Agrumi: proprietà benefiche, caratteristiche e controindicazioni

Gli agrumi vengono consumati all’interno dell’alimentazione quotidiana, ma sfruttati anche in altri campi, dal settore cosmetico, medico, fino agli integratori naturali. Gli agrumi si differenziano a seconda delle diverse specie di piante, molte delle quali coltivate a livello casalingo.

Dal punto di vista nutrizionale gli agrumi si presentano ricchi di vitamine A, B e C, sali minerali, fibre, antiossidanti e proprietà benefiche per la salute dell’organismo umano. Andiamo quindi ad approfondire insieme tutte le caratteristiche, proprietà benefiche ed eventuali controindicazioni degli agrumi all’interno dei paragrafi successivi.

Agrumi: cosa sono, caratteristiche

La denominazione degli agrumi indica la pianta o il frutto prodotto da alcune specie, generalmente appartenenti al Genere Citrus e alla Famiglia delle Rutaceae. Nella maggior parte dei casi la polpa degli agrumi presenta un colore traslucido, suddivisi in spicchi isolati dalle presenza di una specifica membrana. Tra le specie di agrumi più diffuse si trovano:

  • arancio 
  • mandarino
  • cedro
  • mandarancio
  • bergamotto
  • chinotto
  • pompelmo
  • pomelo
  • lime
  • limoni

Il valore nutrizionale degli agrumi cambia a seconda della specie, ma tutti si dimostrano ricchi di vitamina C e potassio. Dal punto di vista alimentare gli agrumi vengono consumati soprattutto crudi, ma possono essere sottoposti anche a procedimenti termici per la preparazione di conserve e confetture. In epoca passata gli agrumi venivano considerati un alimento a scopo terapeutico per via delle proprietà benefiche apportate all’organismo.

Proprietà benefiche degli agrumi

Gli agrumi sono famosi per il ricco contenuto di vitamina C, utile per prevenire patologie come lo scorbuto, in caso di malnutrizione causata da una carenza pericolosa di acido ascorbico. Nonostante gli agrumi non presentino ricche quantità di fibre presentano protopectina, una fibra denominata pectina.

Gli agrumi riducono i sintomi della fame nervosa e vantano un potere saziante, utile soprattutto in caso di regimi alimentari ipocalorici. Tra le altre proprietà benefiche si trova un rallentamento della digestione, la regolarizzazione dei livelli di colesterolo nel sangue, dei processi intestinali, una funzione prebiotica e di nutrimento per la flora batterica intestinale. La presenza di esperidina, presente nella buccia degli agrumi, vanta proprietà vasoprotettive.

Tutti gli agrumi presentano inoltre ricche quantità di acqua e potassio, mentre la buccia viene spesso utilizzata come detergente casalingo. L’assunzione giornaliera di agrumi partecipa alla prevenzione di alcune forme cancerogene, alla formazione dei calcoli renali. 

Agrumi: controindicazioni

Gli agrumi possono presentare controindicazioni ed effetti collaterali a seconda dei casi e delle quantità assunte. Il pompelmo interferisce con la somministrazione di determinati farmaci, motivo per il quale la sua assunzione in questi casi deve essere ponderata e valutata dal proprio medico curante.

L’assunzione di eccessive quantità di agrumi sono sconsigliate in caso di ipersensibilità e intolleranza al frutto, agli sportivi, in abbinamento a diete alimentari scorrette, nei soggetti avanti con gli anni.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi