Pinoli: benefici, utilizzi, allergie e controindicazioni

I pinoli sono dei semi oleosi che fanno parte della frutta secca. Sono utilizzati in cucina per preparare dolci, condimenti salati ma possiedono anche degli effetti benefici e proprietà curative per il nostro organismo, in particolare per i vasi sanguigni. I pinoli sono i semi degli alberi di pino, la cui raccolta avviene tra l’autunno e la primavera.

Particolarmente consigliati, per il loro apporto energetico, a tutti coloro che praticano sport e per affrontare periodi di stress e stanchezza. Vanno consumati non in dosi eccessive specialmente da chi soffre di diabete ed è in sovrappeso. Scopriamo cosa sono i pinoli, quali sono le sue proprietà benefiche e nutritive per il nostro organismo e che tipo di controindicazioni o effetti collaterali possono svilupparsi per un consumo eccessivo.

Che cosa sono i pinoli e a cosa servono?

I pinoli sono i semi degli alberi dei pini, avvolti in guscio che prende il nome di strobilo, posti all’interno delle scaglie delle pigne. La raccolta avviene tra ottobre e aprile, per poi essere lasciati essiccare al sole. Nella stagione primaverile avviene la pulizia dei pinoli che vengono privati del guscio e venduti confezionati per essere utilizzati in cucina nelle ricette di dolci e piatti salati.

In Italia i pinoli sono utilizzati in cucina per la preparazione di piatti tradizionali come “pesto alla genovese” e “castagnaccio”, in Alto Adige per la distillazione del liquore aromatico. Oltre a essere utilizzati in cucina per macedonie, salse, insalate sono fonte di nutrienti per mantenere in salute il nostro organismo.

All’interno dei pinoli si trovano acidi grassi in grado di ridurre il colesterolo nel sangue, proteine, fibre, amminoacidi, sali minerali con un alto contenuto di ferro, fosforo, potassio, manganese, zinco, rame e vitamine del gruppo B1, B2, E e PP.

Proprietà benefiche dei pinoli

I pinoli sono fonte di energia e calorie, pertanto utili per coloro che praticano attività sportive o per affrontare periodi ricchi di stress e affaticamento. Proprio per questo motivo, vanno consumati in giuste porzioni senza eccedere specie se si soffre di diabete o se si è in sovrappeso. Anticamente i pinoli erano considerati potenti afrodisiaci e ottimi stimolanti per la fertilità, tanto che in Grecia le pigne erano simbolo di fertilità.

I pinoli sono ricchi di sali minerali e sono consigliati in presenza di sintomi come stanchezza fisica e mentale, nei casi di gastrite e acidità di stomaco, durante bronchiti o problemi legati alle vie respiratorie, mal di gola. Grazie all’acido contenuto al loro interno danno anche un senso di sazietà, e per questo motivo gli vengono attribuite proprietà dimagranti. Mangiati in piccole dosi sono utili per ridurre la fame.

I pinoli come rimedio naturale

I pinoli sono un ottimo rimedio naturale per:

  • contrastare il colesterolo nel sangue grazie alla presenza dell’omega 3;
  • espandere le pareti dei vasi sanguigni proprietà che può tornare utile in presenza di patologie come ipertensione o problemi di cuore;
  • contrastare l’invecchiamento cellulare del nostro corpo, in quanto sono ottimi antiossidanti contro l’azione svolta dai radicali liberi;
  • dare carica durante la giornata: in quanto sono dei perfetti energizzanti ricchi di nutrienti, perfetti quindi in caso di stanchezza, se si è soliti svolgere sport, per chi ha bisogno di concentrazione per lo studio, dopo periodi di convalescenza, alle donne in gravidanza, nel periodo dell’allattamento, ai bambini e agli adolescenti di corporatura esile;
  • la regolarità intestinale e sono molto utili in caso di stitichezza, in quanto grazie alla presenza delle fibre alimentari facilitano il transito e il movimento intestinale;
  • migliorare la circolazione del sangue riducendo i dolori del ciclo mestruale, grazie alla vitamina K;
  • alleviare i crampi di origine muscolare grazie al magnesio;
  • contrastare raffreddore, influenza, febbre e tosse, poiché svolgono un’azione antibatterica, antivirale e antinfiammatoria naturale che agisce aiutano il nostro sistema immunitario.

Utilizzi dei pinoli in cucina

I pinoli possono essere consumati sia freschi che arrostiti e li possiamo trovare all’interno di biscotti per accompagnare le nostre colazioni o spuntini, come ingrediente per condire insalate nei periodi estivi, oppure nei sughi per preparare il pesto o accompagnare le verdure alla griglia, secondi piatti a base di pesce o agrodolci di carne.

In cucina hanno diversi utilizzi sia come ingrediente dei tradizionali piatti di origine ligure, conosciuti in tutto il mondo, che nella pasticceria per arricchire biscotti, torte con l’aggiunta anche dell’uvetta oppure nella preparazione di gustosi e deliziosi dessert dal sapore afrodisiaco, come il castagnaccio. 

Dosaggio giornaliero dei pinoli

Negli ultimi tempi nella dieta mediterranea è stato introdotto il consumo della frutta secca. Senza eccedere nelle porzioni, il dosaggio consigliato è di circa 20-30 grammi al giorno. Un consumo parsimonioso della frutta secca, ovvero di pinoli, noci, mandorle e quant’altro può avere degli effetti benefici sul nostro organismo. In particolare, come abbiamo visto, aiuta a mantenere in equilibrio il livello del colesterolo nel sangue grazie alla presenza degli acidi grassi.

Le proteine fanno sì che i pinoli vengano utilizzati come ingredienti per la realizzazione di integratori mirati a favorire il corretto funzionamento dell’apparato vascolare, disfunzione erettile nell’uomo e prevenzione di patologie a carico del cuore. Le fibre, invece, sono responsabili del corretto funzionamento dell’intestino e della sua regolarità, mentre le vitamine contenute nei pinoli hanno un ottimo effetto antiossidante. I benefici, legati al consumo del pinolo riguardano i soggetti con colesterolo alto, coloro ce soffrono di ipertensione, e aiutano le donne in gravidanza.

Controindicazioni dei pinoli

I pinoli possono provocare reazioni allergiche, anche gravi, in coloro che sono intolleranti a uno dei componenti contenuti al suo interno. Viene sconsigliato il consumo durante l’allattamento perché può influire negativamente sul sapore del latte materno oltre che rappresenta un possibile allergizzante pericoloso per il bambino. A parte questi accorgimenti, è un alimento che non provoca alcun rischio sempre se consumato in modo non smisurato, pervia del suo elevato apporto calorico.

Dove acquistare i pinoli? Prezzo

I pinoli possono essere acquistati interi o sgusciati nei negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici, al supermercato, in parafarmacia, in erboristeria, online e sui siti e-commerce. In commercio si possono trovare varie tipologie: sgusciati, interi, tritati in confezioni già pesate oppure sfusi, come integratori. Il prezzo varia a seconda della tipologia, per uso alimentare dai 3 euro per piccole confezioni, fino agli 80 euro al chilo, mentre sottoforma di integratore in capsule non supera i 20 euro.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi