Prostatite: cos’è, cause, diagnosi e trattamenti

La prostatite è una patologia che colpisce soprattutto gli uomini in età avanzata, ma non solo. Il disturbo provoca un generale imbarazzo che spinge diversi soggetti a non ricorrere ai trattamenti preventivi. La prostatite è un’infiammazione che interessa le ghiandole della prostata, in grado di provocare diversi sintomi. Ad essere coinvolta nell’infiammazione risulta essere l’uretra, ancora prima di interessare nello specifico la prostata.

La prostatite deve essere diagnosticata per tempo in quanto, in alcuni casi, si dimostra essere soltanto un disturbo transitorio. Odiernamente si trovano anche diversi integratori naturali per contrastare i sintomi legati all’infiammazione, ma una visita specialistica si dimostra necessaria. Andiamo ad approfondire insieme tutto ciò che riguarda la prostatite all’interno dei paragrafi successivi.

Prostatite: cos’è, cause della patologia

La prostatite si presenta come un’infiammazione maschile del primo tratto dell’uretra. Da questo punto di vista è più corretto parlare quindi di uretroprostatite a livello medico. I motivi per cui la prostata è soggetta a questa condizione dipendono dalla natura del problema e dall’età del soggetto. La prostatite, nei soggetti più giovani, può essere provocata da eventi stressanti e transitori.

Le cause di un’infezione prostatica in età precoce possono dipendere anche da un’alimentazione sregolata, dalle pratiche sessuali e dai disturbi della minzione. I batteri causa della prostatite si trovano naturalmente presenti all’interno della flora intestinale.

Sintomi dovuti all’infiammazione

Quali sono i sintomi più riscontrabili in presenza di una prostatite? In alcuni casi l’infiammazione si presenta del tutto asintomatica, mentre in altri possono essere presenti dolori in direzione dell’area pubica, dolori all’ano e ai testicoli, minzione frequente e sensazione di un mancato svuotamento della vescica.

La prostatite provoca anche un incremento dell’urgenza di urinare, bruciore, presenza di sangue all’interno dello sperma, dolore esteso all’interno della coscia. Il corredo sintomatico dovuto alla prostatite si dimostra più o meno evidente a seconda della gravità della situazione. Un’attenta anamnesi medica aiuterà a non confondere l’infiammazione con una cistite.

Diagnosi e prevenzione della prostata

A prevenzione della prostatite si trovano uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta, nonché un’attività fisica costante seppur blanda. Per diagnosticare l’infiammazione viene eseguita una coltura specifica dello sperma, un esame delle urine e un’eventuale esplorazione rettale. Anche l’igiene personale risulta molto importante da un punto di vista della prevenzione e della prostatite. 

Prostatite: quali sono i trattamenti?

L’infiammazione causata dalla prostatite richiede tempistiche di trattamento nel lungo periodo fino alle 6 settimane. La prostatite viene curata tramite farmaci specifici soltanto in seguito ad una diagnosi certa. In casi di gravità inferiore è sufficiente modificare il proprio stile di vita e le abitudini alimentari, in abbinamento all’assunzione di integratori a formulazione naturale al 100%.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi