Selenio: proprietà, principi attivi, controindicazioni

Il selenio, denominato scientificamente selenium, consiste in un elemento chimico particolarmente importante dal punto di vista della salute dell’organismo. Tra le sue proprietà benefiche si trovano una regolarizzazione dell’equilibrio tiroideo e un’azione anti-invecchiamento cellulare.

Il minerale essenziale del selenio vanta numerose proprietà e viene spesso impiegato all’interno della formulazione degli integratori naturali. Andiamo ad approfondire insieme tutte le caratteristiche del selenio nel corso dei paragrafi successivi.

Selenio: cos’è, caratteristiche

Il selenio è un minerale indispensabile per l’organismo. Il suo numero atomico  è contrassegnato dal 34, mentre il suo simbolo chimico è Se. Il selenio si trova anche all’interno dell’organismo umano, ma in quantità particolarmente scarse. Il selenio viene deve essere assunto tramite l’alimentazione, oppure gli integratori disponibili in commercio a seconda delle esigenze.

Del tutto simile allo zolfo il selenio vanta proprietà preventive contro le forme tumorali, enfisema, malattie cardiocircolatorie, arteriosclerosi, cirrosi, artrite. Tra i benefici maggiori per l’organismo si trova la sua azione antiossidante.

Proprietà benefiche del selenio

Il selenio presenta diverse proprietà benefiche per l’organismo a prevenzione di patologie e disturbi. Il minerale previene la formazione di patologie tumorali, interviene contro la cirrosi, l’artrite, l’arteriosclerosi, le malattie cardiache e circolatorie. Il selenio si dimostra essere un potente antiossidante naturale, utile per combattere i radicali liberi e l’invecchiamento.

Le sue proprietà interagiscono anche nella conservazione dei tessuti. I livelli di assunzione giornalieri del selenio variano da 50/55 microgrammi per i soggetti adulti; dai 60 ai 70 microgrammi al giorno in caso di gravidanza e allattamento. Il selenio agisce direttamente sugli ormoni tiroidei e la regolazione del sistema nervoso centrale.

Alimenti ricchi di selenio e controindicazioni

Il selenio si trova soprattutto all’interno dei cereali integrali, riso integrale, noci brasiliane, semi di senape, pesce, molluschi, in minore quantità nella frutta, uova e carne, Kamut, orzo, mais e farina.

Le uniche controindicazioni consistono nei sovradosaggi di selenio. La dose giornaliera da non superare si attesta oltre i 400 microgrammi in grado di provocare un’intossicazione dal minerale stesso.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi