Chiodi di garofano: proprietà, uso in cucina e come rimedio naturale, controindicazioni

I chiodi di garofano sono i fiori dell’Eugenia caryophyllata, una pianta dalla quale si ottiene l’olio essenziale utilizzato per aiutare a lenire i disturbi del cavo orale, mal di denti e a combattere l’alito cattivo. Si possono trovare in commercio interi, essiccati, come integratori sotto forma di capsule, ma anche come infuso ottimo per le sue proprietà che sembrano essere in grado di rilasciare effetti benefici al nostro organismo.

Viene utilizzato in cucina come spezia ma anche nella cosmesi per aiutare a contrastare la caduta dei capelli, l’acne, la pelle secca e per la pulizia del viso. Scopriamo nello specifico a cosa serve, come viene utilizzato, quali sono gli effetti benefici sul nostro organismo e che tipo di controindicazioni possono derivare da un consumo eccessivo o un errato utilizzo.

Che cosa sono e a cosa servono i chiodi di garofano?

I chiodi di garofano sono i fiori essiccati della specie Eugenia caryophyllata, una pianta nativa delle isole Molucche. Se distillati producono un l’olio essenziale, conosciuto sia in medicina che nella cosmesi, per la funzione antinfiammatoria in presenza di mal di denti e fin dai tempi antichi come antisettico per l’alito cattivo. Se lasciato in infusione per pochi minuti, in una tazza di acqua bollente ecco che può donare benessere al nostro organismo.

L’olio essenziale ha delle notevoli proprietà ed è considerato uno dei rimedi naturali più efficaci per aiutare a contrastare la stanchezza e i sintomi della depressione. Ottimo da utilizzare nei periodi di stress mentale e fisico, da applicare sotto la doccia o in un bagno caldo.

Grazie alle sue proprietà antibatteriche è consigliato in presenza di problemi delle vie respiratorie, cistiti, coliti intestinali, come afrodisiaco, calmante, repellente contro gli insetti. Per tutti questi motivi, vengono spesso utilizzati all’interno di formulazioni naturali, in quanto sembrano essere buoni coadiuvanti alle terapie farmacologiche per diverse problematiche.

Proprietà benefiche

I chiodi di garofano contengono numerose proprietà che sembrano essere in grado di rilasciare effetti benefici e donare quindi sollievo in presenza di sintomatologie. In particolare:

  • possono aiutare a calmare le infiammazioni: in quanto sembrano essere in grado di rilasciare effetti benefici al cavo orale se assunti sotto forma di caramella, infuso, collutorio oppure applicati qualche minuto direttamente sui denti, se doloranti;
  • possono svolgere una funzione anestetica: pertanto utilizzati spesso per aiutare a contrastare il male ai denti sotto forma di infuso;
  • possono aiutare a contrastare l’alitosi, masticandoli;
  • possono essere dei buoni digestivi: in quanto aiutano a migliorare il transito del cibo dallo stomaco all’intestino e bruciano i grassi;
  • possono essere antimicrobici: gli egizi li utilizzavano per imbalsamare i cadaveri ed evitare la formazione di funghi e batteri. Oggi sotto forma di infuso sono utilizzati per aiutare a contrastare micosi della pelle;
  • possono svolgere un’azione tonificante: in quanto aiutano a combattere la stanchezza, il mal di testa, stress, vuoti di memoria, e aiutano a stimolare la circolazione sanguigna;
  • possono essere afrodisiaci: se utilizzati come condimento nelle pietanze;
  • possono essere antiossidanti: in quanto aiutano a combattere l’invecchiamento della pelle e la formazione dei radicali liberi;
  • possono essere utilizzati  per conservare i cibi ne preservano la freschezza e le caratteristiche nutrizionali;
  • possono aiutare a contrastare la nausea, aria nello stomaco, sotto forma di infuso;
  • possono aiutare a contrastare la tosse e influenza.

Utilizzi

I chiodi di garofano sono molto utilizzati in cucina come spezia per insaporire carni, formaggi e verdure oppure per dare sapore ai vini, liquori e dolci. Oltre ad essere utilizzati in cucina, sembrerebbe che vengano anche molto utilizzati per le proprietà benefiche che possiedono, per aiutare ad attenuare la nausea, disturbi intestinali o indigestioni; come coadiuvanti a trattamenti farmacologici per aiutare a contrastare virus e micosi.

Se riposti all’interno di sacchetti, negli armadi o cassetti, hanno il potere di tenere lontani insetti e tarme. Uniti al limone e messi sul davanzale allontano le mosche. 

Chiodi di garofano come rimedio naturale: funzionano davvero?

I chiodi di garofano come abbiamo visto sono utilizzati in vari ambiti, e rappresentano un ottimo rimedio naturale, scientificamente dimostrato per aiutare a contrastare numerose sintomatologie, se assunti in affiancamento alle dovute cure farmacologiche.

Chiodi di garofano come collutorio

Il collutorio è indicato per aiutare a favorire il benessere di denti e gengive, in presenza di dolori o di alitosi. Basta fare bollire qualche chiodo in acqua bollente per pochi minuti, lasciarli riposare e infine filtrarli per ottenere un collutorio da utilizzare al bisogno. Può essere conservato per un paio di giorni in un barattolino di vetro ermetico.

Chiodi di garofano e dolori mestruali

Il pediluvio a base di chiodi di garofano è particolarmente indicato per chi soffre di dolori mestruali e viene preparato con l’aggiunta di erbe aromatiche e senape, in acqua dove immergerete i piedi per una ventina di minuti.

Chiodi di garofano per pelle e capelli

I chiodi di garofano sono utili per applicazioni sulla pelle e sui capelli sotto forma di spezia, olio e boccioli essiccati. Particolarmente indicati per aiutare a contrastare l’acne e i brufoli, basta applicarli sulla zona interessata preparando una maschera con l’aggiunta di miele e succo di limone. Lasciare agire la pasta sul viso per venti minuti circa, e subito dopo risciacquare con acqua fredda. Se utilizzate l’olio essenziale, invece, basterà applicarlo con un batuffolo di cotone e lasciare agire fino a quando non secca.

I chiodi di garofano sono ottimi alleati per aiutare a contrastare la caduta dei capelli, se aggiunti come olio al proprio shampoo neutro per aiutare a rinforzare la crescita e donare lucentezza. Inoltre possono essere applicati sotto forma di impacchi mescolando due cucchiai di polvere dei chiodi a mezza tazza di olio d’oliva. Basterà riscaldare il composto, fino a portarlo a bollore, lasciarlo riposare per 3 ore, trascorse le quali potrete filtrare il tutto e riporlo in un contenitore in vetro. Quando lo applicate, abbiate cura di strofinarlo prima sulle mani e poi sul cuoio capelluto, lasciandolo agire per una ventina di minuti. Non appena sarà trascorso il tempo di posa, risciacquare.

Dosaggio consigliato e modalità d’uso

Un consumo costante dei chiodi di garofano può aumentare la densità ossea e favorire la crescita perché possiede percentuali molto elevate di vitamina K, C e manganese. L’ infuso viene utilizzato per aiutare a lenire il senso di nausea, le indigestioni e i disturbi intestinali. La dose consigliata è di 1 o 2 chiodi ogni 15 ml di acqua calda.

In alternativa all’infuso si può utilizzare la tintura madre: 30 gocce in un po’ di acqua per tre volte al giorno (ma è sempre bene chiedere consiglio al medico o all’erborista). Se invece avete bisogno di un bagno caldo rilassante e rivitalizzante, potete utilizzare 100 ml di sapone neutro liquido o in alternativa 10 gocce di olio essenziale.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

I chiodi di garofano non sembrano avere particolari controindicazione, ma è consigliato non utilizzarli negli ultimi mesi di gravidanza, in presenza di ulcere, e sensibilità verso uno dei componenti e non vanno somministrati ai bambini. Se il suo olio essenziale viene consumato in dosi eccessive, può risultare tossico per fegato e sistema nervoso. Applicate sempre l’olio diluito con olio di mandorla o d’oliva sulle gengive e sulla pelle, perché se applicato puro è irritante. Prestate sempre attenzione se state seguendo terapie farmacologiche, in quanto potrebbero interferire sull’efficacia della terapia.

Dove si comprano i chiodi di garofano? Prezzo

I chiodi di garofano sono acquistabili in erboristeria, para-farmacia, online e nei negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici, spezie e aromi. In commercio sono disponibili in varie tipologie: come prodotti di cosmetica, spezie, collutori, caramelle, in polvere, interi, come integratori sotto forma di capsule e come infusi/tisane. Il prezzo varia a seconda della tipologia scelta e della grandezza delle confezioni e si aggira intorno ai 40 euro al kg per i boccioli essiccati, oppure dai 10 euro ai 100 euro per tutte le altre tipologie in commercio specie quelle di qualità.

Si consiglia sempre di chiedere il parere del proprio medico e/o erborista di fiducia prima di procedere all’acquisto e al consumo, per evitare di creare problemi in presenza di particolari condizioni di salute. Pur essendo possibile utilizzarli come rimedi naturali è sempre meglio evitare l’assunzione fai da te.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi