Tè verde: proprietà, benefici e controindicazioni

Il tè verde è una bevanda conosciuta in tutto il mondo, ottenuta dalle foglie della specie vegetale Camellia sinensis, senza subire alcun processo di ossidazione durante la lavorazione. Il tè verde viene spesso associato ai regimi alimentari dimagranti, alla formulazione degli integratori e alla composizione di diversi prodotti cosmetici.

Il tè verde presenta diverse proprietà positive per la salute e si dimostra una delle fonti antiossidanti più potenti in natura. L’azione del tè verde agisce soprattutto contro l’invecchiamento cellulare, assunto tramite infusi oppure sotto impiego topico. Scopriamo insieme, all’interno dei paragrafi successivi, tutte le caratteristiche, proprietà e controindicazioni del tè verde.

Tè verde: cos’è, caratteristiche della pianta

Il tè verde è una variante del tè tradizionale che si ottiene tramite la lavorazione delle foglie di Camellia sinensis. Il tè verde è consumato soprattutto in Giappone e nel Medio Oriente, ma anche all’interno dell’Occidente grazie ai suoi effetti benefici. La pianta del tè verde si presenta ricca di antiossidanti, utili per combattere e prevenire l’invecchiamento cellulare.

La concentrazione di antiossidanti nel tè verde si ricava soprattutto dalle foglie e dai germogli. Tra le sue azioni principali il tè verde incrementa anche la perdita di peso, presentando una concentrazione di polifenoli superiori all’azione delle vitamine C ed E. In natura si trovano moltissime specie vegetali di tè verde, ognuna delle quali con caratteristiche fisiche e proprietà differenti a seconda dell’aria di coltivazione. I principali paesi produttori di tè verde risultano essere la Cina e il Giappone, ma anche l’India.

Proprietà benefiche del tè verde

Le proprietà del tè verde si concentrano soprattutto sull’alto potere antiossidante, in grado di ritardare e prevenire l’invecchiamento cellulare. Il tè verde è ricco di polifenoli, flavonoidi che intervengono nella regolazione dei processi cardiaci, sostante in grado di regolarizzare i livelli di colesterolo LDL, a prevenzione di patologie cardiache.

Il tè verde incrementa l’azione dimagrante, se associato ad uno corretto stile di vita alimentare e sportivo, grazie al contenuto di metilxantine, caffeina, teobromina e teofillina, bruciando i grassi in eccesso. Il tè verde vanta inoltre un’azione diuretica, favorendo l’eliminazione dei liquidi che tendono ad accumularsi nei tessuti, contrastando anche la cellulite femminile. Tra le altre proprietà benefiche anche l’azione remineralizzante a protezione dei denti e delle ossa.

Tè verde: metodi di assunzione

Il tè verde può essere assunto sotto forma di tisana o infuso classico, integratori specifici a formulazione naturale, estratti, ma anche cosmetici e creme ad uso topico. A seconda delle necessità il tè verde si dimostra un alleato contro l’invecchiamento cellulare, la ritenzione idrica, il sovrappeso, i radicali liberi, i rischi cardiovascolari, il colesterolo cattivo.

Controindicazioni ed effetti collaterali del tè verde

Il tè verde contiene un’alta concentrazione di caffeina, inferiore rispetto al caffè, ma pur sempre sconsigliata in caso di sovradosaggi. La caffeina presente nel tè verde può provocare ansia e insonnia, vomito, nausea e alterazioni dell’umore. Il tè verde non deve essere assunto in orario serale, onde evitare disfunzioni del sonno.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi