Diabete: sintomi, cause, trattamenti

Il diabete è una patologia particolarmente diffusa all’interno della popolazione mondiale. Il diabete si presenta come un’alterazione metabolica con livelli di glucosio nel sangue superiori a quelli considerati nella norma. In presenza di diabete si assiste quindi ad un deficit di insulina. Ma andiamo a scoprire insieme tutti i sintomi, le cause, le diverse tipologie di diabete e i trattamenti disponibili.

Diabete: cos’è e quando si presenta

Il diabete si presenta quando i valori di glucosio nel sangue superano i livelli di guardia standard, provocando nei soggetti un deficit di insulina. Quando i livelli di glicemia superano i valori ottimali si parla di iperglicemia, sviluppano un’alterazione metabolica chiamata appunto diabete. 

I valori standard glicemici si attestano tra i 70 e i 110 mg/dl, mentre oltre i 120 mg/dl si parla invece di iperglicemia. La patologia del diabete può comprendere diverse forme: quella insulino-dipendente di tipologia I, non insulino-dipendente di tipo II. Il diabete di tipo I interessa soprattutto i soggetti più giovani, mentre il diabete di tipo II compare generalmente dopo i 40 anni, con un incidenza maggiore nei soggetti sovrappeso.

Cause e sintomi del diabete

A seconda delle diverse tipologie di diabete possono celarsi cause altrettanto diverse. Il diabete di tipo I comprende una causa generalmente genetica, con una predisposizione a sviluppare la patologia nei soggetti più giovani per via ereditaria. Ad innescare il diabete di tipo I concorre sempre una causa esterna come un’infezione virale, la quale innesca una risposta di tipo autoimmune.

Il diabete di tipo II compare invece dopo i 40 anni a causa del sovrappeso e dell’alimentazione sregolata, sotto una diminuzione della funzionalità delle cellule pancreatiche. Oltre al sovrappeso e all’alimentazione anche la sedentarietà favorisce lo sviluppo della patologia.

In presenza di diabete insulino-dipendente di tipo I il corredo sintomatico comprende una perdita di peso anomala, sete eccessiva e continua, un incremento della produzione di urina, spossatezza generale.

In mancanza di insulina l’organismo sviluppa la cosiddetta cheto acidosi, responsabile di un maggior utilizzo di acidi grassi da parte dell’organismo e delle formazione dei corpi chetonici. Il diabete non insulino-dipendente di tipo II evolve più lentamente rispetto alla manifestazione dei sintomi nel primo caso.

Diabete: diagnosi e trattamenti

La diagnosi del diabete consiste in un’attenta analisi di tutti i sintomi manifestati dal soggetto, prevede un esame del sangue per riscontrare i valori della glicemia e metodi di intervento a seconda della gravità e della tipologia. I soggetti affetti da diabete devono seguire una dieta alimentare a basso indice glicemico, svolgendo attività fisica regolare. 

I trattamenti farmacologici a contrasto del diabete prevedono la somministrazione di insulina laddove necessario, mentre alcuni rimedi naturali possono essere assunti tramite integratori nei casi di minore gravità.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi