Cellulite: come si presenta, rimedi e trattamenti

La pannicolopatia edematofibrosclerotica, più comunemente detta cellulite viene spesso paragonata ad una patologia, ma in realtà si tratta semplicemente di un’alterazione del tessuto adiposo che provoca un inestetismo cutaneo. La cellulite, intesa come problematica puramente estetica, è una ritenzione eccessiva di liquidi che vengono trattenuti negli spazi intracellulari, facendo gonfiare e infine rompere le cellule adipose.

Per chiarezza, è assolutamente da distinguere dalla cellulite batterica, che provoca sintomi dolorosi ed è una condizione clinica che necessita di intervento specialistico.

Si presenta principalmente nelle donne in età fertile in zone quali cosce, glutei e addome. Importante però, è tener conto che non è necessario uno stato di sovrappeso perché l’inestetismo si presenti. Anzi, spesso fattori genetici e cattiva alimentazione sono le cause scatenanti.

Cellulite: come si manifesta?

Come accennato, la cellulite si manifesta soprattutto in direzione delle zone caratterizzate da accumulo adiposo.

Il classico effetto provocato è quello della famosa pelle a buccia d’arancia, quindi con presenza di fossette e ringofiamenti, e diminuzione della tonicità cutanea. In casi più difficili e radicati nel tempo, possono presentarsi anche solchi sulla cute, più duri da trattare.

Le cause principali

Le cause della comparsa della cellulite sono molteplici, alcune riguardanti il nostro stile di vita, ma altre sono indipendenti dal nostro controllo diretto e possono essere soltanto tenute sotto controllo. Vediamo, di seguito, quali sono le cause principali che provocano la cellulite:

  • Cause genetiche
  • Vascolarizzazione poco efficiente
  • Attività fisica insufficiente
  • Cattiva alimentazione con eccessivo utilizzo di sale e alimenti grassi.
  • Insufficiente idratazione
  • Fumo di sigaretta e alcool
  • Cause ormonali come uso della pillola anticoncezionale, disturbi metabolici e tiroidei
  • Aumento di peso o perdita di peso troppo veloce
  • Tacchi e indumenti scomodi e/o troppo stretti che ostacolano la circolazione sanguigna

Gli stadi della cellulite

Essendo un inestetismo progressivo, è possibile osservare diverse fasi, ognuna con i propri sintomi.

Come in molte situazioni problematiche, la cellulite, se trattata in tempo risulta una condizione maggiormente reversibile.

  • Primo stadio, cellulite edemosa: Presenta pelle a buccia d’arancia ma molto dura. C’è un ristagno di liquidi ma non si osservano punti dolenti.
  • Secondo stadio, cellulite fibrosa: Alla pelle poco uniforme iniziano ad aggiungersi noduli e la zona diventa fredda e leggermente dolente.
  • Terzo stadio, cellulite flaccida: Le parti coinvolte diventano più dolenti, i noduli aumentano di volume e il tessuto connettivo sottostante perde di sostegno. Iniziano a verificarsi sintomi di cattiva circolazione quali formicolii, gonfiore ecc. Anche questa fase è trattabile.
  • Quarto stadio, cellulite sclerotica: In questa fase peggiorano i sintomi di quelle precedenti. I noduli sono ben visibili e più dolenti, poiché aumentando di volume, intaccano i nervi sottostanti. La pelle ha un tipico aspetto a “materasso”.

Rimedi efficaci per combattere la cellulite

La cellulite dev’essere contrastata con un’azione su più fronti. Il primo step è quello di migliorare il proprio stile di vita dedicandosi a lunghe passeggiate a passo sostenuto, esercizi costanti per incrementare la tonicità muscolare, un occhio vigile all’alimentazione che dovrà essere ipocalorica, ricca di proteine e fibre ma povera di grassi, sale e zuccheri.

Stop anche a bibite gassate, alcolici e fumo. Qualsiasi alimento troppo grasso o atto a contrastare la normale ossigenazione dei nostri tessuti è alleato della cellulite!

Anche l’idratazione merita di particolare attenzione. I medici raccomandano sempre di bere almeno 1,5 litri d’acqua al giorno.

Rimedi naturali

In commercio possono trovarsi numerosi rimedi per la cellulite in forma naturale, come olii, fanghi e creme idratanti da utilizzare nei massaggi fai da te. Un buon massaggio anticellulite con movimenti circolatori conferisce una buona vascolarizzazione alla zona trattata, oltre ad un aspetto idratato e sano, che indubbiamente migliorerà l’aspetto della pelle. Sono disponibili integratori dai più variegati principi attivi, reperibili online, in farmacia o erboristeria. Ad ausilio della circolazione c’è anche la buona norma di alternare, sotto la doccia, getti d’acqua calda e acqua fredda.

Rimedi definitivi e professionali

Tra i rimedi più definitivi e professionali, invece, troviamo i numerosi pacchetti proposti dai centri estetici e di medicina estetica. èossono comprendere varie tipologie di trattamenti, come ad esempio:

Pressoterapia: un trattamento che prevede il rigonfiamento e il rilassamento di cuscinetti posti intorno agli arti inferiori, superiori e addome, col fine ultimo di simulare un massaggio che contrasta il ristagno dei liquidi a livello linfatico.

Mesoterapia: Somministrazione di farmaci tramite piccoli aghi, per via intradermica e ad azione di vasoprotezione, lipolitico o drenante, a seconda della necessità stabilita dal medico che veicolerà il trattamento.

Cavitazione ad ultrasuoni: Per questa tecnica vengono utilizzati ultrasuoni ad alta frequenza (1-3 MHz) per la versione estetica e a bassa frequenza (30-40 KHz) in caso di supervisione medica. Consiste nella formazione di bolle gassose all’interno di un liquido. Le bolle gassose, sottoposte al trattamento, esplodono e accumuli lipidici vengono espulsi dagli organi atti allo smaltimento delle scorie, come fegato e reni.

Alimentazione per contrastare la cellulite

Il ruolo dell’alimentazione nella comparsa o nel peggioramento della condizione cutanea della cellulite è senza dubbio di rilievo, quindi merita un approfondimento. Ma quali sono i cibi nemici della bellezza? Senza dubbio alimenti che favoriscono la ritenzione idrica, come il caffè e quelli con eccessivo apporto di sale come gli insaccati, troppo grassi come formaggi, fritti, bibite zuccherate, dolciumi, sughi pronti e salse da carne.

Da preferire, invece, è un’alimentazione ricca di fibre e completa dal punto di vista di macronutrienti (carboidrati, proteine e quantità limitate di grassi e zuccheri) e micronutrienti (minerali e vitamine). Saranno da preferire frutta, verdura, legumi, carni bianche e tisane drenanti.

I carboidrati hanno importanza fondamentale nel nostro sistema metabolico ed energetico, quindi sarà saggio non commettere l’errore di eliminarli del tutto. Vanno però assunti con la giusta moderazione. Se avete dubbi al vostro medico nutrizionista di fiducia che pianificherà un programma alimentare adatto a voi e alle vostre esigenze.

Uno stile di vita sano garantisce numerosi benefici

Questo stile di vita sano e controllato non apporterà miglioramenti solo al vostro aspetto fisico diminuendo i segni della cellulite. Infatti, in tempi ragionevoli noterete una diminuzione dello stress e migliorie nel funzionamento di ogni aspetto del vostro organismo. Ne beneficerà il vostro intestino, che avrà meno possibilità di sviluppare la sindrome del colon irritabile, il vostro cuore, che conserverà le sue performance per lungo tempo, le vostre ossa, che ricevendo buone quantità di calcio sapranno far fronte al problema dell’osteoporosi in età avanzata.. Insomma, ci sono mille motivi per seguire poche e semplici regole.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi