Prostatite: cos’è, cause, diagnosi e trattamenti

La prostatite è una condizione spesso dolorosa che comporta infiammazione della prostata e talvolta delle aree intorno alla prostata. Esistono quattro tipi di prostatite con diversi sintomi e cause:

  • cronica o sindrome del dolore pelvico cronico
  • batterica acuta
  • batterica cronica
  • infiammatoria asintomatica

La prostatite deve essere diagnosticata per tempo in quanto, in alcuni casi, si dimostra essere soltanto un disturbo transitorio. Odiernamente si trovano anche diversi integratori naturali per contrastare i sintomi legati all’infiammazione, ma una visita specialistica si dimostra necessaria. Ecco tutto ciò che è necessario sapere sulla prostatite per prevenirla e curarla adeguatamente.

Cos’è la prostatite?

prostatite sintomi cura

La prostata è una ghiandola a forma di noce che circonda l’uretra al collo della vescica e fa parte del sistema riproduttivo maschile. La funzione principale della prostata è quella di produrre un fluido che penetri nello sperma: il fluido prostatico, essenziale per la fertilità di un uomo. Se la prostata diventa gonfia e infiammata, si incorre in una condizione chiamata prostatite.

La prostatite è infatti un’infiammazione maschile del primo tratto dell’uretra che attraversa la prostata. Da questo punto di vista è più corretto parlare quindi di uretroprostatite a livello medico. I motivi per cui la prostata è soggetta a questa condizione dipendono dalla natura del problema e dall’età del soggetto.

Quali sono i sintomi della prostatite?

In alcuni casi l’infiammazione della ghiandola prostatica si presenta del tutto asintomatica, mentre in altri possono essere presenti dolori e sintomi ben definiti a seconda dei diversi tipi di prostatite.

I sintomi della prostatite batterica acuta sono:

  • Bisogno urgente di fare pipì senza riuscire nella minzione
  • Febbre alta
  • Brividi
  • Guai pipì
  • Dolore intorno alla base del pene o dietro lo scroto
  • Urina torbida

I sintomi della prostatite batterica cronica sono:

  • Un bisogno urgente di fare pipì, spesso nel mezzo della notte
  • Minzione dolorosa
  • Dolore dopo aver eiaculato
  • Mal di schiena lombare
  • Dolore al retto
  • Una sensazione di peso dietro lo scroto
  • Sangue nello sperma
  • Blocco delle vie urinarie (difficoltà di pipì o flusso di urina debole)

I sintomi della prostatite cronica/sindrome del dolore pelvico cronico (CP/CPPS) sono:

  • Dolore al pene (spesso in punta)
  • Sofferenza allo scroto
  • Dolore tra lo scroto e il retto (il perineo)
  • Dolore all’addome inferiore

Gli uomini con prostatite asintomatica hanno la prostata infiammata ma non presentano nessun sintomo. La diagnosi avviene solo tramite esame del sangue con controllo della salute della prostata. La prostatite asintomatica non ha bisogno di alcun trattamento, ma può portare alla sterilità.

Cause della prostatite

Esistono alcuni fattori che influenzano le possibilità di un uomo di sviluppare l’infiammazione della prostata e differiscono a seconda del tipo di infiammazione.
Per quanto riguarda la prostatite cronica possono essere maggiormente colpiti gli uomini con danni ai nervi nel tratto urinario inferiore a causa di un intervento chirurgico o di un trauma. Anche lo stress psicologico può aumentare le possibilità di sviluppare questa patologia.
Per quanto riguarda invece la prostatite batterica acuta, questa condizione può essere più frequente in uomini con infezioni alle vie urinarie inferiori.

Aumentano le probabilità di un’infiammazione alla prostata se:

  • Hai avuto un UTI
  • Hai avuto un infortunio all’inguine
  • Usi un catetere urinario
  • Di recente hai avuto una biopsia prostatica
  • Hai l’ HIV/AIDS
  • Hai avuto la prostatite in passato

Una ghiandola prostatica infiammata o infetta è una condizione che può riguardare gli uomini di tutte le età. Se hai la prostatite, il medico può aiutarti a trovare modi per gestire i sintomi e controllare il dolore.

Prevenzione e diagnosi della prostatite

A prevenzione della prostatite si trovano uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta, nonché un’attività fisica costante seppur blanda. Per diagnosticare l’infiammazione viene eseguita una coltura specifica dello sperma, un esame delle urine e un’eventuale esplorazione rettale. Anche l’igiene personale risulta molto importante da un punto di vista della prevenzione e della cura della prostata

La ghiandola prostatica infiammata richiede tempistiche di trattamento nel lungo periodo fino alle 6 settimane. La patologia viene curata tramite farmaci specifici soltanto in seguito ad una diagnosi certa. In casi di gravità inferiore è sufficiente modificare il proprio stile di vita e le abitudini alimentari, in abbinamento all’assunzione di integratori a formulazione naturale al 100%.

Rimedi naturali contro l’infiammazione della prostata

In commercio è possibile trovare degli integratori naturali contro la prostatite, come l’integratore Prostatricum, pensato per ripristinare la funzionalità della minzione e le funzioni erettili, combattendo la ghiandola prostatica infiammata con una formula naturale. Alla sua base troviamo infatti la Serenoa, il Lycopenee loZinco uniti alla potenza del Ginkgodell’Echinacea.

La combinazione di questi ingredienti permette all’integratore di regolare la minzione e sconfiggere l’infiammazione e lo stress senza ricorrere a rimedi estremi. Va assunto tre volte al giorno in corrispondenza dei pasti principali ed è acquistabile direttamente sul sito internet dell’azienda.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi