Mais: cos’è, benefici, utilizzi, controindicazioni

Il mais è un cereale molto diffuso, la cui coltivazione avviene in tutto il mondo ed è conosciuto anche col nome di granoturco. Possiede numerose proprietà che sembrano rilasciare effetti benefici al nostro organismo, e si presta per la realizzazione di numerosi piatti in cucina.

Ne esistono diverse varietà in commercio come chicchi, farina, sotto forma di olio e come semplice ingrediente per uso cosmetico. Associato ad altri alimenti altrettanto salutari per il nostro organismo, senza eccedere nel consumo può rivelarsi un potente toccasana. Scopriamo che cos’è, quali sono le proprietà e gli effetti benefici sul nostro organismo e che tipo di effetti collaterali può avere un consumo eccessivo del principio attivo.

Che cos’è il mais e come viene utilizzato?

Il mais appartiene alla famiglia delle graminacce, un cereale che contiene all’interno dei suoi semi l’amido. La pianta coltivata raggiunge anche i due metri e mezzo di altezza e alcune varietà selvatiche possono raggiungere anche i dodici metri. La semina avviene nella stagione primaverile mentre i suoi frutti possono essere raccolti da agosto a settembre.

Non appena viene raccolto, prima di essere immesso nella vendita viene lavorato per essere conservato in scatola, cotto a vapore o confezionato sottovuoto. Il mais possiede i fiori femminili ovvero le spighe e quelli maschili, le pannocchie. La seta è il nome che viene attribuito al ciuffo scuro che si trova all’interno fino a raggiungere la punta estrema della spiga.

I principali utilizzi del mais sono in cucina come ingrediente per accompagnare diversi piatti della tradizione culinaria sia italiana che estera, nelle diete a stretto regime alimentare, oppure in cosmetica per la realizzazione di prodotti di bellezza.

Storia del mais

Le prime coltivazioni del mais sono riconducibili all’antica Mesoamerica. Fu grazie alla popolazione Maya che se ne conobbero le proprietà nutrizionali, tanto che venne utilizzato per cercare di contrastare la pellagra, una malattia provocata da una carenza di vitamina b3, di cui il mais è molto ricco. Nel 1500 d.C. il commercio del mais si diffuse anche in Asia e Africa. In Italia la produzione è concentrata soprattutto al nord nelle regioni della Lombardia, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia e Veneto.

Proprietà ed effetti benefici

Il mais, come abbiamo detto, possiede numerose proprietà e sembra essere in grado di rilasciare effetti benefici al nostro organismo, una volta consumato. Per questo motivo viene spesso utilizzato come ingrediente all’interno di formulazioni naturali, in quanto sembra essere un buon coadiuvante se consumato in affiancamento alle cure farmacologiche per alcuni disturbi. In particolare:

  • può aiutare a lenire le infiammazioni;
  • può svolgere un’azione diuretica: infatti il consumo viene consigliato a coloro che soffrono di problemi legati alla vescica;
  • può aiutare a favorire la cicatrizzazione delle ferite;
  • può aiutare a contrastare la funzione svolta dai radicali liberi;
  • può aiutare a contrastare i disturbi gastrointestinali;
  • può aiutare a favorire il benessere della pelle;
  • può essere consumato da chi soffre di celiachia, in quanto non contiene glutine ma dalla lavorazione si ottiene l’amido, una farina bianca che funge da zucchero complesso;
  • può aiutare a contrastare l’anemia;
  • può aiutare a integrare vitamine del gruppo B, acido folico e ferro in gravidanza;
  • può aiutare a integrare energia perché contiene carboidrati e zero colesterolo;
  • può aiutare a contrastare diabete e ipertensione;
  • può essere considerato un alimento molto digeribile: tanto da essere utilizzato nello svezzamento dal latte ai cibi semi-solidi per i neonati;
  • può aiutare a contrastare il gonfiore addominale.

Mais ed effetti benefici sul cuore

Oggi gran parte del mais è geneticamente modificato, ricco di fibre e sali minerali, vitamine del gruppo A e B. Contiene selenio, che:

  • può aiutare a proteggere il cuore, e che sembra essere in grado di svolgere un’azione antiossidante che aiuta a contrastare i radicali liberi;
  • può aiutare a svolgere un’azione di anti-invecchiamento, aiutando a mantenere bassi i livelli di omocisteina nel sangue;
  • può aiutare a ridurre il livello di colesterolo, importante per evitare l’insorgenza di patologie cardiache, arteriosclerosi, specialmente se si consuma olio di mais.

Il mais e gli effetti benefici sul cervello

Il mais è ricco di fosforo e ferro, che lo rendono un alimento che può aiutare a mantenere in salute la mente e di conseguenza la concentrazione.

Modalità di utilizzo

Il mais è un cereale molto versatile, in quanto viene utilizzato per le sue rinomate proprietà in cucina, in cosmetica e in medicina. Vediamo i principali utilizzi:

  • in cucina: si può consumare sotto forma di pannocchia arrostita o bollita. I suoi chicchi sono perfetti per condire insalate di verdure, paste o accompagnare zuppe di cereali. A colazione si può mangiare sotto forma di  “corn flakes” abbinati a yogurt e latte, oppure per preparare barrette di cereali e come frutta secca. La farina di mais viene utilizzata per la preparazione di crackers, gallette e dolci di vario tipo;
  • in cosmetica: la presenza di beta-carotene, vitamina A invece permette al mais di proteggere occhi ed epidermide. Per questo motivo l’amido di mais è utilizzato in diversi cosmetici per il trattamento di irritazioni cutanee, arrossamenti e infiammazioni;
  • in medicina: il mais viene utilizzato come rimedio per aiutare a contrastare coliche, spasmi, e problemi diuretici. In particolare viene utilizzato per le sue proprietà “la barba della pannocchia”, ovvero i fiori femminili del mais che nei mesi estivi vengono lasciati essiccare al sole e poi conservati all’interno di recipienti chiusi ermeticamente per non farli entrare in contatto con l’umidità.

Il mais in cosmetica

Il mais viene utilizzato in cosmetica, specialmente sotto forma di amido per la preparazione di creme, saponi ma anche come ingrediente di farmaci. Si possono creare diversi prodotti di bellezza fai da te mirati per la  pelle e i capelli, utilizzati anche al posto del borotalco o della cipria per le sue capacità assorbenti.

Basta mescolare un cucchiaio di amido di mais con un po’ di aceto per ottenere una maschera per pulire la pelle eliminando l’eccesso di sebo che causa i punti neri. L’ideale è lasciare riposare il composto per circa dieci minuti e sciacquare con acqua tiepida. L’olio di mais, sembra essere un buon elasticizzante, e quindi indicato per effettuare massaggi sulla pelle. Viene utilizzato per produrre plastiche biodegradabili per la realizzazione dei sacchetti per i rifiuti.

Varietà di mais in commercio

Il mais può essere utilizzato in varie forme:

  • spiga o pannocchia: lessata a vapore, arrostita;
  • i chicchi lessati o sgranati: per accompagnare contorni e insalate;
  • cornflakes: chicchi cotti a vapore, ideali per colazione;
  • olio di mais: usato a crudo perché non resiste alle alte temperature. Consumato giornalmente soddisfa il fabbisogno giornaliero;
  • farina: ideale per la preparazione di pane, pasta, cous-cous, dolci e polenta;
  • pop corn: chicchi che scoppiano col calore.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Il mais è un alimento adatto a chi è intollerante al glutine, motivo per cui può essere consumato dai celiaci ma nelle giuste quantità, per evitare di sviluppare effetti collaterali come diarrea e coliche. Una delle proteine contenute al suo interno, presenta delle caratteristiche, che nei soggetti più sensibili, può provocare gravi allergie. Ecco perché è sempre consigliato acquistare mais proveniente da agricolture biologiche certificate.

Attenzione al mais in scatola, in quanto risulta più ricco di calorie e sale, rispetto quello in natura, per la presenza del liquido che ne permette la conservazione. Questa sostanza va sgocciolata e il mais dopo l’apertura della scatola, va sciacquato, asciugato con della carta da cucina per eliminare l’umidità.

Dove si compra il mais? Prezzo

Come abbiamo visto ci sono diverse varietà di mais in commercio e sono acquistabili on line, nei siti e-commerce, nei negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici, erboristerie, para-farmacie, farmacie, negozi di cosmetica e supermercati. Il prezzo dei prodotti varia a seconda dell’utilizzo e della tipologia, ma in generale oscilla dai 2 euro ai 100 euro, per i prodotti di cosmetica e di qualità certificata.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi