Vite: caratteristiche, proprietà e controindicazioni

La vite appartiene al genere delle piante arbustive della famiglia Vitaceae e comprende una delle specie più note, denominata Vitis vinifera L, ovvero la classica vite europea. Intorno alla vite ruota anche una specifica branchia scientifica detta ampelografia. Ma quali sono le caratteristiche, le proprietà benefiche e gli utilizzi della vite? Andiamo ad analizzare il tutto attraverso il corso dei paragrafi successivi.

Vite: descrizione della specie e tipologie

La vite appartiene alla famiglia Vitaceae e al genere di piante arbustivo. Al momento della crescita la vite necessita di sostegni, chiamati viticci, e di una potatura periodica. In assenza della stessa la pianta può raggiungere dimensioni particolarmente elevate, andando a ricoprire totalmente il suolo. L’apparato radicale della vite può raggiungere anche i 10 metri di lunghezza, mentre i rami vengono chiamati tralci.

Le foglie della vite, chiamate pampini, rappresentano invece un importante carattere per la diagnostica della specie. I frutti della pianta si presentano come bacche, dal nome specifico acini, e possono presentare diverse tipologie di colorazione dal bianco, al violaceo, al bluastro, raggruppati a grappolo. L’habitat della vite esige un clima mite come quello presente nelle regioni mediterranee.

Proprietà benefiche della vite

Le proprietà benefiche della vite si legano soprattutto ai frutti, ossia gli acini, dalla famosa azione dietetica, mentre le foglie presentano le stesse proprietà dei mirtilli e dei ribes. La vite vanta diversi principi attivi tra cui: proantocianidine, flavonoidi, flavonoidi, tannini, catechine, vitamine, sali minerali, composti stilbenici, antocianosidi e polifenoli.

La vite si dimostra particolarmente utile in caso di disturbi e patologie oculari come blefarite, cheratite, orzaiolo, congiuntivite, da utilizzare per eseguire lavaggi. Tra le altre azioni si trovano proprietà antinfiammatorie, diuretiche, depurative per la circolazione del sangue, ottima contro le vene varicose, in caso di artrosi, gotta. I fiori secchi della vite vengono invece utilizzati per la preparazione di diverse tisane.

Le proprietà benefiche della vite possono quindi essere riassunte in un’azione antispasmodica, decongestionante pelvica, emollienti, astringenti, nutritive. La vite viene sfruttata anche in campo medico contro emorroidi, prostatismo, varici, cattiva circolazione sanguigna e circolazione venosa, neoformazioni di natura benigna, rettocolite ulcerosa. 

La vite si trova spesso integrata all’interno di diversi integratori alimentari, come il rimedio Varicorin in capsule, per combattere attivamente le vene varicose. La sua azione assicura

Controindicazioni della vite

La vite, soprattutto quella rossa, viene sconsigliata in caso di gravidanza e allattamento, mentre più raramente possono presentarsi alcuni effetti collaterali come mal di testa, vertigini, disturbi digestivi e nausea. L’assunzione della vite può causare anche allergie e irritazioni in caso di ipersensibilità e allergie al frutto. In caso di manifestazione di una delle reazioni collaterali sopra descritti è bene rivolgersi al proprio medico curante.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi