Arginina: proprietà benefiche, come si assume, controindicazioni e effetti collaterali

L’arginina è un amminoacido essenziale solo in alcune fasi della crescita, come la prima infanzia e la pubertà. In questi momenti, il fegato umano non è in grado di sintetizzarlo autonomamente ma ne richiede un apporto giornaliero esterno, tramite l’alimentazione. L’amminoacido svolge ruoli fondamentali all’interno del corpo umano e non è in alcun modo sostituibile. Sintesi di proteine, di altri amminoacidi e glucogenesi sono solo alcune delle azioni compiute dall’arginina.

Ma andiamo a scoprire perché è così importante, le sue caratteristiche, i suoi dosaggi d’assunzione ed eventuali controindicazioni.

Arginina: a cosa serve e come funziona

L’arginina è una molecola di carattere polare e dal ph alcalino. Si compone di singoli e doppi legami tra ossigeno, idrogeno e azoto, che formano una catena lineare. L’arginina serve soprattutto durante l’adolescenza e la pubertà, e nel caso si verifichino traumi estesi ed ustioni.

Gli amminoacidi come l’arginina sono definiti “mattoncini proteici”. Si tratta di subunità strutturali e, in natura, ne esistono poco più di 20; assemblandosi tra loro, in maniera differente ma mai casuale, danno vita a tanti tipi di proteine ed enzimi, molecole complesse dalle mille funzionalità. Basti pensare che, insieme a lipidi, zuccheri e carboidrati, le proteine rappresentano la base della vita sulla terra, senza le quali non sarebbero possibili le attività fondamentali del nostro organismo.

Proprietà benefiche dell’arginina

Le funzioni dell’arginina sono innumerevoli e riguardano il mantenimento dell’equilibrio dell’organismo degli adulti e la regolazione della crescita di infanti e individui pubescenti.

Nel caso di soggetti già sviluppati, le azioni intracellulari in cui l’arginina è coinvolta sono le seguenti:

  • Scarto dell’ammoniaca;
  • Guarigione cutanea;
  • Riduce il rischio di infarto;
  • Stimola l’aumento di massa magra;
  • Allevia i dolori muscolari;
  • Anabolismo di L-glutammato, creatina, glucosio e ossido nitrico;
  • Aumenta la sensazione di energia;
  • Prevenzione della disfunzione erettile e problemi legati alla fertilità maschile;
  • Mantenimento delle condizioni ottimali dell’apparato riproduttivo femminile.

E’ per questi motivi che l’arginina è una molecola molto utile per chi effettua Body Building e viene anche utilizzata all’interno di integratori naturali che favoriscono l’erezione e combattono i problemi alla prostata.

Quando è utile integrarla negli adulti per l’erezione, body building e capelli

L’arginina viene sintetizzata dal fegato umano solo dopo lo sviluppo completo del soggetto, ma ci sono casi in cui si rende necessario un intervento esterno di reintegrazione dell’amminoacido. Questi casi particolari possono riguardare l’alimentazione, ad esempio; in condizioni di scarsità di apporto di nutrienti, il cervello presenta un deficit di glucosio e la sua risoluzione ha come protagonista l’intervento dell’arginina nella glucogenesi, meccanismo atto a compensare, momentaneamente, questa carenza dalle conseguenze potenzialmente devastanti.

Alcuni traumi, inoltre, vengono trattati da composti a base di arginina. È il caso di ustioni e interventi chirurgici, la cui terapia è finalizzata alla ricostituzione tessutale.

Anche impotenza, pressione alta, infertilità, emicrania, cistite possono richiedere l’assunzione di arginina tramite integratori concentrati.

Molti sportivi si rivolgono all’amminoacido per fronteggiare dolori dovuti allo sforzo e danneggiamenti muscolari. E’ utilizzata moltissimo da chi fa body building per facilitare un rapido recupero muscolare.

Le proprietà ricostituenti dell’arginina non riguardano solo la rimarginazione delle ferite e dei traumi, ma anche la salute e la bellezza di pelle e capelli. L’arginina stimola la crescita dei capelli, proprio perché coinvolta nella sintesi delle proteine che li compongono e alla resa più efficiente del flusso sanguigno a livello del cuoio capelluto. Anche la pelle, grazie all’assunzione di arginina, appare più compatta, luminosa e salutare. L’amminoacido è un toccasana anche dal punto di vista estetico.

Come assumere l’arginina? alimentazione e integratori

L’amminoacido arginina può essere assunta tramite l’alimentazione, poiché presente in maniera ubiquitaria all’interno delle proteine animali e vegetali, in particolar modo nella soia, nei legumi, nella frutta secca, e noci.

In situazioni normali non è necessario preoccuparsi troppo dell’assunzione. Una dieta corretta e completa non provocherà deficit o problemi legati all’assorbimento di arginina; l’importante è non trascurare, nel proprio quotidiano, alcun macronutriente, vitamina o minerale.

Per assumere arginina è possibile acquistare degli integratori naturali che la contengono. A seconda dello scopo è possibile trovare in commercio una serie di prodotti finalizzati all’integrazione di questo amminoacido. Per esempio è possibile trovare integratori per il body building, integratori per contrastare la perdita di capelli oppure integratori che favoriscono l’erezione e contrastano i problemi alla prostata. Molto spesso l’arginina, in questi composti, è presente insieme ad altri elementi che agiscono in sinergia; mix di fosfoserina e arginina sono pensati per rinvigorire la mente e la memoria, mentre il connubio arginina e citrullina è spesso impiegato per le disfunzioni erettili. La formulazione di questi integratori naturali può prevedere compresse, polveri o anche bevande.

Per quanto riguarda la modalità d’assunzione, a seconda del tipo di integratore sarà necessario seguire le indicazioni presenti sul foglietto illustrativo o rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Controindicazioni ed effetti collaterali

L’amminoacido non viene mai prescritto nei soggetti la cui storia clinica presenta un infarto. In questo caso è alto il rischio di aggravare lo shock cardiaco. L’assunzione di arginina può presentare alcuni effetti collaterali come l’abbassamento della pressione, mal di testa e nausea.

Un dosaggio eccessivo di arginina può portare il soggetto ad accusare ulcere, gastriti e disfunzione dei processi digestivi, specialmente in caso di trattamenti farmacologici incompatibili con la sua assunzione. L’arginina, inoltre, può alterare i valori normali di potassio, fosfati, cloruro di sodio. È sconsigliata ai soggetti affetti da patologie epatiche e renali,mentre in caso di diabete, deve essere prescritta in dosaggi valutati dal proprio medico di fiducia.

Durante la gravidanza e l’allattamento l’assunzione di arginina viene categoricamente vietata, mentre non sono state ancora stabilite possibili interazioni o rischi per la salute dei bambini. Prima di ricorrere all’assunzione dell’arginina è sempre preferibile rivolgersi ai consigli del proprio medico di base, onde evitare qualsiasi effetto collaterale o interazione indesiderata.

Dove acquistare l’arginina? si trova in farmacia? Quanto costa?

Gli integratori a base di arginina sono reperibili ovunque. Gli store più gettonati sono quelli di articoli sportivi, farmacie, erboristerie o negozi di prodotti biologici. Esistono migliaia di prodotti e ognuno ha una sua composizione, che sia esclusivamente caratterizzata dall’arginina o da uno specifico gruppo amminoacidico.

I prezzi, generalmente, vanno dai 5 ai 150 euro. Il costo dipende dalla quantità di prodotto, dalla concentrazione di arginina, dalla qualità dell’articolo e dalla presenza o meno di ulteriori amminoacidi.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi