Caduta dei capelli: cause, tipologie, trattamenti

La caduta dei capelli può riguardare sia uomini che donne, soprattutto in estate. Poiché esistono diversi tipi di perdita di capelli, capirne la causa può essere una vera sfida, ma ad un vasto numero di cause si associano anche diversi rimedi naturali per contrastare la caduta dei capelli. La nostra chioma, infatti, è una parte fondamentale del corpo e la sua perdita rischia spesso di minare l’autostima e i rapporti sociali. La caduta dei capelli quotidiana, si presenta come un fenomeno fisiologico naturale, ma qual’ora vi sembrasse di starne perdendo più del normale, meglio correre ai ripari con i giusti metodi.

Caduta dei capelli fisiologica in estate

La caduta dei capelli avviene giornalmente come un evento del tutto fisiologico che non compromette lo stato della capigliatura. Le chiome più folte possono arrivare a perdere anche un centinaio di capelli al giorno, mentre la caduta e la ricrescita dei capelli avviene circa 20 volte durante la vita di ogni singolo individuo. La singola durata di questo riciclo di capelli può protrarsi anche per 6 anni.

Finché si parla di un rinnovamento naturale dei capelli non esiste alcun motivo di preoccupazione. Anche i cambi di stagione possono comportare una caduta e una successiva ricrescita dei capelli più o meno accentuata. Le temperature elevate, ad esempio, alterano l’equilibrio del cuoio capelluto, motivo per cui la caduta dei capelli in estate può aumentare fino al 30%. I nostri capelli tenderanno a sfibrarsi nel periodo estivo per via della secchezza, ragion per cui si raccomanda di idratare costantemente la cute quando le temperature si fanno più torride. In caso di perdita di capelli anomala si deve andare a valutare con attenzione ogni singolo caso, causa e il differente corredo sintomatico.

Le principali cause della caduta dei capelli

La perdita dei capelli colpisce soprattutto gli uomini, ma anche le donne, e rappresenta un vero e proprio problema nella maggior parte dei casi. La caduta dei capelli non fisiologica viene associata generalmente all’alopecia, una patologia specifica che provoca la perdita dei capelli e il diradamento a chiazze sulla nuca.

Oltre all’alopecia possono entrare in gioco diverse motivazioni tra cui la perdita temporanea dei capelli stagionale. In questo caso si assiste ad un incremento della perdita dei capelli legato al ciclo delle stagioni. Anche cause genetiche possono incrementare la perdita dei capelli, così come l’alterazione del rapporto delle ore luce/buio. La perdita dei capelli può comprendere anche cause psicologiche legate allo stress e ai ritmi frenetici del quotidiano, ma anche agli eventi climatici come lo smog.

Anche alcuni interventi chirurgici, come la chirurgia bariatrica in caso di sovrappeso e obesità, possono provocare la perdita dei capelli. Ancora tra le altre cause si possono trovare traumi, trattamenti farmacologici, ereditarietà. I cambiamenti fisiologici, come la gravidanza e l’allattamento, causano un abbassamento dei livelli di estrogeni che causano una maggior perdita di capelli in favore della produzione di prolattina.

Alopecia da stress

La patologia dell’alopecia può comprendere cause psicologiche dovute essenzialmente allo stress. In tal caso di assiste ad una perdita di capelli con diradamento diffuso, in particolar modo per le donne, a stempiature per gli uomini. Distinguere l’alopecia da stress dalla patologia tradizionale risulta particolarmente difficile, ecco perché molto spesso si ricerca la storia familiare dei soggetti.

Come distinguere la caduta fisiologica dalla caduta patologica dei capelli

Per valutare nello specifico la tipologia di perdita di capelli esiste un esame chiamato tricogramma. In questo modo si può identificare una perdita di capelli fisiologica da un’eventuale motivazione patologica.

Quando la caduta dei capelli risulta superiore alla ricrescita è il momento di rivolgersi al parere di uno specialista, cercando di individuare la causa esatta del problema. Nella maggior parte dei casi, avvalendosi di trattamenti tricologici, si riesce attivamente a combattere la perdita di capelli.

Partire dall’alimentazione per contrastare la caduta dei capelli

Molto spesso, un’alimentazione squilibrata, risulta la causa principale della perdita temporanea dei capelli. La composizione chimica dei capelli comprende: acqua, lipidi, sali minerali, pigmenti, vitamine
e proteine.

Quando si segue una dieta ipocalorica eccessivamente ferrea si può andare incontro a diverse carenze nutrizionali, dannose anche per la salute dei capelli. Dal punto di vista alimentare i capelli necessitano di un apporto giornaliero di proteine, grassi polinsaturi omega 3, zuccheri semplici, acqua, vitamine e sali minerali.

Sintomi della perdita dei capelli

Il sintomo più evidente della caduta dei capelli è senza ombra di dubbio visivo attraverso la valutazione della quantità di capelli persi durante il lavaggio, la piega, la perdita quotidiana. Tra gli altri sintomi possono verificarsi prurito, arrossamenti, irritazioni cutanee, più o meno intense a seconda dei singoli casi.

Caduta dei capelli, cosa fare per fermarla?

Attraverso quali rimedi si può intervenire per arrestare la perdita dei capelli? Per prima cosa si rende necessario cercare di comprendere l’esatta causa del problema. In caso di perdita dei capelli dovuta allo stress si dovrà ricercare la fonte del problema per intervenire a livello terapeutico sulla stessa.

In caso di eventi stressanti e traumatici si può ricorrere anche al supporto degli integratori alimentari anticaduta e lozioni spray da applicare direttamente su cute e lunghezze. Tra i prodotti più validi sul mercato si può ricorrere alla lozione anticaduta Foltina Plus, a base di Arginina, Serenoa e Fieno Greco in grado di stimolare la naturale ricrescita dei capelli; ma anche formulazione Smart Hair Spray, particolarmente indicata anche in caso di alopecia.

La caduta dei capelli può essere incrementata anche dall’utilizzo di prodotti di bassa qualità, motivo per il quale è consigliabile acquistare soltanto formulazioni non aggressive, a base naturale.

In caso di patologie specifiche è necessario affidarsi al parere di un medico specializzato, il quale deciderà quale trattamento risulta più indicato. I soggetti affetti da patologie gravi devono prestare attenzione anche alle formulazioni naturali da assumere per via orale, avvalendosi sempre del parere del proprio medico di base.

Rimedi naturali contro la caduta dei capelli

Oltre all’utilizzo degli integratori alimentari, a formulazione naturale, per combattere la perdita dei capelli si possono utilizzare formulazioni vegetali alla base di maschere, shampoo o balsamo. In questo caso si possono utilizzare piante ed erbe medicinali quali l’aloe vera, il succo di aloe per effettuare impacchi e lavaggi.

Anche la pianta indiana Phyllanthus emblica può essere utilizzata come base per gli impacchi sui capelli, arrestando la perdita dei capelli. Sulla chioma umida, prima del lavaggio, si può applicare anche la polpa del frutto avocado, da tenere in posa per almeno 30 minuti. I capelli e la cute, in caso di caduta, possono essere massaggiati con olio di coccoLo zenzero stimola attivamente la ricrescita dei capelli, da utilizzare unito all’olio di jojoba.

In caso di un’alimentazione scorretta è importante modificare le proprie abitudini cercando di assicurare all’organismo tutti i nutrimenti giornalieri necessari. Anche l’assunzione di acqua risulta fondamentale, per prevenire la disidratazione anche a livello del cuoio capelluto. Uno dei metodi più utilizzati per rinfoltire i capelli, utilizzati soprattutto dalle donne, consiste nell’applicazione delle extencion, un rimedio immediato che in alcuni casi tuttavia può accentuare l’origine del problema.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi