Tensione nervosa: sintomi, cause, diagnosi, trattamenti e rimedi naturali

La tensione nervosa è una sintomatologia tipica del nervosismo, ovvero uno stato emotivo che si caratterizza con manifestazioni e stimoli, che tante volte le persone tendono a nascondere. Quando questa sintomatologia non viene presa in tempo con specifici trattamenti o rimedi naturali, ecco che lo stato di nervosismo può diventare cronico e sfociare in esaurimento nervoso. Andiamo ad approfondire meglio l’argomento vedendo nel dettaglio le cause, quali sono i fattori di rischio e che tipo di rimedi si possono adottare.

Che cos’è la tensione nervosa?

Il nervosismo è uno stato emotivo che coinvolge sia lo stato fisico che mentale, come reazione eccessiva a stimoli che provengono dall’ambiente esterno. La persona nervosa manifesta stati di agitazione, tensione nervosa, sbalzi di umore, crisi di pianto, risate immotivate, sintomo di tristezza e irritabilità. 

A livello fisico, coloro i quali soffrono di tensione nervosa presentano tensione muscolare nella zona del collo e delle spalle, e compiono movimenti senza rendersene conto. A questo quadro emotivo, si uniscono anche disturbi intestinali, cattiva digestione, fame nervosa o mancanza di appetito, colite, meteorismo e nausea.

Il nervosismo si manifesta in condizioni stressanti e può essere legato a disturbi come ansia e depressione, può dipendere da sbalzi ormonali tipici causati dalla gravidanza, menopausa e premestruo, e da carenze alimentari. Patologie come ipertiroidismo e ipoglicemia, abuso di sostanze quali alcool, caffeina, farmaci e droghe provocano stati di tensione nervosa.

Sintomatologia

La sintomatologia legata al nervosismo e quindi alla tensione nervosa, si manifesta sotto forma di:

  • tremore alle mani;
  • eccessiva reazione agli stimoli esterni, suoni, rumori o contatto con gli altri;
  • comportamenti a seguito di traumi per la perdita di una persona cara o la fine di una relazione;
  • panico a cui si associano: vertigini, tachicardia, eccessiva sudorazione, mancanza di aria, nausea, dolori addominali, torpore, formicolio, vampate di calore, brividi, dolore al petto;
  • senso di paura che può manifestarsi come: paura di morire, paura di impazzire o di perdere il controllo.

Quando il nervosismo diventa uno stato di tensione nervosa diffusa e continua prende il nome di ansia. 

Cause

La tensione nervosa può avere cause riconducibili allo stile di vita che si conduce e si riflette sia nella sfera emotiva che psicologica. Le principali cause sono ansia, stress, attacchi di panico, assunzione di sostanze come farmaci, droghe o alcool, malattie che riguardano il sistema nervoso.

Diagnosi di esaurimento nervoso

Quando la tensione nervosa non viene curata attraverso il supporto di uno specialista che prescrive una determinata terapia farmacologica, laddove i rimedi naturali possono risultare insufficienti, ecco che da un “semplice” disturbo si passa a una patologia cronica, chiamata esaurimento nervoso. Questa patologia viene diagnosticata attraverso un accurato esame e analisi del sangue, oltre che a una visita psicologica con lo scopo di:

  • stabilire se i sintomi sono riconducibili a un esaurimento nervoso;
  • risalire alle cause;
  • individuare eventuali malattie mentali associate;
  • escludere dalla diagnosi eventuali patologie di natura biologica correlate alla sintomatologia lamentata dal paziente.

Capire caratteristiche, cause e sintomi è importante per stabilire la terapia più appropriata. 

Linee guida sull’alimentazione

Sostanze come alcool, caffè, prodotti a base di farine raffinate, zucchero, sono alimenti che andrebbero eliminati in presenza di tensione nervosa, in quanto essendo eccitanti per il sistema nervoso, tendono ad agire anche sull’intestino, oltre che a livello neurologico. Nella quotidiana alimentazione, è importante inserire il consumo di centrifugati a base di carote, verdure e frutta. A questi va associato il consumo di:

  • patate, banane, pomodori crudi e meloni: ricchi di potassio, indispensabile per il corretto funzionamento delle cellule nervose;
  • cibi ricchi di magnesio: come alghe, germe di grano, mandorle, tofu, miglio;
  • integratori a base di vitamina B6 che regola il metabolismo e stimola le funzioni cerebrali;
  • integratori a base di triptofano e magnesio.

Trattamenti fitoterapici

I rimedi fitoterapici sono molto efficaci per porre rimedio alla tensione nervosa, specialmente in caso di ansia. In medicina viene consigliata la passiflora, in gocce, da assumere massimo tre volte al giorno lontano dai pasti. Questa aiuta a lenire anche i disturbi dello stomaco. I principali rimedi fitoterapici sono:

  • tisane: molto indicate quelle a base di melissa e passiflora, per aiutare a contrastare il nervosismo;
  • Fiori di Bach: come Rock Rose o Aspen, Clematis per aiutare la concentrazione, Mimulus e Cherry Plum per aiutare a contrastare le paure, il Rescue Remedy  per rilassare in situazioni di stress.

Medicina tradizionale cinese

La medicina cinese sostiene che a ogni organo del corpo sia legata un’energia mentale. Ciò significa che la tensione nervosa derivi dagli squilibri delle energie oppure da un cattivo funzionamento degli organi. Ecco perché attraverso l’agopuntura si agisce direttamente sui punti strategici che collegano un organo allo stato emotivo della persona (shen).

Rimedi naturali per la tensione nervosa

I rimedi naturali per aiutare a contrastare la tensione nervosa prevedono l’utilizzo degli oli essenziali, efficaci per combattere stress ed ansia. In particolare si consigliano: un paio di gocce di olio di melissa per tre volte al giorno con l’aggiunta del miele e olio di lavanda, che rilassa il corpo sia nell’aromaterapia che miscelandolo in un bagno rilassante. L’olio di lavanda ha un potere calmante in caso di nervosismo cronico, disturbi legati al sistema nervoso, stati di irrequietezza, insonnia, asma, vertigini, mal di testa di natura nervosa, agitazione premestruale e durante il ciclo.

Anche l’omeopatia svolge un ruolo importante in presenza di nervosismo e tensione nervosa. Tra i medicinali omeopatici abbiamo l’Ignatia amara, che funziona contro diverse reazioni psicosomatiche causate da dispiaceri, paura, lutti, delusioni.

I farmaci omeopatici indicati per queste sintomatologie comprendono i medicinali ad azione somatica e quelli ad azione profonda. In caso di un prolungato nervosismo che può sfociare in ansia, ecco che il trattamento sintomatico cambia in favore di granuli che vengono somministrati su indicazione di un esperto, nel dosaggio più adatto ai disturbi presentati dal paziente.

Esercizi per contrastare la tensione nervosa

Esistono degli esercizi fisici che aiutano a contrastare la tensione nervosa. Primo fra tutti è la respirazione. Respirare ci aiuta a tornare a uno stato emotivo meno agitato. Tecniche di inspirazione ed espirazione, aiutano in casi di attacchi di forte nervosismo, in quanto si inspira ciò che serve per stare bene e si getta fuori ciò che non è utile.

Possono favorire il rilassamento, grazie alla funzione antistress lo yoga, utile per sciogliere le tensioni nervose associato ad esercizi di apertura al dialogo, per liberarsi dalle angosce represse e tensioni interiori che opprimono una persona. Praticare massaggi in alcuni punti del corpo, secondo la medicina cinese aiuta a distendere i nervi e donare una sensazione di pace e benessere interiore.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi