Borse sotto gli occhi: sintomi, cause, alimentazione e rimedi naturali

Le borse sotto gli occhi sono un problema che affligge molte donne. Al mattino è frequente che ci si possa svegliare con occhi gonfi, occhiaie scure e profonde che danno al viso un aspetto stanco e poco rilassato. Scopriamo da cosa dipende questo inestetismo, che tipo di sintomi provoca e quali sono i possibili rimedi naturali o trattamenti con cui intervenire.

Cosa sono le borse sotto gli occhi?

Il contorno occhi è senza dubbio la parte del viso più delicata che ha bisogno di cure e attenzioni quotidiane, specialmente con l’avanzare dell’età. Le borse si formano per un ristagno di liquidi più o meno evidente a cui si associa un aumento del tessuto adiposo.

Si tratta di un inestetismo presente anche nei più giovani, ma più visibile con il passare dell’età, pervia del cedimento dell’elasticità della pelle. Questo fenomeno può essere temporaneo e può dipendere da periodi in cui si conduce uno stile di vita non regolare o particolarmente stressato. In alternativa può essere un fenomeno permanente, quando è riconducibile a fattori genetici. 

Sintomatologia

I segni particolari delle borse sotto gli occhi sono due: gonfiore paragonabile a quello di un edema causato da un accumulo di liquidi sotto la pelle e la perdita dell’elasticità. Alcune volte possono essere accompagnate da un accumulo nella stessa zona di pigmenti di colore scuro: occhi cerchiati oppure occhiaie. La mattina appena svegli è molto frequente che si presentino gli occhi gonfi. Ciò è dovuto al continuo movimento delle palpebre che ostacolano il ristagno dei liquidi. Durante le ore di riposo notturno, le nostre palpebre restano a lungo ferme e quindi i liquidi si depositano con più facilità. Basterà che passi un po’ di tempo prima che il gonfiore possa svanire.

Principali cause

Le possibili cause che possono portare alla formazione delle borse sotto gli occhi sono diverse:

  • fattori ereditari;
  • stanchezza, affaticamento, mancanza di riposo, stress;
  • alimentazione scorretta;
  • abuso di alcool e fumo;
  • invecchiamento della cute con ridotta idratazione;
  • riduzione del tono muscolare;
  • allergie;
  • eccessiva esposizione ai raggi UV;
  • disturbi epatici o renali;
  • ipertensione e ipotiroidismo.

Accumulo di liquidi

La formazione del gonfiore sotto gli occhi può essere causata da un accumulo di liquidi che prende il nome di edema“. Questo ristagno avviene per fattori come: ereditarietà, allergie, disidratazione, eccessivo consumo di alimenti contenenti sale, stanchezza o mancanza di sonno, invecchiamento dell’organismo. Tra le prime cause troviamo anche la predisposizione genetica.

Invecchiamento

L’invecchiamento è una delle possibili cause, infatti sono poche le ragazze che presentano questo disturbo e se lo hanno è in forma lieve. Con il trascorrere del tempo, il gonfiore aumenta perché vi si associa il cedimento dei tessuti intorno l’occhio e la minore idratazione della pelle intorno alle palpebre. Questa zona di per sé è molto sensibile e sottile, e con il passare dell’età tende a diventare ancora più fragile, inoltre il tessuto adiposo trattiene i liquidi ed ecco che si formano le occhiaie.

Prevenzione e consigli utili

Per cercare di contrastare questo inestetismo, il consiglio è quello di condurre uno stile di vita avendo cura di riposare il più possibile, seguendo un’alimentazione corretta, evitando di fumare e bere alcolici. In particolare, si consiglia di:

  • riposare almeno 8 ore;
  • utilizzare un cuscino che possa aiutare a tenere sollevata la testa qualora la causa sia il ristagno dei liquidi. Dormire con un cuscino un po’ più alto o con la schiena poggiata allo schienale del letto può aiutare a facilitare il drenaggio della zona sottostante gli occhi;
  • applicare sulla parte interessata creme o sieri;
  • seguire una corretta e sana alimentazione;
  • evitare di bere alcolici e di fumare;
  • praticare attività fisica;
  • evitare di esporsi per troppo tempo ai raggi UV e utilizzare degli occhiali con buone lenti protettive può aiutare a contrastare il foto-invecchiamento della pelle;
  • fare massaggi sulla pelle del contorno occhi con movimenti circolari può aiutare a riattivare la circolazione e a sgonfiare la parte.

Se le borse sono presenti da tempo e sono un problema continuo, nonostante si seguano questi piccoli consigli, anche in giovane età, è possibile che la causa sia riconducibile a una patologia. Ovviamente occorre prima individuare la causa per potere intervenire adeguatamente. In questo caso si consiglia di:

  • parlarne con il proprio medico;
  • effettuare degli esami del sangue per indagare sulla presenza di infezioni, squilibri ormonali o di problemi al fegato e reni.

Occhiaie e borse, quali sono le differenze?

Spesso si pensa che occhiaie e borse equivalgano alla stessa cosa. Quello che accomuna questi due termini è la zona in cui si manifestano. Le cause e i sintomi annessi sono diversi:

  • le borse sotto gli occhi: sono dovute a un eccessivo rilassamento dei tessuti nella zona intorno agli occhi;
  • le occhiaie: si manifestano con aloni di colore scuro, quasi bluastri sotto gli occhi. Il motivo è riconducibile a un rallentamento della circolazione sanguigna. Le possibili cause sono legate a uno stile di vita sregolato, stress, alimentazione poco sana, mancanza di sonno e fattori genetici.

Linee guida sull’alimentazione

L’alimentazione come ben sappiamo, gioca sempre un ruolo importante sulla salute del nostro organismo. Anche in questo caso, seguire una corretta e sana alimentazione, introducendo il consumo di cibi particolari, può aiutare a contrastare la presenza del gonfiore sotto gli occhi. In particolare:

  • si possono consumare cibi freschi e ricchi di acqua, come frutta e verdure;
  • si può ridurre il consumo di alimenti salati;
  • si può evitare il consumo di bevande alcoliche;
  • si può introdurre il consumo di alimenti ricchi di potassio come le banane.

Trattamenti farmacologici e chirurgia

Le borse sotto gli occhi solitamente non richiedono cure mediche ma è necessario rivolgersi a un esperto nel caso in cui il gonfiore:

  • fosse continuo e grave;
  • fosse associato ad arrossamento, prurito e dolore;
  • colpisca anche parti del corpo come le gambe.

Il medico a seguito di una visita escluderà altre possibili cause come malattie della tiroide, infezioni o allergie. Le borse possono richiedere trattamenti specifici come:

  • farmaci: se si pensa che la causa sia un’allergia, dietro prescrizione medica si possono utilizzare farmaci lenitivi;
  • cosmetici: possono aiutare a coprire il gonfiore;
  • terapie antirughe per aiutare a migliorare il tono della pelle, ringiovanendo l’aspetto del gonfiore, come laser resurfacing, peeling chimici e riempitivi;
  • blefaroplastica: ovvero chirurgia delle palpebre per eliminare in via definita le borse. Durante l’intervento viene rimosso e ridistribuito l’eccesso di grasso, muscoli e pelle che sono ceduti. La procedura viene svolta in ambulatorio e può causare infezioni, secchezza degli occhi, problemi alla vista e ai condotti lacrimari;
  • blefaroplastica senza bisturi: una nuova tecnica che diminuisce la cute in eccesso delle palpebre senza incisione per eliminarla. Il trattamento è effettuato senza anestesia, non necessita di punti di sutura e non modifica il muscolo delle palpebre.

Per aiutare a ridurre le borse si può:

  • agire sul proprio stile di vita e sull’alimentazione: può essere necessario cambiare stile di vita per avere dei buoni risultati. Spesso la mancanza di sonno può provocare questo inestetismo. Sarà sufficiente dormire 8 ore a notte e seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura per ottenere qualche beneficio. Si consiglia sempre di non bere alcolici, di non fumare, di bere almeno un litro di acqua o frullati al giorno per idratarsi;
  • utilizzare creme e sieri: sia per gli uomini che per le donne. L’applicazione costante di questi prodotti può aiutare a rallentare la comparsa di questi inestetismi, poiché possono aiutare a mantenere la zona circostante l’occhio ben idratata, tonica e allo stesso tempo compatta. Le creme per il contorno occhi devono essere “picchiettate” delicatamente evitando di sfregare la parte. L’acido ialuronico può aiutare a schiarire i segni e a migliorare il tono della cute. Sono consigliate a tal proposito creme con vitamina E, un anti-age da applicare sia al mattino che alla sera sul viso struccato e pulito. Si può mettere la crema in frigo per avere un maggiore effetto decongestionante, nel caso in cui le borse fossero frequenti;
  • creme bio: molto utilizzate per aiutare a contrastare questo inestetismo sono le creme naturali a base di caffeina, alghe, ippocastano, liquirizia e centella asiatica. Si tratta di sostanze naturali che possono aiutare a drenare i liquidi, da applicare mattina e sera.

Rimedi naturali

I rimedi naturali sono un valido supporto ai trattamenti prescritti dal medico, che aiutano a ridurre il gonfiore sotto gli occhi. Ciò è possibile applicando maschere e impacchi che si possono preparare anche in casa, con ingredienti facili da reperire:

  • impacco freddo alle erbe: si possono preparare infusi alla camomilla da fare raffreddare e applicare con un fazzoletto imbevuto sugli occhi, un paio di volte al giorno per una ventina di minuti. Questo preparato che può anche essere lasciato raffreddare in frigo, può avere un notevole effetto antinfiammatorio naturale, utile per decongestionare. Le erbe più utilizzate sono la betulla, la centella asiatica, e l’eufrasia. Si può anche usare il per fare degli impacchi agli occhi applicando una leggera pressione con le dita;
  • cetriolo: da tagliare a fette e applicarne una su ciascun occhio per 15 minuti, un paio di volte al giorno. I cetrioli possono avere delle proprietà antinfiammatorie e lenitive, che aiutano a eliminare il gonfiore;
  • patate: da tagliare a fette e applicarne una su ciascun occhio per 15 minuti, un paio di volte al giorno. Le patate possono avere proprietà antinfiammatorie naturali;
  • gel d’aloe: se usato con frequenza può aiutare in caso di borse. Da applicare sulla parte interessata la mattina e lasciare trascorrere 24 ore prima di rimuoverlo.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi