Tè verde: proprietà, benefici e controindicazioni

Il tè verde è una bevanda ottenuta da un processo di lavorazione delle foglie della pianta, che non subisce alcun processo di ossidazione. Questa pianta sembra avere innumerevoli proprietà benefiche per il nostro organismo. L‘assunzione del tè verde è spesso associata a diete per perdere peso, ma viene anche utilizzato come ingrediente per la formulazione di integratori e prodotti cosmetici.

Si presenta come un ottimo rimedio naturale antiossidante, che aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi, l’invecchiamento cellulare se assunto sotto forma di infusi o se impiegato localmente. Scopriamo insieme, all’interno dei paragrafi successivi, tutte le caratteristiche, proprietà benefiche ed eventuali controindicazioni del tè verde.

Caratteristiche della pianta di tè verde

Il tè verde è un’alternativa al tè classico, e si ricava dalla lavorazione delle foglie bloccando ogni forma di fermentazione. Il maggiore consumo avviene in Giappone e nel Medio Oriente, ma anche all’interno dell’Occidente per i suoi presunti effetti benefici sul benessere del nostro organismo.

I vari tipi di tè si classificano in base al processo di lavorazione che subiscono. In particolare, mentre nella preparazione del tè nero la fermentazione è fondamentale per il raggiungimento dell’aroma desiderato, il tè verde si ottiene partendo da foglie giovani e fresche, lavorate in modo da bloccare tutti i processi di fermentazione. Nell’antica medicina tradizionale cinese, erano già ben note le virtù di questa bevanda che veniva utilizzata per aiutare a contrastare mal di testa, eliminare le tossine e come elisir di giovinezza.

Proprietà ed effetti benefici

Dalle foglie e dai germogli di questa pianta si ricava la maggiore concentrazione di antiossidanti. Come abbiamo detto, si tratta di un alimento naturale che possiede innumerevoli proprietà e che sembra essere in grado di rilasciare effetti benefici al nostro organismo una volta consumato. Proprio per questo motivo, le sue foglie vengono utilizzate all’interno di formulazioni naturali, in quanto sembrano essere dei buoni coadiuvanti se utilizzate in affiancamento alle cure farmacologiche per diversi disturbi. In particolare:

  • può aiutare a favorire la perdita di peso, grazie alla concentrazione di polifenoli superiore all’azione delle vitamine C ed E;
  • può aiutare a diminuire i livelli di colesterolo nel sangue;
  • può aiutare a contrastare l’insorgenza di malattie cardiovascolari;
  • può aiutare a contrastare gli effetti negativi del fumo;
  • può aiutare a proteggere le cellule cerebrali dai tipici sintomi delle malattie neuro-degenerative;
  • può essere inteso come un buon coadiuvante alle terapie farmacologiche per il morbo di Parkinson e l’Alzheimer;
  • può aiutare a proteggere lo smalto dei denti dalle carie;
  • può aiutare a ridurre l’assorbimento degli zuccheri e a favorire l’eliminazione dei grassi;
  • può aiutare a contrastare la ritenzione idrica, cellulite e infezioni delle vie urinarie.

Secondo una recente ricerca sulle proprietà benefiche del tè verde, condotta su un campione di donne in menopausa, pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, sembrerebbe che l’assunzione giornaliera possa agire positivamente sulla struttura delle ossa e dei tessuti, pervia della potente azione re-mineralizzante. 

Metodi di assunzione

Il tè verde può essere assunto sotto forma di tisana, infuso, come integratore alimentare ad azione dimagrante, oppure di estratto secco, ma anche come crema cosmetica da applicare localmente. A seconda delle necessità il tè verde sembra essere un ottimo rimedio naturale per aiutare a combattere: l’invecchiamento cellulare, la ritenzione idrica, il sovrappeso, l’azione svolta dai radicali liberi, problemi cardiovascolari, e aiuta a mantenere bassi i livelli di colesterolo. 

Il tè verde funziona davvero per dimagrire?

Non esistono bevande miracolose che permettono di perdere peso in poco tempo. Bensì per potere mantenere in buona salute il nostro organismo e perdere qualche chilo di troppo, è bene seguire uno stile di vita sano ed equilibrato. Mangiare bene e fare attività fisica regolarmente, sono i migliori rimedi per aiutare a contrastare il sovrappeso e l’obesità, in affiancamento alle terapie farmacologiche.

Il tè verde ricco di sostanze antiossidanti aiuta a rilasciare un senso di sazietà prolungato. Può aiutare inoltre, ad accelerare il metabolismo, stimolando il processo che trasforma i grassi introdotti con il cibo in calorie, indirizzando carboidrati e grassi verso la produzione di energia piuttosto che creare tessuti adiposi. Lavorare sul processo di termogenesi, aiuta a tenere sotto controllo il peso, impedendo così l’accumulo del grasso nella zona addominale e nel girovita.

Il tè verde, quindi, sembra essere in grado di aiutare a dimagrire perché contiene le molecole che aiutano a ridurre l’assorbimento degli zuccheri, l’eliminazione dei grassi, grazie all’azione vasodilatatoria e aiuta ad aumentare l’attività diuretica svolta dai reni. La produzione e l’eliminazione dell’urina, favorisce la depurazione e la disintossicazione dell’organismo in quanto vengono espulse le scorie che si accumulano nel corpo, i liquidi in eccesso che se risiedono danno origine alla cellulite.

Dosaggio giornaliero consigliato per dimagrire

Preparare una buona tazza di tè verde può aiutare ad ottenere migliori benefici sul peso corporeo. Con un dosaggio giornaliero corretto, che consiste nell’assunzione di tre tazze al giorno, una la mattina per colazione al posto del latte, una come spuntino pomeridiano e una mezz’ora prima del pranzo o della cena si possono ottenere dei buoni risultati. Ovviamente al consumo del tè si deve associare una sana alimentazione, dell’attività fisica e laddove necessario le cure farmacologiche prescritte da uno specialista.

Il dosaggio consigliato sotto forma di estratto secco, in compresse o capsule, non deve superare i 600-800 mg. Queste sono delle indicazioni generiche che non vanno utilizzate per le somministrazioni fai da te. Chiedete sempre un parere del medico o di un esperto, prima di procedere alla somministrazione di integratori, specialmente in presenza di patologie o se state seguendo una terapia farmacologica.

Come preparare una tazza di tè verde

Per preparare un buon tè verde ci sono delle piccole regole da seguire affinché sia gradevole da bere. Per ogni tazza da preparare occorre un cucchiaio raso di foglie e 200 ml di acqua minerale naturale da riscaldare senza farla bollire. La temperatura perfetta deve essere sugli 80°C, per fare sì che i principi attivi rimangano inalterati. Se non si dispone di un termometro per alimenti, quando inizia a fumare e assume un aspetto leggermente opaco, il tè ha raggiunto la temperatura.

Una volta versata l’acqua sulle foglie o sulla bustina con gli estratti secchi, lasciatelo in infusione per non più di tre minuti e filtrate la bevanda. I tempi di infusione sono riportati anche sulle confezioni. Se lasciate in infusione il tè per troppo tempo, questo rilascia i tannini che danno un sapore amaro e possono provocare tachicardia. Una volta pronto, si può aggiungere qualche goccia di limone, un pizzico di zucchero di canna o del miele. Non aggiungete il latte perché può inficiare l’effetto dimagrante dei polifenoli. 

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Nonostante la caffeina, contenuta nel tè verde sia inferiore rispetto a quella contenuta nel caffè, si consiglia di non consumarne in dosi eccessive per evitare di provocare effetti collaterali quali ansia, irritabilità, tachicardia,  insonnia, vomito, nausea e sbalzi di umore. Il tè verde non va mai consumato superate le ore 18.00 in quanto può provocare disturbi del sonno. In gravidanza e durante l’allattamento va assunto senza esagerare, proprio per questo motivo.

Le sostanze rilasciate dal tè possono aumentare la quantità di acido gastrico e quindi è sconsigliato il consumo o comunque ne devono ridurre le dosi, coloro che soffrono di reflusso gastrico, ulcera peptica. Queste, inoltre, riducono la quantità assorbibile di ferro, motivo per cui gli anemici devono evitarne il consumo vicino ai pasti principali.

Se state seguendo una terapia a base di insulina, o farmaci per il sangue può provocare un’interferenza. Ricordate sempre di rivolgervi al medico per essere seguiti nella somministrazione e sapere nel dettaglio quali sono le modalità di assunzione più adatte alle vostre esigenze, in linea con il vostro quadro clinico.

 

Dove acquistare il tè verde? Prezzo

Il tè verde si può facilmente acquistare nei supermercati, presso le erboristerie, para farmacie, sui siti online e e-commerce, nei negozi di prodotti biologici sotto forma di foglie, estratto secco, in bustine, come tisana, come integratore alimentare per aiutare a perdere peso ma anche come ingrediente di preparazioni cosmetiche presso negozi per prodotti di bellezza. 

Il costo varia a seconda dell’utilizzo, ma generalmente oscilla dai 3 euro ai 30 euro per uso alimentare, come integratore varia dai 3 euro ai 20 euro, mentre per i prodotti di cosmetica il prezzo può raggiungere anche i 100 euro.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi