Centella asiatica: proprietà, effetti benefici, controindicazioni

La centella asiatica, denominata anche “pianta della tigre”, è una specie vegetale originaria del Madagascar, dove trovava i suoi primissimi impieghi già in antichità. viene inserita nella composizione di diverse soluzioni cosmetiche e integratori alimentari. La centella asiatica vanta diverse proprietà benefiche per l’organismo soprattutto a livello della circolazione venosa e linfatica, dimostrandosi particolarmente efficace contro le flebiti e i gonfiori tipici della stagione estiva.

La pianta contiene numerosi principi attivi in grado di migliorare diversi disturbi e patologie. Andiamo quindi a scoprire nel dettaglio tutte le proprietà della centella asiatica, le sue caratteristiche, gli effetti benefici, le modalità di somministrazione e le eventuali controindicazioni.

Centella asiatica: caratteristiche della pianta

La pianta della tigre appartiene alla famiglia delle Ombrellifere e rientra nel gruppo delle piante curative. In natura la centella asiatica cresce soprattutto lungo i sentieri erbosi e i corsi d’acqua, caratterizzata da un fusto rampicante, con fiori di colore violaceo. Cresce spontaneamente in Madagascar, Ceylon e India ma essendo ormai riconosciuta per le sue proprietà viene coltivata e trattata in tutto il mondo.

La centella presenta proprietà cicatrizzanti dalle quali trae origine persino una leggenda orientale, si rivela un vero toccasana per i tessuti e ed è attiva nella ristabilizzazione del microcircolo.

A cosa serve? utilizzi e benefici

La centella ha svariati utilizzi e benefici, il tutto dipende dalla forma in cui viene assunta e dalla patologia o problematica estetica che si sta andando a trattare.

Cura della pelle

La centella asiatica presenta caratteristiche:

  • Antinfiammatorie, in quanto è capace di lenire traumi su pelli delicate, lenisce i sintomi di dermatiti e psoriasi e contrasta problematiche di origine acneica;
  • Cicatrizzanti, motivo per il quale abrasioni, smagliature, cicatrici, bruciature e ferite possono essere trattate tramite i suoi principi attivi;
  • Riequilibranti; Pelli grasse o eccessivamente secche troveranno facilmente giovamento nell’utilizzo di creme e composizioni a base di centella asiatica;
  • Rigeneranti; la capacità della centella di stimolare la produzione di collagene dona splendore e giovinezza alla pelle, che grazie al suo utilizzo attenuerà e preverrà le righe d’espressione.
  • Nutrienti; contiene diversi principi attivi vegetali naturali che donano alla pelle elementi di cui ha bisogno per rigenerarsi in maniera sana;
  • Aiuta, inoltre, anche in caso di gonfiori, dando slancio alla circolazione e impedendo il ristagno di liquidi. Per questo motivo trova impiego negli olii utilizzati nei massaggi anticellulite e nelle applicazioni cosmetiche pensate per chi soffre di borse e occhiaie a livello del contorno occhi.

Proprietà benefiche per l’organismo

Qualora la necessità della pianta non si dovesse fermare all’uso di uso topico e cosmetico, la centella asiatica potrà essere assunta tramite integratori, compresse, olii e tisane. Anche in questo caso i benefici sono innumerevoli:

  • Azione antiossidante;
  • Proprietà sedative e calmanti;
  • Combatte la ritenzione idrica;
  • Ha un’azione cicatrizzante anche sistemica (in caso di ulcere e gastriti);
  • Lavora bene in caso di gambe stanche e affaticate, prevenendo rottura dei capillari e rigenerando la situazione di ristagno grazie al suo effetto drenante;
  • Rinforza considerevolmente i vasi sanguigni;
  • Aiuta l’apparato gastrointestinale in presenza di alterazioni quali dissenteria, nausea e vomito.

Controindicazioni ed effetti collaterali

La centella asiatica non presenta particolari controindicazioni ed effetti collaterali, per ottenere un effetto tossico è necessario assumerla in quantità eccessivamente alte, ma è davvero difficile che ciò possa avvenire. La pianta può, tuttavia, entrare in contrasto con antidepressivi ed in particolare con le benzodiazepine. La centella asiatica è sconsigliata ai soggetti diabetici, per chi soffre di crisi epilettiche, per le donne in stato di gravidanza e allattamento. Il suo utilizzo dev’essere sempre e comunque approvato dal medico che dovrà essere informato necessariamente prima di iniziarne l’assunzione.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi