i 50 euro e per gli integratori oscilla dai 4 euro ai 25 euro. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi