Ginkgo Biloba: cos’è, proprietà benefiche, controindicazioni

La Ginkgo biloba è una specie appartiene alla famiglia sopravvissuta delle Ginkgoaceae. L’albero possiede un’origine antichissima, risalente a 250 milioni di anni fa. Il principio attivo si trova spesso all’interno di diversi prodotti naturali, consigliato in caso di disturbi circolatori e per incrementare la concentrazione e la memoria.

La pianta, che raggiunge mediamente i 30-40 metri di altezza, è reperibile in tutto il mondo e viene utilizzata come ornamento in parchi e giardini pubblici. Anche in campo design la Ginkgo biloba ispira tutt’oggi moltissime creazioni in campo gioielleria e accessori. Oltre alla sua bellezza estetica, questa pianta ha anche molte caratteristiche e proprietà benefiche per la nostra salute: in questo articolo andremo a scoprirle tutte.

Che cos’è il Ginkgo biloba? le caratteristiche dell’albero

La pianta Ginkgo biloba possiede origini antichissime, tradotto in senso letterale come ‘albicocca d’argento’, denominazione scelta dal botanico Linneo nel 1771. La specie femminile produce dei semi che si presentano a forma di albicocca, ricoperti da un involucro carnoso. Il Ginkgo biloba può essere assunto sotto forma di estratto di semi o estratto di foglie, entrambi da assumere sia per via orale sia tramite crema.

Le piante giovani di Ginkgo biloba presentano una struttura liscia di colore argentato, mentre gli esemplari più adulti vantano una colorazione dal grigio-brunastro al marrone scuro. Questa pianta non presenta i soliti fiori che siamo abituati a conoscere, ma delle strutture a coni a squame modificate. Anche se sono originarie della Cina, ma oggi si trovano in tutto il resto del mondo, poiché sono in grado di adattarsi ai clima freschi e soleggiati.

Tutte le proprietà benefiche del Ginkgo biloba

Il Ginkgo biloba viene consigliato soprattutto in caso di disturbi a livello circolatorio, dimostrandosi un rimedio naturale inserito nella formulazione di diversi altri prodotti. Le foglie di questa pianta contengono bimolecole terpeni in grado di bloccare la perossidazione lipidica, a contrasto della formazione dei coaguli di sangue. Il Ginkgo biloba vanta, quindi, un’azione preventiva contro i trombi, incrementando l’irrorazione dei tessuti.

Il principio attivo si trova spesso all’interno di creme e lozioni contro i gonfiori alle gambe, ma anche nelle formulazioni studiate per trattare le vene varicose contro i radicali liberi.

Questo vegetale viene, inoltre, assunto soprattutto dalle persone anziane, per preservare lo stato della memoria e della concentrazione. Le proprietà benefiche associate alla pianta si dimostrano utili anche in caso di diabete, ansia, glaucoma, schizofrenia, vertigini, dolori mestruali, discinesia.

Ginkgo biloba come rimedio naturale: i vari usi e la posologia

Come abbiamo già accennato, esistono diversi studi sull’efficacia del Ginkgo biloba per due condizioni specifiche: la perdita della memoria e lo scarso flusso sanguigno.

Questa pianta tradizionale nel ramo della medicina cinese, grazie al suo contenuto di flavonoidi, aiuta a migliorare la circolazione sanguigna. Questa proprietà aiuta a mantenere il nostro cervello in buone condizioni, favorendo la nostra concentrazione e aiutando a ridurre la stanchezza. Vertigini ed episodi di emicrania collegati a una diminuzione dell’afflusso di sangue a livello cerebrale possono quindi essere contrastate proprio grazie all’uso di questa pianta.

Sono proprio queste caratteristiche a renderlo altamente raccomandato agli anziani. D’altra parte grazie alla capacità di favorire la circolazione, il Ginkgo biloba previene la formazione di coaguli, e di conseguenza è un utile alleato contro problemi cardiaci, trombosi o problemi vascolari, nonché malattie causate da una carenza del flusso circolatorio come caso di vene varicose, emorroidi, dolore e pesantezza delle gambe. Tramite le sue proprietà favorisce quindi la circolazione, motivo per cui questa pianta viene usata per ravvivare il desiderio sessuale e negli uomini e nelle donne. Le prestazioni sessuali ne trarranno giovamento e la funzione erettile può migliorare grazie agli estratti di questa pianta.

Il dosaggio e la quantità degli estratti di Ginkgo biloba vengono valutati sulla base delle problematiche del soggetto, sulla gravità dei disturbi e delle tempistiche di trattamento.

Usi della pianta dell’est nelle creme contro le vene varicose

Esistono diverse creme che sfruttano proprio le capacità del Ginkgo biloba per contrastare le vene varicose. Ad esempio, Viatonica gambe, consente di alleviare le vene varicose tramite un trattamento non invasivo affidandosi alla forza della natura. Una potente crema che, proprio grazie ai benefici di questa pianta, propone un trattamento naturale per contrastare le vene dilatate.

Anche Varilux premium presenta una formulazione completamente naturale per contrastare il fastidioso inestetismo delle vene varicose. Varilux sfrutta a sua volta questa pianta dell’est per favorire la circolazione nelle gambe e agire contro le vene varicose.

Controindicazioni nell’uso di Ginkgo biloba

Il Ginkgo biloba è considerata una pianta sicura se assunta nelle dosi consigliate dal proprio medico. Tra i possibili effetti collaterali si riscontrano soltanto una serie di disturbi lievi come: mal di testa, disturbi allo stomaco, capogiri, aumento del battito cardiaco, reazioni allergiche cutanee. Il Ginkgo biloba non deve essere assunto dalle donne in stato di gravidanza e allattamento.

I bambini in età pediatrica possono assumere il principio attivo per breve periodi senza incontrare controindicazioni. L’estratto di semi di questa pianta può invece contenere una tossina in grado di dimostrarsi pericolosa per la salute umana, provocando perdita di conoscenza e convulsioni.

Ginkgo Biloba, dove si compra? Si trova in farmacia? Ecco il prezzo

Il Ginkgo biloba è presente in numerose creme oltre ad essere acquistabile in compresse. Se il vostro intento è sbarazzarvi delle vene varicose, un utile alleato può essere Varicobooster, che al prezzo di soli 39,00 euro vi porterà giovamento. Introvabile su Amazon, eBay o in farmacia, è acquistabile con l’offerta scontata al 50% e senza spese di spedizione al sito del venditore.

Se invece siete in cerca di un integratore a base di Ginkgo Biloba indicato per disturbi urologici maschili dovuti alla prostatite, l’integratore Prostatricum è quello che fa per voi. Con un insieme di ingredienti completamente naturali, questo integratore sfrutta il Ginkgo biloba per ridare benessere a chi soffre di prostatite a soli 39,00 euro.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi