Cheratina: cos’è, benefici, utilizzi, controindicazioni

La cheratina è una sostanza di origine animale che viene usata prevalentemente come ingrediente per prodotti mirati per capelli. La cheratina è presente nei capelli, ma anche nelle criniere degli animali, all’interno della struttura degli zoccoli e delle piume dei volatili.

Viene ampiamente sfruttata in cosmetica come ingrediente per la realizzazione di balsami, shampoo e prodotti per rinforzare le ciglia. Nell’industria farmaceutica è utilizzata come rivestimento delle capsule gastro-resistenti. Vediamo cos’è e a cose serve, quali sono i principali utilizzi ed eventuali effetti collaterali che possono svilupparsi per uno scorretto utilizzo.

Cos’è la cheratina e a cosa serve?

Come abbiamo accennato, la cheratina non è altro che una sostanza di origine animale ricavata da alcune parti come zoccoli, criniera, corna e piume. Tracce della sua presenza si trovano anche nella lana delle pecore e negli artigli dei rettili. La cheratina idrolizzata è quella che comunemente viene utilizzata in cosmetica per applicazioni sui capelli al fine di renderli più lucenti, estratta dalla lane delle pecore, che si differisce dalla cheratina liquida che oltre a dare lucentezza ai capelli, aiuta a controllare il volume, a donare colore, e a riparare i danni. La cheratina idrolizzata non sembra contenere ingredienti chimici che danneggiano i capelli e può essere utilizzata anche come nutriente per le cuticole.

La cheratina rappresenta uno dei principali componenti dei capelli, delle unghie e della pelle. La sua funzione è quella di formare una pellicola che aiuta a proteggere il nostro organismo da tutti gli agenti esterni che possono danneggiarlo.

Utilizzi

I trattamenti di bellezza per capelli sono generalmente fatti con prodotti a base di ammoniaca e acqua ossigenata che possono a lungo andare provocare danni sia ai capelli che al cuoio capelluto, e fare avvertire bruciore durante le applicazioni.

La cheratina idrolizzata ha il vantaggio di non contenere questi ingredienti, motivo per cui potrebbe anche essere utilizzata da chi generalmente ha intolleranze o allergie ad alcune tipologie di prodotti per la colorazione dei capelli. I risultati dell’applicazioni durano circa tre mesi e le applicazioni possono essere ripetute dopo un po’ di tempo, anche se si dovranno fare tra una colorazione e un’altra dei ritocchi per la ricrescita.

Oltre a dare ottimi risultati proprio come qualsiasi colorazione, la cheratina aiuta a idratare in profondità la radice dei capelli, donando lucentezza e morbidezza. Può essere utilizzata, anche, per aiutare a contrastare diversi problemi come capelli crespi, secchi, rovinati dalle tinture o sfibrati

Proprietà ed effetti benefici

La cheratina è una sostanza ricca di proprietà e sembra essere anche in grado di rilasciare effetti benefici all’organismo. Talvolta viene utilizzata all’interno di formulazioni naturali, in quanto sembra essere un buon coadiuvante ai trattamenti farmacologici per diverse problematiche. In particolare:

  • può aiutare a rendere i capelli impermeabili;
  • può aiutare a facilitare la spazzolatura o arricciatura dei capelli;
  • può aiutare a rendere brillanti e luminosi i capelli;
  • con l’avanzare dell’età può aiutare a mantenere in salute i capelli rovinati dal sole, dall’acqua di mare o dal cloro delle piscine, forti;
  • può aiutare a rendere robuste e più folte le ciglia.

La cheratina viene generalmente utilizzata per aiutare a migliorare l’aspetto dei capelli, per lisciarli, dare colore e le sue applicazioni sembrano essere in grado di donare benessere anche al cuoio capelluto. Le applicazioni “base” effettuate da professionisti, sembra essere in grado di fare diventare lisci i capelli di coloro che li hanno ricci. Non solo ne aiuta a migliorare l’aspetto, definendo i ricci, ma aiuta a facilitare la pettinatura e il mantenimento giornaliero. Con queste applicazioni si evita di stressare il capello utilizzando phon, piastre.

L’obiettivo principale della cheratina è quello di creare una patina che aiuti a proteggere i capelli, rendendoli brillanti e morbidi al tatto, oltre che riparare dai danni causati da precedenti tinture. Può agire fino alla radice, grazie alla sua azione idratante, facile da applicare e i suoi risultati possono durare fino a tre mesi. 

Tipologie

Esistono vari tipi di cheratina:

  • cheratina alfa: è presente negli animali e viene utilizzata per applicazioni sui capelli che subito dopo possono essere più resistenti al tatto e all’esposizione ad agenti atmosferici. La cheratina alfa può trasformarsi in beta quando i capelli sono esposti al sole o all’umidità, in modo che rimangano lisci;
  • cheratina beta: non è elastica, tanto quella alfa, è più dura ed è contenuta negli artigli dei rettili, nei gusci delle tartarughe, nei becchi degli uccelli;
  • cheratina dura: costituisce capelli e unghia;
  • cheratina molle: è una componente della pelle;
  • cheratina per capelli: utilizzata nei trattamenti di bellezza e può essere sintetica, naturale o formaldeide. Quest’ultimo il più pericoloso per la salute perché può provocare anche la perdita dei capelli, ed essendo tossico risulta anche cancerogeno.

Trattamento a base di cheratina

Per chi volesse cimentarsi nell’applicazione di cheratina con applicazioni “fai da te”, è meglio limitarsi all’acquisto di shampoo a base di cheratina o ai balsami, che riescono a tenere in ordine i capelli facilmente. I prodotti casalinghi hanno maggiore effetto, se sono preceduti da almeno un’applicazione fatta presso i saloni specializzati, così da potere prolungare l’effetto per un altro mese circa. Chiedete sempre un parere ad un esperto prima di procedere all’acquisto perché tante volte questi prodotti possono contenere formaldeide.

Come si fa il trattamento per capelli? Funziona davvero?

Innanzitutto la prima cosa da fare è analizzare il tipo di capello sul quale si vuole fare l’applicazione, capire che tipo di danni ci sono e quindi rivolgersi ad un esperto che vi aiuti a scegliere il prodotto più adatto. Per chi invece volesse fare applicazioni casalinghe, occorre lavare i capelli per aprire le cuticole, asciugarli per togliere l’umidità in eccesso e applicare la cheratina sul cuoio capelluto, massaggiando delicatamente e lasciare agire per il tempo necessario durante il quale i principi attivi in essa contenuti, penetrano nelle fibre dei capelli. Trascorso il tempo necessario, pettinare i capelli con una piastra in ceramica per fissare la cheratina. Al termine si sciacquano i capelli e si asciugano normalmente.

Per le donne che hanno dei capelli ricci e crespi, i trattamenti liscianti fatti da professionisti possono essere un ottimo rimedio duraturo. A differenza della piastra, infatti questi prodotti liscianti possono estendere i loro benefici fino a tre mesi senza stressare la capigliatura. Il trattamento professionale, più conosciuto, è il “lisciante brasiliano”, che parte da un’analisi dei danni, prosegue con il lavaggio e applicazione del prodotto da lasciare agire, per poi terminare con il fissaggio mediante piastra in ceramica. Per due o tre giorni è consigliabile non lavare i capelli così da garantire l’efficacia del trattamento.

Trattamento “Laminazione ciglia”

Si tratta di un metodo innovativo per rendere le ciglia più robuste e lunghe, senza l’utilizzo di sostanze chimiche o applicazione di ciglia finte, ma con l’aggiunta di acido ialuronico, collagene e pantenolo partendo dall’interno. Il trattamento ha un beneficio che dura fino a 7 settimane, mentre i benefici di idratazione e nutrizione delle ciglia possono durare anche 6 mesi. 

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Alcune persone hanno lamentano la caduta dei capelli dopo un paio di settimane dalle applicazioni, altre che hanno trovato i capelli più sfibrati. L’importante è non ripetere le applicazioni per più di tre volte durante l’anno. Per quanto riguarda la sicurezza della cheratina, possiamo sembra non procurare particolari problemi ai capelli purché non contenga sostanze tossiche come la formaldeide. 

Cibi che contengono cheratina

La cheratina non può essere mangiata ma bensì applicata sui capelli, in quanto pur essendo una proteina non verrebbe digerita dal nostro organismo. Tuttavia mangiando alcuni alimenti possiamo contribuire alla sua formazione per rinforzare unghie, capelli e pelle. Gli alimenti in questione sono:

  • gelatina: di origine animale, la si può trovare nella carne in scatola, negli addensanti per yogurt, salse e zuppe;
  • cibi proteici: il consumo di pesce, carne, latte, uova, frutta e legumi è fondamentale per il benessere di capelli, pelle e unghie;
  • cibi che contengono zinco: legumi, ostriche, noci, acciughe, tonno, funghi, uova e latte di soia;
  • cibi che contengono zolfo: latticini, uova, cereali integrali e lievito di birra.

Dove si acquista la cheratina? Prezzo

La cheratina può essere acquistata in farmacia, para-farmacia, nelle profumerie, sui siti e-commerce o negozi online, presso i saloni di bellezza e saloni hairstyling. In commercio è disponibile in varie tipologie: come creme, shampoo, balsami, mascara, siero per ciglia, fiale e anche come integratore alimentare in compresse.

Il prezzo varia a seconda della tipologia e della qualità dei prodotti, oscilla dai 20 euro ai 100 euro per kit di applicazioni complete. Ricordate sempre di chiedere un parere ad un esperto prima di acquistare qualsiasi prodotto e procedere con l’applicazione.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi