Caffeina: proprietà, benefici e controindicazioni

La caffeina, contenuta nella classica bevanda del caffè e in diversi trattamenti erboristici e farmaceutici, è un alcaloide ad azione stimolante. La caffeina si trova presente nelle specie vegetali del caffè, del tè, mate, guaranà e cola. Ad isolare per primo il principio attivo, dai chicchi di caffè, fu il chimico tedesco Friedlieb Ferdinand Runge nel 1819.

La sua azione stimolante è conosciuta in tutto il mondo grazie ad alcune bevande e alimenti come il caffè, considerata come una sostanza psicoattiva stupefacente naturale. La caffeina integra sia effetti benefici che alcune controindicazioni, spesso protagonista di alcuni dibattiti medici e scientifici. Procediamo per gradi e andiamo a scoprire tutte le caratteristiche, proprietà ed effetti nocivi della caffeina all’interno dei paragrafi successivi.

Caffeina: proprietà e caratteristiche

La caffeina è una sostanza alcaloide estratta da alcune piante in grado di stimolare l’apparato celebrare e cardiaco. Odiernamente la caffeina viene assunta tramite bevande classiche, come il caffè e il tè contenente teina, drink energetici e alcuni alimenti. In ambito medico la caffeina viene sfruttata per la preparazione di analgesici contro il mal di testa, grazie al suo effetto vasocostrittore.

Nei confronti del sistema nervoso centrale la caffeina svolge un ruolo stimolante, spesso assunta per ridurre i sintomi della sonnolenza. A livello chimico la caffeina incrementa i livelli di adrenalina e noradrenalina, incrementando i valori del battito cardiaco. A livello muscolare la caffeina aumenta l’afflusso sanguigno e viene metabolizzata a livello del fegato per azione del sistema enzimatico.

Le ultime ricerche mediche associano la caffeina ad un’azione preventiva in caso di patologie come il morbo di Alzheimer. I ricettori del cervello sembrano interagire con la caffeina positivamente, entro quantità di assunzioni moderate.

Proprietà benefiche della caffeina

La caffeina possiede diverse proprietà benefiche in direzione dell’organismo umano. Il suo consumo, tuttavia, deve essere inteso nei dosaggi corretti consigliati, onde evitare effetti collaterali e controindicazioni. A livello celebrale la caffeina stimola la corteccia aumentando i livelli di concentrazione e memoria.

La caffeina stimola la diuresi e l’eliminazione delle tossine, migliora la digestione, incrementa la produzione dei succhi gastrici e biliari, la pressione sanguigna, previene le patologie tumorali epatiche. In caso di asma la caffeina svolge un’importante azione dilatatoria per i bronchi, riduce l’affaticamento muscolare e la perdita ossea a livello parodontale. Nelle diete ipocaloriche il principio attivo contrasta la fame nervosa, incrementando la perdita di peso.

Contrariamente a quanto si pensa la quantità di caffeina è superiore nel tè, rispetto ai più rinomati chicchi di caffè. La caffeina viene utilizzata anche in campo cosmetico per i trattamenti contro la cellulite e il contorno occhi. In campo erboristico viene sfruttata all’interno delle formulazione per gli integratori dimagranti brucia grassi.

Controindicazione ed effetti collaterali della caffeina

La caffeina presenta alcune controindicazioni, associate a particolari patologie e sovradosaggi. La sua assunzione è fortemente sconsigliata nei soggetti ipertesi, in caso di gravidanza a allattamento, nei bambini, ulcere e reflusso gastroesofageo.

Le dosi giornaliere di caffeina non devono superare i 300 mg, corrispondenti a 3 tazzine di caffè. Tra gli altri effetti indesiderati la caffeina riduce l’assorbimento del calcio e del ferro, provoca aritmie e ansie, palpitazioni, irritabilità, reflussi gastrici, ipertensione.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi