Mal di gola: i sintomi, le cause, la diagnosi, rimedi e prevenzione

Il mal di gola ha origine da un’infezione virale o batterica che coinvolge la faringe, la laringe, le tonsille o le corde vocali. Si tratta di una patologia che si manifesta nei mesi invernali ed è molto frequente oltre che dolorosa.

La sintomatologia associata impedisce un corretto riposo nelle ore notturne, indebolendo ulteriormente il fisico, impedendo la deglutizione e trasformando ogni pasto in una lotta. Andiamo ad approfondire meglio l’argomento, vedendo nel dettaglio quali sono i sintomi, le cause, quale alimenti sono consigliati e che tipo di rimedi naturali adottare per trovare sollievo.

Che cos’è il mal di gola e quali sono i sintomi?

Il mal di gola non è altro che un’infiammazione della gola che si può manifestare in forma lieve o acuta, che può coinvolgere la faringe, laringe, tonsille e corde vocali. Di solito può essere causato da virus o batteri e si manifesta con dolore o leggero bruciore, a seconda dell’entità dell’irritazione e con dei sintomi facili da riconoscere ma che creano non pochi fastidi.

I principali sono:

  • dolore e difficoltà nella deglutizione;
  • infiammazione e gonfiore della gola e dei linfonodi;
  • bruciore della gola;
  • febbre e tosse;
  • gola arrossata; 
  • pizzicore nelle forme più lievi.

Principali cause

Le principali cause del mal di gola sono da attribuire a batteri o virus, ma l’infiammazione può essere causata anche da inalazione di prodotti chimici o da errate abitudini. Le cause più frequenti sono:

  • fumo;
  • aria fredda, secca o troppo umida;
  • cibi e bevande troppo calde;
  • vapori che irritano.

Il freddo è una delle cause che può favorire l’insorgenza del mal di gola. L’apparato delle vie respiratorie è uno dei principali mezzi di difesa per intrappolare e allontanare tutte le sostanze nocive. Cambiamenti repentini della temperatura alterano quella del nostro corpo, facendo sì che questo sia più fragile e facilmente attaccabile da virus e batteri.

Tipologie di mal di gola

Il mal di gola può interessare diverse aree imputate al passaggio dell’aria, del cibo, e può presentare come:

  • faringite: ovvero l’infiammazione della faringe a causa di batteri o virus. La faringe è l’organo che consente il transito del cibo e dell’aria, e nella parte superiore è delimitata dalle cavità orali e nasali, nella parte inferiore si divide in due rami, laringe ed esofago;
  • tonsillite: infiammazione acuta delle tonsille, facilmente riconoscibile perché gonfie e arrossate, talvolta con l’aggiunta delle placche e un rigonfiamento dei linfonodi del collo;
  • laringite: si trova tra la faringe e la trachea, e permette il transito dell’aria, l’emissione dei suoni grazie alle corde vocali e protegge la trachea nella deglutizione. L’infiammazione della laringe può essere causa virale o batterica, ma anche per l’umidità, polvere, o inspirazione di sostanze irritanti.

Come prevenire il mal di gola?

Prevenire il mal di gola è importante sia nei bambini specialmente nei periodi invernali che negli adulti. Innanzitutto è fondamentale:

  • non fumare;
  • evitare di respirare fumi, polveri e sostante irritanti;
  • evitare di consumare cibi o bevande troppo calde;
  • proteggere la gola nelle giornate fredde e umide;
  • idratare la gola;
  • evitare ambienti con aria secca o umida;
  • utilizzare dei deumidificatori per l’ambiente;
  • mantenere una corretta igiene personale.

Cosa fare

Si consiglia di utilizzare dei disinfettanti più volte nell’arco della giornata per velocizzare la guarigione dal mal di gola, fare sciacqui con soluzioni di acqua tiepida e sale o collutori, mantenere sempre l’ambiente alla giusta umidità, stare a riposo per favorire la remissione, bere molti liquidi per evitare la disidratazione.

Cosa non fare

Si consiglia di non:

  • assumere antibiotici fai da te perché l’infezione di origine virale potrebbe peggiorare;
  • consumare latte e derivati dopo avere somministrato gli antibiotici;
  • utilizzare antinfiammatori per lunghi periodi per evitare di peggiorare i sintomi;
  • fumare o respirare fumo passivo di sigarette, smog per evitare di irritare ancora di più la gola;
  • somministrare aspirine a bambini sotto i dodici anni di età per evitare effetti collaterali anche gravi;
  • utilizzare la stessa biancheria da bagno, posate e bicchieri di coloro che hanno mal di gola per evitare il contagio.

Linee guida per l’alimentazione

Come sappiamo l’alimentazione gioca sempre un ruolo importante per il benessere del nostro organismo, e anche in presenza di mal di gola ci sono delle linee guida da seguire per evitare di peggiorare la sintomatologia e favorire la guarigione in tempi brevi. Si consiglia di:

  • bere molti liquidi freschi: come il succo di limone diluito nell’acqua fredda, che aiuta a disinfettare e dare sollievo alla gola irritata;
  • bere latte caldo con l’aggiunta di miele: si tratta di un antico rimedio naturale contro la gola irritata;
  • mangiare yogurt con fermenti lattici: questo aiuta a migliorare le difese immunitarie;
  • mangiare granite, ghiaccioli e gelati che attenuano il senso di dolore.

Si sconsiglia di bere caffè, mangiare cibi piccanti, di difficile digestione come salse, fritture, alimenti ricchi di grassi.

Diagnosi

Quando il mal di gola è acuto e la presenza dei sintomi ad esso correlati persiste nonostante i rimedi naturali adottati, ecco che è il caso di rivolgersi al proprio medico per scongiurare la presenza di una patologia più seria che ha dato origine all’infiammazione. Il medico approfondirà la questione attraverso una visita, nella quale il paziente presenterà tutta la sintomatologia e insieme ad esami da laboratorio, si cercherà di individuare la causa per prescrivere il trattamento più adatto.

Solitamente il mal di gola è uno dei sintomi che riguarda le malattie influenzali e para-influenzali, che nel giro di poco tempo tende a regredire senza dovere assumere particolari farmaci. Ci sono però casi in cui il paziente deve essere sottoposto a specifici trattamenti, specialmente quando vengono diagnosticate forme tumorali alla gola, dove occorre intervenire anche chirurgicamente.

Trattamenti farmacologici

I trattamenti indicati per combattere l’infiammazione alla gola, lenire il dolore e la sintomatologia correlata, riguardano l’assunzione di farmaci (sotto indicazione medica) per contrastare i microbi che hanno dato origine al mal di gola e antinfiammatori per calmare il dolore e i fastidi.

Rimedi naturali

I migliori rimedi naturali per aiutare a contrastare il mal di gola sono le tisane a base di:

  • camomilla: con proprietà antinfiammatorie e sedative, che aiuta a contrastare batteri e micosi;
  • echinacea: con proprietà antibatteriche, antinfiammatorie che stimolano il sistema immunitario in caso di difese basse;
  • propoli che aiuta a contrastare batteri, microbi, virus e micosi;
  • spirea che calma e sfiamma la gola;
  • suffumigi con oli balsamici o essenziali;
  • menta ed eucalipto: con proprietà balsamiche ottime in presenza anche di catarro;
  • arancio amaro: che disinfetta, decongestiona le vie respiratore e aiuta a contrastare l’infiammazione della gola.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi