Estratto di arancio: proprietà, effetti benefici, utilizzi in cosmetica e controindicazioni

Le arance sono una frutta tipicamente invernale, conosciute per la grande quantità di vitamina C che contengono. Hanno origine asiatica, patria da cui vennero importate nel XIV secolo in Europa. In Sicilia prendevano il nome di “melarancia” e ce n’erano vaste coltivazioni. Grazie a un metodo di estrazione e spremitura a freddo, dei frutti essiccati, se ne ricavano due oli essenziali: dolce e amaro, ciascuno con possibili proprietà ed effetti benefici per il nostro organismo.

Dai fiori, invece si ricava l’essenza della zagara e dalle foglie il Petitgtain. Andiamo a vedere quali sono le proprietà, le caratteristiche e le possibili controindicazioni che possono derivare da un eccessivo utilizzo di questo estratto.

Caratteristiche pianta di arancio dolce e amaro

Le due varietà di arancio da cui si ricavano gli oli essenziali, simili tra loro, sono l’arancio dolce e quello amaro. L’albero dell’arancio amaro può raggiungere anche i 5 metri di altezza e si presenta con delle foglie di colore verde intenso, dalla forma allungata e con i margini a zig zag. I fiori sono di colore bianco, profumati, grandi. I frutti, le arance, sono di grandi dimensioni, rotondi e sia la buccia che la polpa hanno il tipico colore arancione.

Per ottenere l’estratto di arancio amaro si utilizzano le scorze dei frutti e i fiori, che in profumeria si chiama “neroli”. Viene consigliato come coadiuvante alle cure per combattere disturbi legati alla ritenzione idrica, oppure come sostegno al benessere dell’organismo in caso di dieta dimagrante ma il frutto non è commestibile perché possiede un gusto troppo amaro.

L’albero dell’arancio dolce differisce dalla varietà amara per il colore più scuro delle foglie e per la presenza delle spine, che sono più grandi e più fitte. La pianta può raggiungere anche i 10 metri di altezza, e la si può trovare nei giardini curata come siepe a parete o a forma di arbusto.

Produce fiori dal colore bianco e frutti che sono simili a quelli della pianta dolce, tranne che per la buccia più rugosa e per il profumo più intenso che si propaga nell’aria. L’olio essenziale di arancio dolce, ricavato dalla scorza e dalla corteccia dell’albero, è la varietà più diffusa in commercio e anche largamente utilizzata in cucina.

Proprietà e benefici

Olio essenziale di arancio dolce

Quando si utilizza il termine “arancia dolce” si indicano le classiche arance acquistabili nei supermercati, utilizzate sia come frutta da tavola che per la preparazione di gustose spremute. Il frutto ha origini asiatiche e successivamente è stato importato dai marinari nei paesi del Mediterraneo, e in America.

L’olio essenziale che si ricava, sembra essere ricco di proprietà benefiche sia per l’organismo che per la pelle. Si ricava dalla spremitura dei frutti freschi, dalla buccia, dai fiori e dalle foglie dell’albero. Può essere utilizzato in tanti modi, anche in ambito cosmetico, come rimedio naturale per aiutare a contrastare diversi disturbi e in aromaterapia. In particolare:

  • può avere un’azione antispasmodica naturale: in quanto può aiutare a rilassare la muscolatura, per questo indicato in caso di tensioni muscolari, stress e stanchezza. Può essere anche un valido aiuto per coloro che soffrono di insonnia;
  • può avere un’azione digestiva: in quanto può aiutare coloro che soffrono di difficoltà nella digestione, meteorismo intestinale e stitichezza;
  • può aiutare a contrastare i disturbi nervosi, depressione e ansia, per la sua possibile azione calmante;
  • può aiutare a contrastare la formazione di rughe e smagliature, a combattere gli inestetismi della cellulite.

Olio essenziale di arancio amaro

Le proprietà dell’olio di arancio amaro sembrano essere in grado di rilasciare effetti benefici sul nostro organismo. Come per qualsiasi tipologia di olio essenziale, anche quello estratto dall’arancio può essere impiegato nell’aromaterapia, versato nell’acqua della vasca per un bagno rilassante, applicato sulla pelle oppure per fare impacchi. In particolare:

  • può avere una possibile azione calmante e antidepressiva naturale: in quanto utilizzato in aromaterapia, sembra essere in grado di aiutare a stimolare energie positive. Può aiutare a contrastare lo stress, la tristezza e la depressione, a combattere l’insonnia. Utilizzato nella vasca, bastano una decina di gocce per godere dei suoi possibili effetti rilassanti;
  • può avere una possibile azione antimicotica e antibatterica: in quanto sembra essere in grado di aiutare a contrastare funghi, batteri, a tenere lontani insetti e muffa. Viene per queste ragioni anche utilizzato per la pulizia della casa;
  • può avere una possibile azione rivitalizzante per la pelle e per i capelli, specie nelle zone colpite da acne, disturbi della pelle. Basta applicarne qualche goccia nelle zone interessante con un cotton fioc o una garza pulita. Applicato sui capelli, può aiutare a regolarizzare la produzione del sebo sul cuoio capelluto;
  • può essere utile per combattere mal di gola, raffreddore: per questo consigliato per fare sciacqui o da versare sul petto e massaggiare qualche goccia prima di andare a dormire;
  • può essere utilizzato per aiutare a calmare i crampi allo stomaco o per aiutare a rilassare i muscoli, una goccia di olio mescolata con un cucchiaino di miele. In alternativa, si può preparare un unguento da massaggiare sullo stomaco, con 5 gocce di estratto in un cucchiaino di olio di mandorle dolci, da applicare coprendo la parte con un panno di lana.

Olio essenziale di arancio amaro per dimagrire

Spesso questo estratto di arancio viene consigliato a coloro che seguono diete per perdere peso, in quanto:

  • può aiutare ad accelerare e stimolare il metabolismo: grazie alla sua possibile azione stimolante sulla cellulite e alla possibilità di aiutare a smaltire gli accumuli di grasso;
  • può aiutare a stimolare il senso di fame, il processo digestivo e la diuresi;
  • può aiutare a liberarsi dai gas intestinali, se usato costantemente.

Questa sua presunta proprietà coadiuvante in caso di diete dimagranti sembra dipendere dal principio attivo, la sinefrina, che viene utilizzato come ingrediente all’interno di prodotti che aiutano a stimolare la termogenesi o la perdita del peso in eccesso in quanto, attivando una maggiore produzione di calore, i grassi possono essere sciolti più facilmente.

Olio essenziale di arancio amaro antirughe

L’estratto di arancio amaro è conosciuto per i suoi possibili effetti benefici sulla pelle. Viene utilizzato in cosmetica all’interno di creme e prodotti per la pelle, ma anche per preparare creme antirughe naturali. Bastano una decina di gocce di olio da diluire con 50 ml di olio di germe di grano, da applicare 2-3 volte alla settimana, prima di andare a dormire. Si possono anche aggiungere un paio di gocce alla vostra abituale crema anti-age.

Proprietà cosmetiche

Poche gocce all’interno di una crema idratante possono essere utili per ottenere un prodotto che aiuti a contrastare le rughe della pelle del viso e per aiutare a levigare la pelle. Si può applicare su più parti del corpo, specie in presenza di cellulite, per ottenere un possibile effetto rassodante. Le proprietà cosmetiche di questo estratto di arancio, possono avere un’azione antisettica e antibatterica. In particolare:

  • per la pelle: all’interno di creme idratanti può aiutare a favorire un effetto levigante e anti-age. Si consiglia di evitarne un uso prolungato, soprattutto nella pelle del viso e prima dell’esposizione al sole. Applicato su altre parti del corpo, all’interno di creme idratanti o miscelato con oli vegetali, può aiutare a rassodare i tessuti;
  • per capelli: può essere un valido aiuto per rendere folti e lucenti i capelli. Si possono aggiungere poche gocce all’interno dello shampoo per beneficiare dei suoi possibili effetti.

Modalità di utilizzo estratto di arancio dolce e amaro

Uso interno

L’estratto di arancio dolce può essere unito all’infuso di finocchio e utilizzato come rimedio naturale per aiutare a contrastare problemi digestivi. Può essere un valido alleato per coloro che soffrono di stipsi, aiutando a favorire la motilità intestinale. Per l’uso esterno è sempre consigliato utilizzare dosaggi bassi e chiedere un parere di un esperto.

Utilizzo esterno

Questo estratto può essere utilizzato come olio all’interno dei diffusori per ambienti, negli appositi bruciatori o umidificatori dei termosifoni, per beneficiare del suo aroma dolce e fruttato. La diffusione dell’aroma viene molto consigliata nell’aromaterapia per aiutare ad attenuare stati di ansia, grazie al suo possibile effetto calmante. Si possono anche aggiungere alcune gocce all’interno della vasca in cui fare il bagno.

Dosaggio consigliato estratto di arancio

Come diffusore ambientale, si può aggiungere una goccia di estratto di arancio dolce per ogni mq di ambiente in cui si diffonderà l’aroma, utilizzando un bruciatore di oli essenziali o nell’acqua degli umidificatori dei termosifoni. Per beneficiare dei possibili effetti rilassanti, si possono aggiungere 10 gocce di olio essenziale nell’acqua della vasca, agitare forte e immergersi dentro per una decina di minuti. Per uso cosmetico, invece, bastano una o due gocce di estratto all’interno di una crema idratante o di uno shampoo. 

Controindicazioni e possibili effetti indesiderati

L’estratto di arancio non sembra avere particolari controindicazioni ma è sempre bene prestare attenzione nel caso di un utilizzo prolungato. Specialmente se applicato sul viso, per lunghi periodi, potrebbe rendere la pelle sensibile, soggetta a possibili screpolature o scottature anche gravi. Come viene consigliato anche per altre tipologie di olio essenziale, il prodotto va diluito e si sconsiglia l’utilizzo:

  • durante la gravidanza e in fase di allattamento, meglio tenerlo lontano anche dalla portata dei bambini;
  • nelle 24 ore successive all’esposizione al sole o a lampade abbronzanti;
  • senza averlo diluito prima con altre sostanze come oli vegetali, miele, malti;
  • senza prima avere chiesto il parere di un esperto, specialmente se state assumendo farmaci e per le preparazioni fai da te;
  • se si soffre di ulcere o gastrite.

Dove acquistare l’estratto di arancio? Prezzi

L’estratto di arancio si può acquistare in erboristeria, nelle profumerie, nei negozi specializzati nella vendita di prodotti di cosmetica oppure sui siti e-commerce. Si tratta di un prodotto di origine vegetale, il cui costo può variare in funzione della tipologia. Per uso cosmetico si possono trovare prodotti per la pelle anche a un costo che supera i 50 euro, per uso alimentare a un costo massimo di 20 euro, mentre come rimedio naturale, acquistabile in erboristeria, anche al costo di 18-20 euro.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi