Cortisone: cos’è, benefici, quando viene prescritto e controindicazioni

Il cortisone appartiene alla famiglia degli steroidi ed è in grado di alleviare sintomi di tipo allergico, gonfiori, riducendo la risposta difensiva del nostro organismo. Questo farmaco viene somministrato per il trattamento di diverse patologie del sangue, del sistema immunitario, reazioni allergiche ma anche per problemi respiratori, infezioni della pelle e degli occhi. Scopriamo di cosa si tratta, quali benefici e controindicazioni può avere, e come viene utilizzato.

Caratteristiche del cortisone

Il cortisone viene prodotto dalle ghiandole situate nelle estremità superiori di ciascun rene, la cui azione principale è antinfiammatoria. Essendo dapprima un ormone e poi un farmaco “sintomatico”, non agisce sul meccanismo che ha generato la patologia ma calma il dolore provocato dall’infiammazione.

Infatti, una volta sospeso il trattamento i sintomi potrebbero ritornare. Oltre a questa sua azione antinfiammatoria, ha la capacità di inibire il sistema immunitario e per questo motivo è indicato come prevenzione contro il rigetto dei trapianti e nel trattamento di malattie auto-immuni. 

Quando viene prescritto dal medico?

I farmaci a base di cortisone sono prescritti:

  • per via orale: per trattare infiammazioni che accompagnano patologie croniche come artrite reumatoide, connettiviti e di natura dermatologica;
  • per via nasale: per il trattamento e la prevenzione di forme allergiche viene somministrato sotto forma di spray nasali per limitare i possibili effetti collaterali;
  • per via endovenosa: in casi di emergenza in presenza di shock anafilattico, reazioni allergiche e ipersensibilità.

Modalità di utilizzo

L’utilizzo del cortisone è un palliativo, nel senso che serve ad attenuare i sintomi generati da una patologia, ma non ne individua tanto meno rimuove la causa. Può essere utilizzato:

  • per uso topico: da applicare sulla pelle o sulle mucose;
  • per uso orale: quindi inalato per attenuare sintomi delle vie respiratorie;
  • sistemico: in soluzioni iniettabili o solubili.

Le indicazioni terapeutiche sono numerose ma generalmente è indicato in presenza di:

Principali effetti benefici

Affinché si possano comprendere gli proprietà benefiche di questo farmaco, ma anche i rischi e le possibili controindicazioni, è opportuno capire come agisce sul sistema immunitario. Come abbiamo detto prima, la sua principale azione è di natura antinfiammatoria, quindi è in grado di ridurre le attività svolte dal sistema immunitario specialmente quando viene assunto in dosi eccessive.

Il cortisone essendo pertanto un immunosoppressore può essere prescritto in tutte le situazioni nelle quali è necessario agire su un’infiammazione.

Da un punto di vista reumatologico, è uno strumento fondamentale per ottenere un rapido effetto su tutte le forme di artrite, mentre dal punto di vista dermatologico, può essere assunto per bocca o tramite creme direttamente sulla parte interessata da infiammazione. I suoi principali effetti benefici sono:

  • diminuire arrossamenti, gonfiori ed edemi;
  • bloccare lo spostamento dei monociti;
  • ridurre i linfociti;
  • bloccare la migrazione dei macrofagi;
  • bloccare l’acido che genera l’infiammazione.

L’azione antinfiammatoria svolta dal cortisone agisce direttamente sul responsabile degli edemi, eritemi e sulla regolazione della temperatura corporea ma anche sui fattori che stimolano la produzione dei radicali liberi. L’azione immunosoppressiva, invece, è separata da quella antinfiammatoria.

Dosaggio consigliato e modalità di assunzione

Il dosaggio di cortisone varia in funzione del quadro clinico del paziente e viene indicato dal medico sulla base del tipo di infiammazione da trattare. Le modalità di assunzione consigliate sono:

  • per bocca: sotto forma di compresse, capsule, sciroppi per contrastare infiammazione e dolore causati da patologie croniche;
  • per via nasale: tramite inalatori e spray per controllare l’infiammazione associata ad allergie nasali, asma riducendo notevolmente le controindicazioni;
  • applicazione topica: sotto forma di creme, unguenti da applicare sulla pelle per guarire patologie di natura dermatologica, senza generare effetti collaterali;
  • per infiltrazione: per trattare infiammazioni e dolore causato da tendiniti;
  • per iniezione: agisce sul sistema immunitario velocemente e quindi questo trattamento è indicato in casi gravi, quando le patologie colpiscono l’intero organismo ed è necessario intervenire subito;
  • uso oftalmico: ovvero sotto forma di colliri e unguenti da applicare sugli occhi.

La terapia cortisonica, è bene sottolineare, non va mai interrotta improvvisamente soprattutto quando viene seguita per lunghi periodi. Ciò non va fatto perché una delle funzioni di questo farmaco è quella di bloccare, negativamente, la produzione naturale del cortisone da parte del nostro organismo. Il dosaggio va diminuito poco per volta per permettere al nostro corpo di riattivare il corretto funzionamento delle ghiandole surrenali.

Cortisone e alimentazione

L’assunzione di cortisone, specialmente nei lunghi periodi, genera un aumento di peso, a causa di un accumulo di liquidi nell’organismo, meglio conosciuto come ritenzione idrica. Per evitare di ingrassare bisogna consumare alimenti sani con un basso apporto glicemico. I cibi consigliati sono:

  • carne;
  • verdure con poco zucchero come broccoli, zucchine, sedano e a foglie verdi;
  • cereali integrali;
  • uova;
  • formaggi.

Basando la propria dieta quotidiana su questo tipo di alimentazione, sicuramente si ridurrà la possibilità dell’insorgenza del diabete, che purtroppo è un rischio comune in coloro che ne sono predisposti e seguono una terapia con dosi elevate e per lunghi periodi. Inoltre, si consiglia di evitare l’uso del sale da cucina in dosi eccessive, per ridurre i danni causati dalla ritenzione idrica, uno degli effetti collaterali di questo farmaco.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali del cortisone

La possibilità che compaia un particolare effetto collaterale con l’assunzione di cortisone, si manifesta nei seguenti casi:

  • quando si assumono compresse, gocce, sciroppi il rischio è maggiore rispetto ad applicazioni locali, spray e iniezioni;
  • assunzioni di dosi elevate;
  • in caso di un trattamento prolungato, poiché più lungo è il trattamento più aumenta il rischio;
  • nei bambini e nelle persone anziane aumenta il rischio perché sono in grado di sviluppare disturbi. In giovane età però, si può sospendere la terapia più velocemente rispetto a un adulto che deve ridurre il dosaggio lentamente.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • diabete;
  • osteoporosi e problemi alle ossa;
  • perdita della massa muscolare a causa di una diminuzione delle proteine;
  • aumento dell’appetito;
  • ritenzione idrica;
  • maggiore rischio di contrarre infezioni;
  • alterazione del tessuto adiposo.

Le persone affette da ulcera peptica, infezioni, cardiopatie o ipertensione devono utilizzare con con molta attenzione i cortisonici. In generale questi effetti collaterali sono associati ad un utilizzo del farmaco per lunghi periodi.

Il rischio si riduce notevolmente quando viene assunto in dosi non eccessive e per brevi periodi di tempo. Diversi studi e anche pareri medici consigliano l’assunzione di cortisone come sostituto di FANS, in determinati casi, in quanto questi ultimi sono meno sicuri e un abuso può provocare danni sul nostro organismo che non possono essere curati.

Dove acquistare il cortisone? Prezzo

Il cortisone può essere acquistato in farmacia su prescrizione medica o in para-farmacia quando si tratta di creme per il viso che non necessitano di prescrizione medica. Il prezzo varia a seconda della tipologia di farmaco se per uso topico quindi creme o unguenti, per uso orale sotto forma di sciroppi, capsule o compresse. Il costo generalmente per uso topico oscilla dai 3 euro ai 35 euro, mentre per uso orale non supera i 10 euro. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi