Vertigini: cause, sintomi, soluzioni e rimedi naturali

La vertigine è una sensazione che si avverte quando ci si sente disorientati e si percepisce un’instabilità nello spazio circostante. Non si tratta di una vera e propria patologia, ma un sintomo di una malattia che coinvolge l’equilibrio del nostro corpo.

Si manifestano all’improvviso e possono durare per alcuni secondi ma anche molto più a lungo, compromettendo lo svolgimento delle azioni quotidiane. Andiamo a scoprire nel dettaglio di cosa si tratta, quali sono i sintomi e le cause principali, come vengono diagnosticate e che tipo di trattamenti e rimedi naturali si possono adottare.

Caratteristiche delle vertigini

Con la parola vertigine si indica una sensazione di instabilità del corpo o dello spazio circostante a causa di una errata interpretazione delle informazioni che provengono dai recettori periferici. In poche parole, si avverte una qualsiasi percezione di movimento quando in realtà non c’è alcun tipo di movimento. Questa sensazione può diventare grave tanto da rendere difficile il mantenimento dell’equilibrio e talvolta anche compiere azioni abituali.

Le vertigini possono presentarsi all’improvviso e durare pochi secondi, così come per lunghi periodi. In caso di vertigini gravi, i sintomi possono anche manifestarsi per giorni complicando la vita di chi ne soffre.

La percezione di questi movimenti inesistenti derivano da un’interpretazione da parte del cervello di informazioni che provengono dagli organi di senso, ovvero: occhi, orecchio interno e i recettori di posizione e movimento che si trovano nei muscoli, nelle articolazioni e nei tendini.

Quando ai centri nervosi dell’equilibrio arrivano informazioni che contrastano tra di loro ecco che si genera un conflitto neuro-sensoriale al quale il nostro corpo risponde con le vertigini. Alla luce di ciò, possiamo affermare che questo sintomo si presenta affinché la persona capisca di trovarsi dinnanzi a una situazione non favorevole.

Tipologie di vertigini

Le vertigini possono essere classificate in base alle caratteristiche che possiedono:

  • oggettive: quando la persona vede ruotare lo spazio circostante. Sono causate generalmente da malattie del labirinto e per questo denominate “vertigini periferiche”;
  • soggettive: quando il paziente si sente ruotare ma lo spazio circostante è fermo. Queste sono causate da malattie del sistema nervoso centrale e quindi denominate “vertigini centrali”.

A queste tipologie di vertigini si possono associare sintomi come:

  • nausea, vomito e tachicardia;
  • diminuzione dell’udito;
  • percezione di ronzii e sibili che non esistono nell’ambiente;
  • tremori e diminuzione della forza;
  • alterazione nell’esecuzione dei movimenti e perdita di coordinamento;
  • cefalea.

Principali cause

L’equilibrio del nostro corpo dipende dal lavoro svolto dall’orecchio, occhi, muscoli del collo e cervello. Quando uno di questi sistemi ha un disturbo, sorgono delle problematiche che diventano una mancanza di controllo dell’equilibrio e quindi provocano le vertigini che possono essere acute o croniche, a cui si associa anche la sordità.

Per capire le cause che scatenato questo disturbo, occorre andare a fondo e capire se alla base ci sono malattie:

  • con aumento del liquido interno all’orecchio, localizzato nella zona chiamata “labirinto”;
  • con formazione di piccoli calcoli nel “labirinto”;
  • con riduzione improvvisa di un “nervo vestibolare”.

A queste malattie possono anche aggiungersi cause che riguardano un particolare momento della vita che si sta attraversando, che può generare tensioni a livello muscolare, disturbi cardio-circolatori ed emicranie. Si può parlare di “vertigini cervicali” quando i sintomi sono collegati a lesioni cervicali.

Sintomatologia

Come abbiamo detto la vertigine si manifesta sotto forma di instabilità da parte del soggetto che ne accusa il sintomo. Il movimento della testa o del corpo possono accentuare il sintomo, passando da una situazione saltuaria alternata a periodi di benessere, a sensazioni più frequenti. Alle vertigini si possono anche associare nausea, vomito, improvvisa sensazione di debolezza e perdita di coscienza.

Quando, invece, si parla di “vertigine centrale” che deriva da una incapacità del cervello di coordinare l’equilibrio, la sensazione di instabilità si presenta associata a insufficienza circolatoria, fenomeni metabolici, stress emotivo, intossicazione da farmaci o droghe, traumi. Le vertigini legate alla muscolatura del collo, derivano da spasmi muscolari che provocano scariche nervose causando le vertigini. Lo spasmo è legato a traumi, artrosi, oppure compressione del nervo cervicale.

Diagnosi delle vertigini

Le vertigini sono un sintomo non una patologia, e per ottenere una diagnosi certa occorre intraprendere un percorso composto da due fasi:

  • prima fase: in cui il paziente deve sottoporsi a una visita ed esami per individuare la causa che ha scatenato il sintomo;
  • seconda fase: nella quale il paziente dovrà sottoporsi a una visita neurologica, oculistica e internistica.

La diagnosi di solito viene effettuata a seguito di un esame nel quale si analizza l’equilibrio e la funzione uditiva per capire se l’origine è metabolica, cardiaca o neurologica.

Linee guida sull’alimentazione

Nel caso in cui venga diagnosticata una labirintite con vertigini, il medico può consigliare una dieta iposodica da seguire. Il consiglio che possiamo darvi sull’alimentazione riguarda:

  • il consumo di frutta a colazione, piuttosto che biscotti e caffè;
  • limitare le bevande eccitanti, alcoliche;
  • consumare frutta lontano dai pasti;
  • consumare verdure crude come: radicchio, lattughe, ravanelli rossi e neri, rape piccanti, carote, carciofo crudo, finocchio crudo, cavolo crudo;
  • sostituire la pasta o al riso bianco con grano saraceno, miglio, quinoa, riso integrale;
  • accompagnare i pasti con verdura cotta.

Trattamenti e cure

Le vertigini possono migliorare con il passare del tempo senza che occorra alcun trattamento. Laddove ciò non sia possibile, e in presenza di sintomi associati gravi è necessario effettuare un intervento chirurgico oppure intervenire con delle cure che possano ridurre la sintomatologia e curare le cause che hanno generato il disturbo. Affinché si possa ottenere un miglioramento nel più breve tempo possibile:

  • in presenza di attacchi violenti: stare a riposo per un paio di giorni;
  • eseguire dei trattamenti mirati alla causa delle vertigini: come compiere movimenti semplici della testa;
  • assumere su indicazione medica farmaci che possono aiutare nelle fasi iniziali;
  • intraprendere un percorso di riabilitazione che consiste in una serie di esercizi per correggere l’equilibrio.

Rimedi naturali contro le vertigini

Nel caso in cui le vertigini siano sintomo di uno stato emotivo compromesso da accumulo di stress, che indubbiamente incide negativamente sulla qualità della vita del paziente, ecco che si può intervenire con l’utilizzo di piante officinali ad azione calmante e talvolta antidepressiva.

I migliori rimedi naturali in tal proposito sono:

  • la melissa: che aiuta il sistema nervoso;
  • la lavanda: un calmante naturale che aiuta a contrastare l’emicrania e i dolori nervosi di testa;
  • piante ad effetto vasodilatatore: nel caso in cui il sintomo sia dovuto a una compressione dell’area vertebrale;
  • biancospino, ippocastano e ortica;
  • pervinca: un’erba indicata per aiutare a contrastare la sintomatologia delle vertigini;
  • l’olio essenziale di melissa insieme a quello di cipresso o in alternativa olio di lavanda;
  • fiori di Bach: rock rose o rescue remedy quando si presentano tachicardia, dolori al petto, ansia, stress.

Per ottenere ulteriori effetti benefici si possono anche praticare degli esercizi fisici chiedendo aiuto a degli esperti del settore, attività che possano portare beneficio alla respirazione del diaframma e addominale, arieggiare la stanza da letto anche durante la notte e praticare yoga.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi