Dolori muscolari: sintomi, cause, corretta diagnosi, rimedi naturali e cure

I dolori muscolari sono una sintomatologia molto diffusa specialmente in coloro che svolgono intensa attività fisica oppure in chi conduce una vita troppo sedentaria. Possono essere svariati i motivi per i quali insorgono tali dolori, ma spesso possono essere correlati a condizioni e patologie anche serie.

Lo stile di vita moderno, le attività lavorative sempre più sedentarie, e la scarsa pratica di sport sono responsabili di una muscolatura meno tonica e più debole con il rischio di essere soggetti a dolori muscolari frequentemente. Andiamo ad approfondire meglio l’argomento vedendo nel dettaglio quali sono le cause, i pericoli e che tipo di rimedi naturali e trattamenti si possono seguire per trovare un po’ di sollievo.

Cosa sono i dolori muscolari e quali sono i sintomi?

In medicina il termine più indicato per parlare dei dolori muscolari è “mialgia”. Con questa terminologia ci si riferisce a tutti i dolori che possono interessare gli arti inferiori, superiori, petto e schiena.

Lo strappo muscolare si differisce dallo stiramento muscolare, in quanto in quest’ultimo le fibre muscolari non si rompono, ma si allungano eccessivamente provocando dolore e piccoli versamenti di sangue.

Per strappo muscolare si intende una lesione nella quale si interrompe il tessuto muscolare. Questo si verifica quando si rompono un buon numero di fibre del muscolo. Può accadere in molte aree del corpo, ma i muscoli dove si verificano più spesso gli strappi sono le gambe.

I principali sintomi che si associano al dolore sono:

  • debolezza muscolare;
  • eccessiva stanchezza;
  • mal di testa, febbre e brividi;
  • sintomi influenzali;
  • rigidità, gonfiore e arrossamento locale;
  • disturbi a carico dei vari organi e apparati.

È fondamentale avere un quadro completo della condizione del paziente, capire bene la sintomatologia per individuare se alla base dei disturbi ci possa essere una patologia. Spesso i dolori sono di breve entità e durano pochi giorni. In altri casi, invece, possono essere persistenti e acuti senza riuscire a trovare la causa. Ecco che è opportuno rivolgersi ad un esperto per avere una precisa diagnosi e seguire una terapia adeguata.

Cause dei dolori muscolari

Le cause dei dolori muscolari possono essere di varia natura, tra le principali abbiamo:

  • lesioni e traumi legati a una intensa attività fisica;
  • malattie come: influenza, infezioni batteriche o virali, reumatismi, tumori;
  • malattie muscolari;
  • poliomelite, cifosi, lordosi e scoliosi;
  • assunzione di farmaci per ridurre il colesterolo o la pressione, o sostanze  come cocaina e altre droghe;
  • forte tensione e stress;
  • carenza di potassio;
  • disidratazione;
  • alimentazione squilibrata;
  • accumulo di acido lattico;
  • posture scorrette;
  • dolore muscolare cronico o post allenamento;

Tipologie di dolore muscolare

Il dolore muscolare può coinvolgere gruppi specifici di muscoli come il collo, le braccia e le gambe oppure anche i tessuti che li circondano come legamenti, tendini, ossa, articolazioni e tessuti molli. Le cause sono riconducibili a una scorretta postura, esercizi fisici, oppure traumi. Il dolore localizzato ha delle caratteristiche precise: lieve entità, breve durata, causa facilmente riscontrabile e guarigione dopo qualche giorno.

Il dolore muscolare diffuso, invece, coinvolge gran parte dei muscoli e la causa più frequente è l’influenza che si manifesta nei primi giorni con dolori muscolari. In altri casi possono esserci alla base delle malattie che richiedono l’intervento di un esperto per ottenere una diagnosi precisa e un’adeguata terapia.

Alcuni soggetti possono presentare dolori associati a stanchezza cronica persistente senza avere momenti di sollievo. Le cause possono essere dovute a insonnia, deficit di vitamine, proteine e diete scorrette, anemia, ipotiroidismo, malattie autoimmuni e reumatiche, gastro-intestinali, diabete mellito. In caso di dolore muscolare alle braccia la prima causa da escludere è l’infarto che si manifesta con un dolore al torace che si espande fino al braccio sinistro.

Quando è opportuno chiedere il parere del medico?

In caso di dolori muscolari bisogna rivolgersi al medico quando:

  • il dolore dura da diversi giorni ed è forte;
  • se non si riesce a capire la causa;
  • se si manifesta nei bambini;
  • se ci sono infezioni, infiammazioni, morsi di animali;
  • si accusa difficoltà a respirare, deglutire, debolezza, vomito e febbre alta.

Prevenzione e diagnosi di mialgia

Al fine di evitare l’insorgenza di fastidiosi dolori muscolari si consiglia sempre di riscaldare la muscolatura prima di qualsiasi esercizio fisico, bere liquidi prima, durante e dopo avere fatto sport, e in caso di lavori sedentari fare piccole camminate ogni ora.

È importante individuare le caratteristiche principali del dolore per potere fare una diagnosi precisa. Il paziente deve essere in grado di riferire al proprio medico la tipologia di dolore, la durata e se ci sono manifestazioni di altri sintomi. Il dottore una volta esaminate tutte le informazioni, procederà con una visita che gli consentirà di fare una prima diagnosi che poi verrà confermata dagli esami del sangue, TAC e risonanza magnetica, biopsia.

Cura e trattamenti contro i dolori muscolari

Generalmente vengono somministrati farmaci per ridurre infiammazione e dolore ma viene anche consigliato tanto riposo, bagni caldi per rilassare la muscolatura e massaggi di fisioterapia nel caso di dolori riconducibili a traumi o lesioni post attività fisica.

Il danno provocato da una lesione può essere lieve o molto grave associato a dolore e talvolta, in questo ultimo caso, occorre intervenire chirurgicamente. Solitamente le lesioni richiedono cure immediate a seconda dell’intensità del dolore. Nei primi minuti successivi alla lesione, il dolore potrebbe non essere molto intenso. Passati i primi minuti, ecco che aumentano i sintomi fino a rendere impossibili i movimenti. Successivamente si possono manifestare gonfiore ed ematomi dovuti alla rottura dei vasi sanguigni del muscolo. Dopo l’infortunio è consigliabile immobilizzare l’arto facendo attenzione a non sforzarlo.

Al riposo viene anche consigliato di applicare il ghiaccio per un quarto d’ora per più volte al giorno e utilizzare una benda che comprima la parte in modo da ridurre l’eventuale gonfiore. Il freddo aiuta a ridurre il flusso del sangue. Dopo i primi giorni in cui occorre ridurre dolore e infiammazione grazie all’ausilio di pomate specifiche, si passa all’applicazione del calore per rilassare la parte.

Rimedi naturali contro i dolori muscolari

Il primo rimedio naturale a seguito di uno strappo, stiramento o contrattura, in presenza di dolore muscolare, è il riposo. Si può poi agire sul muscolo applicando del ghiaccio senza esagerare, per evitare di peggiorare la situazione. Nel caso di lesioni si può utilizzare l’argilla verde ventilata, applicata direttamente o assunta come compressa, in quanto agisce come antinfiammatorio naturale alleviando il dolore e portando a un veloce recupero delle funzioni del muscolo dolorante.

Anche l’applicazione di gel a base aloe vera può aiutare a lenire i dolori muscolari. Le contratture muscolari sono facili da sciogliere anche per i non esperti, tanto che i primi benefici si ottengono dopo poco tempo, mentre per gli stiramenti e gli strappi occorrono cure specifiche.

Si possono utilizzare gli oli essenziali da preparare in casa a base di arnica, eucalipto, menta piperita, e chiodi di garofano. La miscela ottenuta si applica sulla zona dolorante, massaggiando fino in profondità per alleviare il dolore e rilassare la parte.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi