Camomilla: caratteristiche, benefici, utilizzi

La camomilla è una delle erbe officinali più conosciute dalle popolazioni antiche romane, egizie e greche. In natura esistono diverse tipologie di piante, ma la più conosciuta è la camomilla matricaria, ancora oggi la più utilizzata all’interno delle tisane insieme alla camomilla selvatica dal gusto più amaro. La camomilla presenta diverse proprietà benefiche per la salute dell’organismo che andiamo ad approfondire nei paragrafi successivi.

Camomilla: caratteristiche e descrizione della pianta

La camomilla è un’erba officinale presente in natura anche allo stato selvatico. Tra le diverse tipologie si trovano la camomilla matricaria, gialla, romana, la camomilla del Marocco, del Capo e via elencando.

La specie consiste in una varietà erbacea annua dal fusto eretto, con fiori capolini di colore giallo e petali bianchi. La pianta della camomilla cresce in tutta Europa, compresi i territori dell’Asia Nord-Occidentale, e preferisce un clima soleggiato.

Principi attivi della camomilla

La camomilla è ricca di principi attivi tra cui: flavonoidi, lattoni, sali minerali, vitamina A, vitamina B e vitamina C seppur in tracce minori. Il principio attivo caratterizzante della camomilla è il camazuazulene che viene estratto tramite distillazione, dalle proprietà antinfiammatorie.

In commercio la camomilla viene venduta sotto forma essiccata, all’interno dei classici sacchettini traforati per la preparazione delle tisane. L’olio essenziale di camomilla matricara assume invece la tipica colorazione bluastra.

Camomilla: proprietà benefiche

Dal punto di vista salutare la camomilla presenta diverse proprietà benefiche per l’organismo. La sua azione antinfiammatoria è data dalla concentrazione del . rincipio attivo camazuazulene, estratto in seguito al processo di distillazione. I benefici della camomilla si estendono anche all’apparato digerente, al sistema immunitario, al benessere cutaneo. 

La camomilla vanta quindi effetti lenitivi, antibatterici, tonici e ricostituenti, riequilibrando anche il sonno. Alle proprietà ricostituenti della camomilla viene associata la sua assunzione da parte della Madonna, particolarmente provata dal parto.

L’infuso di camomilla si adatta sia agli stati ansiosi, per rilassare i nervi, sia in caso di iperattività per cercare di conciliare meglio il sonno, utilizzata anche come rimedio contro i dolori mestruali. In presenza di piccole ferite e inestetismi sulla pelle la camomilla può essere sfruttata sotto forma di impacchi lenitivi per donare un senso di immediato sollievo.

Camomilla: va assunta preferibilmente di sera?

Quando deve essere assunta la camomilla? Molti di noi associano la tisana o l’infuso a base di camomilla alle sue proprietà concilianti per il sonno. La tradizione dell‘assunzione di camomilla nel periodo serale, prima di coricarsi a letto, è stata tramandata per anni dalle abitudini familiari, ma è corretta dal punto di vista dei benefici sulla salute?

La camomilla può essere assunta anche in altri orari della giornata, mentre il suo utilizzo finalizzato unicamente allo scopo di favorire il riposo notturno deve essere preparato nel modo corretto. A seconda dei diversi metodi di preparazione la camomilla può presentare effetti differenti. Per utilizzare la camomilla come conciliante del sonno è necessario portare l’acqua ad ebollizione, versando prima il contenuto all’interno di una tazza e soltanto successivamente la bustina in infusione, oppure il preparato solubile.

La bustina di camomilla in infusione non deve superare i 3 minuti di posa poiché, tempistiche maggiori, inducono al rilascio di specifiche sostanze in grado di compromettere la finalità iniziale della preparazione, promuovendo un effetto eccitante invece che rilassante.

Controindicazioni della camomilla

La camomilla presenta controindicazioni od effetti collaterali? I suoi principi attivi possono provocare allergie cutanee in presenza di ipersensibilità. L’olio essenziale di camomilla è sconsigliato alle donne in gravidanza e allattamento, come tutti gli oli vegetali essenziali, ma anche in caso di dissenteria. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi