Reazioni allergiche cutanee: manifestazioni, cause e rimedi

Le reazioni allergiche cutanee possono presentare diverse cause e origini. Si tratta di un termine medico molto ampio. Le eruzioni cutanee, infatti, possono variare notevolmente nell’aspetto e ci sono molte potenziali cause. Proprio per via dei molti tipi differenti di allergie della cute, esistono anche una vasta gamma di trattamenti.

Un’eruzione cutanea causata da allergia può essere locale e riguardare solo una piccola parte del corpo o può coprire una vasta area. Possono essere asciutte, umide, irregolari, lisce, screpolate o con vesciche. Tra le forme più comuni si trovano le irritazioni cutanee provocate da punture di insetti, dermatiti e l’utilizzo di prodotti cosmetici a formulazione aggressiva. Andiamo ad approfondire i sintomi, le manifestazioni, le cause e i possibili rimedi contro le allergie della cute nei seguenti paragrafi.

Tipi di Reazioni allergiche cutanee e cause

Le reazioni allergiche cutanee possono presentarsi sotto forma di differenti tipologie. Nel complesso l’allergia implica una risposta immunitaria responsabile di irritazioni e sintomi più o meno gravi legati alla manifestazione stessa. Alcune sostanze si attivano come allergeni a contatto con la pelle, provocando lo scatenarsi di un’allergia.

La reazione immunitaria subentra nel tentativo di difendere l’organismo dagli allergeni presenti con i quali la pelle è entrata in contatto, coinvolgendo le cellule Th2 e gli anticorpi IgE e IgG1. Le allergie cutanee possono presentarsi a seguito della puntura di insetti, nell’utilizzo di prodotti cosmetici e profumazioni, alimenti, piante, utilizzo di specifici tessuti, etc.

La risposta dell’organismo di fronte ad una reazione allergica cutanea stimola il rilascio di sostanze irritanti all’interno dell’epitelio superficiale, formando una barriera tra la muscolatura liscia e il sistema nervoso vascolare al fine di proteggere il corpo dall’allergene.

Le cause delle eruzioni cutanee allergiche possono essere molte, le principali forme di queste reazioni possono avere una causa scatenante ben riconoscibile:

Dermatite da contatto

Una delle cause più comuni di eruzioni cutanee è la dermatite da contatto, che si verifica quando la pelle reagisce a qualcosa che ha toccato. L’epidermide può diventare rossa e infiammata e l’eruzione cutanea tende ad essere lacrimosa e trasudante. Le cause più comuni includono:

  • coloranti in vestiti
  • prodotti di bellezza
  • piante velenose, come edera velenosa e sommacco
  • prodotti chimici, come lattice o gomma

Farmaci e reazioni allergiche cutanee

Alcuni farmaci possono causare eruzioni cutanee in alcuni soggetti. Si può parlare di effetto collaterale oppure di una reazione allergica. Diventa fondamentale capire quale di queste due sia la causa dell’eruzione cutanea, perciò si consiglia di contattare il proprio medico curante nel caso si avesse questo sospetto.

Condizioni autoimmuni

Una condizione autoimmune si verifica quando il sistema immunitario di un individuo inizia ad attaccare i tessuti sani. Esistono molte malattie autoimmuni, alcune delle quali possono provocare eruzioni cutanee. Ad esempio, il lupus è una condizione che colpisce numerosi sistemi corporei, inclusa la pelle, producendo un’eruzione cutanea a forma di farfalla sul viso.

Come si manifestano le reazioni allergiche cutanee, tutti i sintomi

I sintomi di una reazione allergica cutanea possono manifestarsi similmente alle irritazioni della cute, comprendendo reazioni più gravi in caso di shock anafilattico. Il corredo sintomatico può presentare:

Tra le conseguenze più pericolose per l’organismo, in caso di reazioni allergiche cutanee, si trova lo shock anafilattico per il quale rivolgersi immediatamente alle strutture sanitarie di emergenza. Alcune punture di insetti, in caso di allergia, possono dimostrarsi mortali per il soggetto senza un pronto intervento immediato.

Shock anafilattico da allergie cutanee

Lo shock anafilattico, chiamato anche anafilassi, è una reazione da parte dell’organismo tra le più gravi in assoluto, in grado di portare il soggetto alla morte. La reazione allergica in questo caso avviene dopo pochi secondi o minuti dall’esposizione alla sostanza.

In assenza di un trattamento immediato i sintomi dello shock anafilattico possono rivelarsi drasticamente fatali. Tra le cause più comuni dello shock anafilattico si trovano alimenti, farmaci, punture di insetti a causa del veleno rilasciato. I sintomi dello shock anafilattico comprendono:

  • arrossamenti, pelle secca e pruriti
  • gonfiori, edemi 
  • starnuti eccessivi e naso chiuso
  • gonfiore della lingua e delle labbra
  • difficoltà a deglutire
  • gonfiore della gola
  • senso di oppressione al petto
  • deficit di respirazione
  • dolore a livello del torace
  • dispnea
  • vomito
  • crampi
  • dissenteria
  • svenimento
  • shock
  • polso debole

Tutti i rimedi per una reazione allergica cutanea

Quali sono i rimedi per contrastare una reazione allergica cutanea? In presenza di una dermatite allergica da contatto il prurito può dimostrarsi particolarmente intenso, ma risulta fondamentale non grattare l’area soggetta. In questo caso si possono utilizzare le creme e le lozioni specifiche per lenire il prurito e l’infiammazione, cercando di evitare la sostanza causa dell’allergia.

Per l’angioedema e l’orticaria invece si può ricorrere all’assunzione di antistaminici per via orale, tenendosi alla larga dalla sostanza individuata come causa del fattore scatenante. Lo shock anafilattico richiede un’ospedalizzazione e una corretta terapia farmacologica, mentre la diagnosi delle allergie cutanee prevede un’attenta anamnesi, test cutanei, eventuale dieta alimentare, esami sanguigni.

Allergie cutanee: i rimedi naturali

Le allergie cutanee di minore entità possono essere trattate anche con rimedi naturali, privi di effetti collaterali e controindicazioni per la salute dell’organismo. In caso di allergie possono essere applicate foglie di mandorle schiacciate sulle aree da trattare, ma anche un impasto a base di sandalo e succo di limetta in grado di lenire la sensazione di prurito.

Rimedi naturali reazioni allergiche cutanee

Per via interna si può assumere uno sciroppo a base di 5 grammi di foglie di menta e 12 grammi di zucchero, da passare al setaccio, consumato 2 volte al giorno. Anche i semi di papaya tritati, da applicare sulle aree interessate dall’allergia, si dimostrano un rimedio particolarmente efficace. Il succo di limone e cocco può essere applicato sulla pelle per ottenere sollievo e benefici.

Tra gli altri trattamenti si trova un composto a base di un cucchiaio di semi di papavero tritati con un cucchiaino di succo di limetta. Consumare ogni giorno alimenti ricchi di vitamina C aiuta l’organismo e la pelle a prevenire il rischio di allergie cutanee. Contro le allergie cutanee si può assumere anche un bicchiere d’acqua con 2 cucchiai di succo di cedro. 

Consigli per prevenire le allergie cutanee

Le allergie cutanee possono essere prevenute anche grazie a qualche semplice accorgimento. In questo caso si consiglia di evitare l’assunzione eccessiva di alcolici, il fumo di sigaretta, l’applicazione di cosmetici sulla pelle fatta eccezione per i prodotti a formulazione completamente naturale al 100%.

Reazioni allergiche cutanee nei bambini. Cosa fare?

Le allergie non fanno solo starnutire e ansimare i bambini, possono anche produrre una reazione cutanea. Almeno il 10% dei bambini di tutto il mondo ha avuto l’eczema. Nei neonati, si presenta come un’eruzione cutanea sul viso o sulla testa con pelle secca, pruriginosa e irritata. Successivamente, può diffondersi alle braccia e al busto.

L’allergia si può anche manifestare con protuberanze o macchie rosse pruriginose sulla pelle. Possono durare da pochi minuti a qualche ora e possono andare e venire per alcuni giorni. Le cause possono essere:

  • Alimenti come uova, latte, arachidi, grano, soia, frutti di mare, noci e fragole
  • Medicinali, in particolare antibiotici
  • Punture di insetti
  • Saliva o peli di animali domestici
  • Infezione virale

Spesso queste macchie sono associate a in altro tipo di gonfiore chiamato angioedema, che si presenta su bocca, occhi e genitali. Consultate il medico ogni volta che si sospetta una reazione cutanea di origine allergica e tentate di toccare il meno possibile il punto affetto dall’irritazione.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi