Stress: sintomi, cause, diagnosi, trattamenti e rimedi naturali

Lo stress è una risposta del nostro corpo e della nostra mente a una sollecitazione che può essere dovuta a un esercizio fisico, al lavoro, alla scuola, legata a cambiamenti della vita oppure post traumatica. Lo stress influenza lo stato di salute di una persona e può interessare un periodo particolare della vita oppure essere di natura cronica, che causa danni sia fisici che mentali.

Esistono però dei rimedi naturali che possono essere adottati per aiutare a superare questi periodi critici che qualsiasi individuo può attraversare, nel corso della propria vita, cercando di migliorare il benessere psicofisico anche attraverso degli esercizi fisici. Approfondiamo meglio l’argomento vedendo nel dettaglio quali sono le cause, i fattori di rischio e che tipo di rimedi si possono adottare.

Che cos’è lo stress?

Lo stress è una risposta che il nostro corpo adotta per cercare di adattarsi ad una determinata situazione e può essere:

  • legato a motivi lavorativi, alla famiglia o a problematiche relative alla vita quotidiana;
  • provocato da un repentino cambiamento dello stile di vita a seguito della perdita del lavoro, di una malattia o una separazione;
  • provocato a seguito di un trauma chiamato anche post-traumatico.

Qualsiasi persona esposta ad un forte stress, reagisce in modo diverso: somatizzando lo stress con reazioni fisiche oppure manifestando disturbi digestivi, mal di testa, insonnia, depressione, rabbia, alopecia, orticaria, diminuzione delle difese immunitarie con maggiore esposizione a influenze, infezioni. Alcune persone hanno, di contro, la capacità di affrontare situazioni di stress in modo più efficace ponendo dei limiti agli effetti più gravi e pericolosi per la salute.

Quali sono le cause dello stress?

Le principali cause riconducibili a stress sono:

  • cambiamenti del proprio stile di vita;
  • insorgenza di patologie;
  • problemi sul lavoro;
  • problemi relativi alla sfera affettiva;
  • traslochi, problemi con i vicini di casa;
  • problemi personali.

Fondamentale è affrontare fin da subito la causa che scatena lo stress, in quanto evitare il problema peggiora solamente il quadro clinico, già compromesso.

Sintomi dello stress

Lo stress influisce in modo negativo sulla salute e non solo, infatti può interferire anche sull’emotività e il comportamento:

  • a livello emotivo: ci si può sentire più tristi, irritabili, ansiosi, indifesi, impauriti e privi di autostima;
  • a livello mentale: preoccupati, con scarsa capacità di concentrazione e di prendere decisioni;
  • a livello fisico: si possono percepire disturbi come mal di testa, dolore e tensione muscolare e tensione nervosa, vertigini, disturbi del sonno, stanchezza cronica, alopecia, orticaria, e inappetenza o fame nervosa.

L’insieme di questi sintomi può provocare stati di pianto improvvisi, maggiore necessità di dormire o insonnia, disinteresse verso attività che solitamente erano piacevoli, solitudine e consumo di alcool. Quando invece lo stress, viene vissuto come stimolo, ecco che la persona può essere motivata nel compiere un’attività, nel prepararsi ad affrontare un esame o un colloquio.

Fattori di rischio dello stress

I fattori di rischio provocati da periodi troppo stressanti possono causare:

  • aumento del battito cardiaco;
  • tensione muscolare ed emicrania;
  • aumento della respirazione;
  • depressione e stati d’ansia;
  • dolore alla schiena;
  • ulcere;
  • cancro nei casi più gravi, anche se non esistono delle vere e proprie fonti attendibili che confermino questa correlazione.

Consigli per prevenire o controllare lo stress

Prevenire lo stress non è sempre una cosa fattibile, ma si può provare a gestire i suoi disturbi parlandone con gli altri ed evitando di tenere tutto per sé, prendendosi del tempo per la cura del proprio corpo, praticando le proprie passioni, prendendosi un periodo di riposo, praticando sport ed esercizio fisico, adottando un regime alimentare sano ed equilibrato.

Combattere lo stress con rabbia, e avvicinandosi al consumo di diete sbagliate, alcol, fumo si otterrà un effetto opposto in quanto l’obiettivo deve essere curare e migliorare il proprio stile di vita e non peggiorarlo ulteriormente.

I metodi più consigliati in assoluto per contrastare lo stress sono:

  • il controllo delle reazioni attraverso esercizi di rilassamento;
  • meditazione ed esercizi di respirazione: indicati per gestire lo stress e utili anche per contrastare gli attacchi di panico o l’ansia;
  • psicoterapia cognitivo comportamentale: che consente all’individuo di imparare a gestire l’ansia e modificare i comportamenti esterni o interni al fine di correggerli per curare lo stress.

Come evitare gli effetti dovuti allo stress

Gli effetti dello stress si accumulano nel tempo, ecco perché è importante adottare delle misure preventive per imparare a gestirlo e per ridurne gli effetti negativi. Per esempio, è possibile:

  • riconoscere i segnali che il nostro corpo utilizza per rispondere allo stress;
  • praticare regolarmente esercizio fisico;
  • praticare un’attività rilassante come meditazione e yoga;
  • stabilire degli obiettivi da raggiungere e le priorità.

Alimentazione da seguire in caso di stress eccessivo

L’alimentazione svolge un ruolo fondamentale sul nostro organismo, specie nei periodi in cui è sottoposto a stress, durante i quali è consigliato evitare il consumo di cibi confezionali e ricchi di zuccheri, in favore di un’alimentazione leggera e naturale, ricca di cereali integrali. Particolarmente indicati anche i legumi, pesci di piccola taglia, semi oleosi, olio extravergine di oliva, verdura e frutta di stagione, in modo da fornire all’organismo tutti i nutrienti, le vitamine e i sali minerali necessari per reintegrare le energie consumate nei periodi di stress. 

Nei periodi stressanti, si corre il rischio della disidratazione e quindi sarebbe opportuno aumentare il consumo di acqua lontano dai pasti, ma anche quello delle tisane. Si consiglia di ridurre, o meglio eliminare, il consumo di caffè e che peggiora la sintomatologia.

Trattamenti e rimedi naturali per lo stress

Per contrastare lo stress sono indicate delle piante in grado di migliorare il benessere psicofisico, in quanto equilibrano il sistema immunitario, nervoso, endocrino e cardiocircolatorio favorendo il recupero delle energie. Le piante indicate per svolgere questa funzione sono:

  • passiflora: indicate per gli effetti calmanti e antispasmodici, in caso di ansia e tensione nervosa;
  • rodiola: efficace per combattere la stanchezza, l’affaticamento, migliorare la qualità del sonno e protegge il cuore;
  • griffonia: possiede proprietà antidepressive migliorando la qualità del sonno, utile anche per il controllo della fame nervosa;
  • iperico: riequilibra l’umore;
  • semi di betulla: agiscono sul sistema nervoso centrale, cefalea, aritmia e spasmi gastrointestinali;
  • fiori di Bach: che esercitano un’azione revitalizzante su mente e corpo.

Medicina tradizionale cinese

In medicina tradizionale cinese a ogni organo del corpo corrisponde un’energia mentale. Lo stress nasce da squilibri energetici, intossicazioni e cattivo funzionamento degli organi. Viene pertanto praticata l’agopuntura lavorando sulla piega traversa del polso, tra l’alluce e il secondo dito per agire sul fegato, e tra la rotula e il malleolo per milza e stomaco.

Aromaterapia per lo stress

Gli oli essenziali consigliati per affrontare periodi di stress o esaurimento nervoso servono a riequilibrare il sistema ormonale. Queste essenze inalate, versate nella vasca da bagno, o massaggiate sul corpo, aiutano anche a stabilire l’equilibrio dell’umore, calmando gli stati d’ansia, e rilasciando all’organismo energia. I migliori sono:

  • olio di pompelmo: ottimo in caso di esaurimento nervoso;
  • oliodi petit grain: che riequilibra il sistema nervoso contrastando depressione e insonnia;
  • olio di bergamotto: che calma il sistema nervoso, contrastando gli stati d’ansia e migliorando la qualità del sonno;
  • olio di menta: utilizzato per favorire la concentrazione durante lo studio o per migliorare il rendimento sul lavoro;
  • olio di vetiver: ottimo in caso di esaurimento mentale;
  • olio di palmarosa: svolge un’azione stimolante sul sistema nervoso.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi