Labbra gonfie: cosa sono, cause, diagnosi, trattamenti e rimedi naturali

Una tra le più comuni reazioni allergiche alle labbra riguarda il cosiddetto “edema labiale”, ovvero un accumulo di liquido all’interno dei tessuti e nei capillari. Questo gonfiore generalmente può avere natura allergica a seguito di una reazione che si manifesta dopo avere mangiato un particolare alimento, ma a questo si possono anche aggiungere diverse cause legate a infezioni, traumi, infiammazioni oppure patologie, talvolta anche gravi.

Ecco perché non bisogna mai sottovalutare la sintomatologia. Andiamo ad approfondire meglio l’argomento vedendo nel dettaglio di cosa si tratta, quali sono le principali cause, fattori di rischio, e che tipo di rimedi naturali si possono adottare.

Quando si parla di labbra gonfie per reazione allergica?

La principale reazione allergica che si manifesta con un evidente gonfiore del labbro superiore e inferiore, prende il nome di “edema labiale”, ovvero un eccesso di liquido contenuto al loro interno. La reazione allergica può scatenarsi a seguito di un processo di infiammazione del tessuto, più o meno grave, e genera un istantaneo gonfiore delle labbra, che a seconda dei casi può essere accompagnato da evidenti e fastidiosi sintomi.

Ecco perché si consiglia sempre, di porre particolare attenzione a tutta la sintomatologia correlata, e se necessario rivolgersi a un esperto. Quando il disturbo non è una conseguenza di infezione o a carico di patologia seria, si può pure ricorrere ai classici rimedi naturali anche fai da te.

Causa delle labbra gonfie

Le labbra gonfie sono spesso il risultato di una reazione allergica che può essere dovuta all’assunzione di farmaci come la penicillina, cui il soggetto è allergico (inconsapevolmente) oppure al consumo di cibi come cioccolato, crostacei, molluschi, glutine, lattosio, noci e uova. All’allergia di origine alimentare, può associarsi anche quella di origine animale oppure il polline, tutti potenziali fattori di rischio che possono scatenare delle reazioni allergiche.

Il gonfiore alle labbra, però, può anche essere riconducibile a traumi, lesioni, irritazioni, chirurgia orale, scottature da raggi solari o alimenti troppo caldi e piccanti, ma anche per impianti dentali. Altre cause reazioni allergiche potrebbero essere infezioni batteriche, virali o funghi.

Tra le patologie che possono causare reazioni allergiche alle labbra abbiamo tumori, patologie infiammatorie delle labbra, disturbi neurologici anche rari, herpes o angioedema, insufficienza renale o cardiaca, obesità, gravidanza e malnutrizione.

Solitamente quando c’è in corso un’infiammazione a causa di una puntura di insetto, il contatto con allergeni, ustioni si innescano dei meccanismi di difesa da parte del nostro organismo che possono portare un maggiore afflusso di sangue nelle labbra, necessario per contrastare lo stato infiammatorio e porre rimedio. Chi è esposto a questo tipo di disturbo, non appena entra in contatto con il materiale o il cibo verso cui è allergico, tende a sviluppare nell’immediato l’edema labiale. I principali prodotti verso cui si può presentare una reazione allergica alle labbra sono:

  • rossetti e burro cacao;
  • lattice e peli di animali;
  • farmaci come FANS, antibiotici e medicine per l’ipertensione;
  • applicazione di fillers: ovvero iniezioni a scopo estetico di sostanze riempitive come acido ialuronico, collagene, all’interno delle labbra. Non sempre, però, questi prodotti vengono assorbiti dalle labbra in poche settimane, ci sono casi in cui può essere un processo lento o addirittura ciò può anche non avvenire portando appunto a situazioni allergiche. In questo ultimo caso, occorrerà un ulteriore intervento estetico, stavolta utilizzando particolari sostanze che siano in grado di porre rimedio al difetto estetico causato dal gonfiore.

Sintomi delle labbra gonfie

La reazione allergica alle labbra può essere associata a sintomi quali:

  • cambiamento del colore;
  • febbre e brividi di freddo;
  • sensazione di svenimento;
  • screpolatura;
  • shock anafilattico con difficoltà respiratorie, cute arrossata con orticaria, gonfiore alle caviglie e polsi, bruciore, vertigini, mal di testa e vomito.

In presenza di questa sintomatologia è sempre consigliato rivolgersi al medico.

Diagnosi e trattamenti per labbra gonfie

Chiedere il parere di un esperto, è fondamentale per stabilire una diagnosi certa. Il paziente che presenta un gonfiore labiale, insieme al medico cercherà di ricostruire quanto accaduto, analizzando da quanto tempo il problema è presente, se si sono assunti dei farmaci prima del gonfiore o consumati cibi particolari.

La terapia viene prescritta solo dopo avere trovare la causa del disturbo. In caso di labbra gonfie a causa di:

  • un trauma sarà consigliato utilizzare del ghiaccio;
  • in caso di reazione allergica occorreranno sicuramente degli antistaminici;
  • se il disturbo è legato a un’infezione il medico prescriverà in base al tipo di infezione antibiotici o medicine contro virus e micosi;
  • in caso di infiammazione saranno necessari i FANS.

Si ricorre al consulto con uno specialista per avere una diagnosi più precisa e una terapia mirata, in presenza di patologie gravi.

Rimedi naturali contro le labbra gonfie

Non esiste un trattamento valido per curare qualsiasi tipo di reazione allergica alle labbra, perché possono esserci vari tipi di patologie. Ovviamente a seconda della gravità della situazione si può intervenire anche con rimedi naturali nel caso in cui il gonfiore non dovesse essere eccessivo. Tra i più comuni troviamo:

  • impacchi con ghiaccio: avvolti in un asciugamano e posizionati sulle labbra per non più di dieci minuti, intervallati da pause. Non utilizzare il ghiaccio direttamente sulla pelle perché può provocare dolore e prurito;
  • acqua calda: basta prendere una ciotola, immergere dentro un panno avendo cura di strizzarlo per eliminare l’acqua in eccesso e applicarlo sulle labbra per dieci minuti. L’applicazione va ripetuta dopo un’ora;
  • applicazione di olio di cocco utile per le lesioni della cute;
  • impacchi di acqua bicarbonato se il gonfiore è causato da una puntura di insetto. Il bicarbonato può essere utile se al gonfiore delle labbra si associa anche febbre da reazione allergica. Basta prendere un cucchiaio di bicarbonato di sodio, mescolarlo con un po’ di acqua e applicare la pasta ottenuta sulle labbra infiammate. Così facendo, lasciare riposare per una decina di minuti prima di rimuovere il tutto con dell’acqua fredda;
  • impacchi di acqua salata e miele che svolge una funzione antibatterica;
  • applicazioni con oli naturali diluiti sulla pelle;
  • polvere di curcuma: applicare una pomata a base di erbe con l’aggiunta della curcuma in polvere. Mescolare bene l’impasto e applicarlo sulla zona infiammata. Lasciarlo riposare fino a quando non si sarà completamente assorbito e poi sciacquare con acqua tiepida. Questa applicazione, antisettica e cicatrizzante, può essere fatta per un paio di volte al giorno;
  • aloe vera: grazie alle sue proprietà antinfiammatorie aiuta a ridurre la sensazione di bruciore e gonfiore sulle labbra. Basta prendere una piccola dose di succo o di gel, applicarla per due, tre volte al giorno sulle labbra e massaggiare.

 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi