Verbena: proprietà terapeutiche, utilizzi, controindicazioni

La verbena appartiene ad una specie erbacea annua, ma anche perenne a seconda della tipologia, originarie della famiglia delle Verbenaceae. A livello terapeutico la verbena presenta diversi benefici per l’organismo e viene spesso integrata all’interno delle formulazioni naturali di prodotti anti-invecchiamento. Andiamo quindi a scoprire tutte le caratteristiche della pianta e le sue proprietà nei paragrafi successivi.

Verbena: caratteristiche e descrizione della pianta

La pianta della Verbena appartiene alla famiglia delle Verbenaceae e si presenta con un fusto di forma quadrangolare. Le foglie della specie sono caratterizzate da nervature ben visibili, opposte e dentate con forme tipicamente alterne. I fiori della verbena si presentano a calice raggruppati in 4/5 petali, in un colore bianco/rosato.

Il frutto consiste invece in una capsula contente 4 semi. La pianta è originaria soprattutto dei territori parte del Nuovo Mondo, del Cile e del Canada. A livello spontaneo è raro trovare la verbena all’interno delle aree europee.

Proprietà benefiche della specie

La verbena si dimostra un ottimo antistress naturale, particolarmente indicato in caso di stati ansiosi e depressivi. Sotto forma di olio essenziale la verbena è un ottimo rimedio per disinfettare il cavo orale, comprese le cavità nasali. Dal punto di vista topico la specie vanta un potere cicatrizzante, ideale anche per il benessere della pelle.

In caso di reumatismi e dolori articolari la verbena aiuta a combattere lo stato delle infiammazioni anche a livello muscolare. Tra le altre proprietà benefiche la verbena è utilizzata per abbassare la temperatura corporea in caso di febbre, per lenire i dolori muscolari, come digestivo, per proteggere le funzionalità del fegato, per favorire la lattazione, come antimicrobico. 

Modalità di utilizzo della verbena

La verbena può essere utilizzata sotto forma di tisane, decotti e infusi. La pianta si trova inoltre disponibile anche come olio essenziale ed estratto, acquistabili presso qualsiasi erboristeria e store online specializzato. Ad utilizzo topico la verbena viene spesso aggiunta in creme e lozioni, per realizzare impacchi cutanei grazie ai principi attivi presenti nelle foglie. La verbena migliora attivamente la qualità della pelle, motivo per il quale si ritrova anche all’interno della formulazione naturale del siero anti-age Bluronica.

Effetti collaterali e controindicazioni

La verbena non presenta particolari effetti collaterali e controindicazioni rispettando i dosaggi giornalieri e le applicazioni consigliate. L’utilizzo dell’olio essenziale di verbena deve essere attentamente ponderato al fine di escludere possibili irritazioni cutanee. La sua assunzione è sconsigliata per i soggetti affetti da disturbi e patologie alla tiroide.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi