Aloe Vera: caratteristiche, proprietà, controindicazioni

L’Aloe Vera è una pianta appartenente alla famiglia delle Aloeaceae, spesso utilizzata a scopo curativo contro diverse patologie e inestetismi della pelle. Il suo utilizzo si concentra in forma di gel, creme, oppure succo da assumere per via orale.

L’Aloe Vera rappresenta la specie più conosciuta tra le Aloe, spesso impiegata anche a scopo ornamentale. Ma quali sono le sue proprietà benefiche, le caratteristiche e le eventuali controindicazioni? Scopriamolo insieme nel corso dei paragrafi successivi.

Aloe Vera: caratteristiche e descrizione della pianta

La pianta dell’Aloe Vera, Aloe barbadensis Miller, appartiene alla famiglia delle Aloeaceae, si presenta come una specie succulenta che cresce soprattutto all’interno di clima aridi e secchi. L’Aloe Vera si presenta carnosa, con un portamento arbustivo in grado di raggiungere 1 metro di altezza. Le foglie dell’Aloe Vera sono disposte a ciuffo, lanceolate, con un apice acuto e spine lungo i lati.

La struttura carnosa delle foglie si deve alla presenza dei parenchimi acquiferi contenuti al loro interno. I fiori dell’Aloe Vera si suddividono in una colorazione dal giallo al rosso. I frutti della specie sono formati da una capsula loculicida. L’Aloe Vera viene coltivata soprattutto all’interno dei territori dell’America, Africa, Australia, Giappone e Russia, ma anche Italia, Grecia, Israele e Spagna.

L’utilizzo dell’Aloe Vera a scopo curativo è particolarmente antico, come testimoniato dal ritrovamento delle tavolette d’argilla in Iraq a fine Ottocento. Gli studi sulla specie ebbero invece inizio nel 1959 grazie al lavoro del farmacista texano Bill Coats.

Proprietà benefiche dell’Aloe Vera

Le proprietà benefiche dell’Aloe Vera si concentrano in particolar modo sul contenuto delle sue foglie, ricche di vitamine, sali minerali, enzimi e amminoacidi. La pianta viene sfruttata in campo cosmetico e fitoterapico a scopi differenti a seconda del disturbo da trattare. Grazie all’alto potere disintossicante l’Aloe Vera, assunta per via orale, permette l’eliminazione delle tossine in eccesso sotto cicli periodici.

Assunta per via orale l’Aloe Vera vanta un’azione immunomodulante per migliorare le risposte agli attacchi dei virus da parte del sistema immunitario. Il suo contenuto del principio attivo Acemannano stimola difatti la produzione di globuli bianchi. 

La pianta viene assunta anche come rimedio tumorale preventivo, per contrastare i sintomi legati alla chemioterapia e radioterapia.

L’Aloe Vera interviene anche sul sistema digestivo, migliorando l’assimilazione degli alimenti e la loro digestione. Utilizzata sotto forma di gel e creme migliora invece la cicatrizzazione delle ferite, il prurito, il bruciore, la pelle secca, ma anche per la cura dei capelli contro la forfora. I principi attivi dell’Aloe Vera vengono sfruttati anche all’interno di diversi integratori alimentari e formulazioni idrosolubili come AlcoBarrier per combattere la dipendenza dall’alcool.

Controindicazioni dell’Aloe Vera

L’Aloe Vera presenta controindicazioni? L’assunzione del succo può comportare alcuni effetti collaterali soprattutto nei casi in cui non sia stata correttamente eliminata l’aloina, una sostanza irritante presente nella pianta provocando bruciori di stomaco, dissenteria, disturbi gastrointestinali. L’Aloe Vera è sconsigliata ai soggetti ipersensibili o allergici. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi