Capelli sfibrati: sintomi, cause, prevenzione e rimedi naturali

I capelli sfibrati sono dei capelli per niente luminosi che tendono a spezzarsi facilmente, perché deboli. Spesso anche a occhio nudo si può notare il fusto danneggiato. Le cause possono essere molteplici come stress, disturbi ormonali, trattamenti aggressivi ma per fortuna esistono diversi rimedi naturali per porre fine a questo disturbo.

Andiamo ad approfondire meglio l’argomento vedendo nel dettaglio quali sono le cause che indeboliscono il capello, la sintomatologia e che tipo di trattamenti o rimedi naturali si possono adottare per ovviare al problema.

Le cause dei capelli sfibrati

I capelli sfibrati, indeboliti e spenti possono essere generati da diverse cause che si dividono in due categorie:

  • cause interne: legate a una scorretta alimentazione, stress, disturbi ormonali;
  • cause esterne: come esposizione eccessiva ai raggi solari, inquinamento, trattamenti cosmetici aggressivi e frequenti.

Questi fattori possono agire singolarmente ma anche in concomitanza e talvolta il problema che sta alla base è di natura genetica.

I capelli sottili sono per natura meno resistenti e si sfibrano con più facilità perché hanno una struttura meno robusta di cheratina. I capelli secchi e privi del lubrificante naturale, il sebo, sono danneggiati con più facilità dagli agenti atmosferici e quindi tendono a diventare inevitabilmente sfibrati. Le doppie punte, ad esempio, sono una tipologia di capello sfibrato, dove il fusto si danneggia spaccandosi in due punte nella parte finale.

Sintomi dei capelli sfibrati

Il principale sintomo dei capelli sfibrati è il deterioramento. Si può notare come un capello sfibrato perda brillantezza mostrandosi debole e spento. I capelli fini si spezzano con più facilità, tendono a cadere per la loro struttura poco robusta. Per capire se i capelli sono sfibrati basta fare un piccolo esperimento. Prendendo una ciocca di capelli e immergendola in un contenitore con dell’acqua, se questa va a fondo siamo in presenza di un capello danneggiato nel caso in cui, invece, dovesse rimanere a galla allora la chioma è sana. Si può rimediare con degli impacchi o maschere nutrienti che rinforzano i capelli.

Diagnosi dei capelli sfibrati

Per capire se i capelli sono danneggiati occorre sottoporli ad un’analisi fisiologica per esaminare la struttura. Il capello è composto da tre strati: midollo, corteccia e cuticola che è lo strato esterno composto da scaglie di cheratina che rappresentano una corazza robusta che serve a proteggere il capello da agenti chimici e fattori ambientali.

Un’analisi accurata evidenzierà la mancanza della cuticola, nel capello sfibrato, così da essere sottile, fragile e con una maggiore possibilità di danneggiare la struttura della cheratina. In questa situazione, qualunque trattamento cosmetico danneggerà la corteccia, non solo compromettendo i capelli che saranno più deboli e tenderanno a spezzarsi, ma esponendoli anche al rischio di caduta.

Alimentazione per capelli sfibrati

Come ben sappiamo, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel benessere generale del nostro organismo, e ovviamente una dieta sana ed equilibrata influisce positivamente anche sui capelli. Pertanto, è consigliato evitare diete troppo restrittive, in favore di alimentazioni bilanciate che introducano il giusto apporto nutrizionale e vitaminico necessario per stare in salute. Bere molto aiuta anche a tenere idratati i capelli. Importante è consumare cibi che contengano vitamina A e B12. Gli alimenti che non devono mai mancare sono:

  • carne, uova, latticini: ricchi di vitamine del gruppo A e B;
  • frutta e verdura: spinaci, funghi, asparagi, avocado ricchi di vitamine del gruppo B;
  • frutta secca, cereali: ricchi di vitamina B;
  • oli vegetali: ricchi di vitamina E.

Prima di assumere integratori, controllate che nella vostra dieta siano presenti tutte le vitamine per avere capelli forti, robusti e luminosi. Una dieta sana ricca di ferro, calcio e magnesio è l’ideale per il mantenimento in salute dei capelli e del cuoio capelluto. Una carenza di ferro, invece, può portare alla caduta dei capelli, così come prurito o irritazioni della cute possono essere un segnale per indicare un deficit di betacarotene.

I capelli sfibrati nell’uomo

I capelli sfibrati necessitano di cure specifiche per essere protetti dagli agenti esterni che possono danneggiarli ulteriormente. Ecco perché non basta utilizzare shampoo tradizionali per mantenerli puliti, perché alcune volte l’acquisto di prodotti sbagliati può peggiorare la situazione. L’assunzione di steroidi, specialmente negli sportivi, può causare un aumento dei capelli sfibrati proprio perché uno dei principali fattori di rischio sono i problemi ormonali. Più i livelli ormonali sono alterati più l’uomo può andare incontro alla caduta dei capelli. Anche lo stress peggiora lo stato di salute dei capelli, in quanto nell’organismo viene prodotta più adrenalina del dovuto provocando danni ai follicoli e di conseguenza si avranno capelli deboli e sfibrati. 

Trattamenti per capelli sfibrati

Quando si possiedono dei capelli sfibrati è fondamentale evitare di stressarli ulteriormente spazzolandoli o trattandoli con agenti chimici come tinture, decolorazioni, esposizione eccessiva ai raggi UV e altri trattamenti aggressivi. Questi risulterebbero ancora più pericolosi perché oltre ad interferire sulla struttura della cheratina, eliminano gli aminoacidi solforati che servono per rinforzare i capelli.

Per eliminare le cause che scatenano questo problema, occorre intraprendere dei trattamenti mirati:

  • in caso di stress o fattori psicologici: occorre agire sulla causa, eliminando la fonte di stress. Spesso ciò non può avvenire nel breve periodo e quindi si interviene con trattamenti eseguiti da professionisti per compensare questo stato;
  • in caso di diete prive di proteine: si possono assumere integratori per rinforzare i capelli;
  • in caso di patologie: come problemi ormonali o di tiroide, occorre l’intervento di un medico che prescriva dei trattamenti su misura.

Consigli utili per risolvere il problema dei capelli sfibrati

Per risolvere questo problema si possono seguire dei piccoli accorgimenti, come:

  • evitare tinture aggressive e decolorazioni;
  • asciugare i capelli evitando temperature troppo calde;
  • utilizzare dei trattamenti per rinforzare i capelli e la cute mediante l’applicazione di fiale di pappa reale o cheratina;
  • usare shampoo delicati per la cute, adatti per capelli deboli, sfibrati;
  • applicare balsami e lozioni dopo il lavaggio per rendere i capelli morbidi e luminosi;
  • massaggiare il cuoio capelluto per stimolare la circolazione sanguigna;
  • utilizzare spazzole o pettini che massaggiano delicatamente i capelli senza spezzarli;
  • evitare l’uso di piastre, phone che stressano i capelli e li danneggiano.

Rimedi naturali contro i capelli sfibrati

Esistono tantissimi rimedi naturali per contrastare la caduta dei capelli, i capelli secchi e sfibrati. In questi casi, sono molto utili oli vegetali che possono essere impiegati sotto forma di impacchi e maschere. I principali rimedi naturali possono essere delle ricette fai da te, a base di:

  • uovo e limone: con questi due ingredienti si può preparare uno shampoo che agisce sulla cute. Basta unire due tuorli con il succo di mezzo limone, mescolare il composto e lasciarlo agire per una ventina di minuti, trascorsi i quali si può risciacquare con acqua tiepida;
  • rosmarino: si può preparare un balsamo con olio di germe di grano e olio di rosmarino. Basta applicare una piccola dose di composto sui capelli e lasciarla agire per mezz’ora prima di fare lo shampoo. Il balsamo può essere conservato in un luogo fresco a riparo dalla luce, per qualche giorno;
  • miele e olio di oliva: con questi due ingredienti si può preparare una maschera da applicare sui capelli e lasciare agire per trenta minuti. Trascorso questa mezz’ora, si può utilizzare uno shampoo delicato per capelli secchi. Per la preparazione della maschera, occorre mescolare un paio di cucchiai di olio di oliva con un po’ di miele, sciolto per essere meno denso.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi