Omega 6: cosa sono, dove si trovano, benefici e controindicazioni

Gli Omega 6 sono acidi grassi fondamentali per il funzionamento e lo sviluppo di tantissimi gruppi di organismi viventi: dai molluschi alle piante, dai rettili agli uccelli, fino ad arrivare ai mammiferi. Privati di questa sostanza, infatti, non sarebbero possibili molte funzioni dell’organismo, tra cui una pronta ed efficiente risposta immunitaria o il corretto funzionamento del cuore.

Gli Omega 6 si trovano in tantissimi prodotti naturali, ma anche all’interno di integratori pensati per far fronte ad eventuali deficit. Andiamo ad approfondire, nel dettaglio, tutti gli aspetti di questa molecola così importante.

Omega 6: che cosa sono e dove si trovano?

Omega 6, il cui precursore è l’acido lineolico, è un acido grasso polinsaturo di origine vegetale e animale, che presenta un doppio legame carbonioso con il sesto e settimo atomo di carbonio. Omega è l’ultima lettera dell’alfabeto greco, un riferimento al fatto che il doppio legame sia posizionato proprio alla fine della molecola. Omega 3 e Omega 6 sono strutturalmente molto simili e spesso co-agiscono nei processi di sviluppo e per il funzionamento di tutti i tessuti dell’organismo. I grassi Omega 6 si trovano all’interno dell’organismo umano, ma non essendo quest’ultimo in grado di sintetizzarne abbastanza, vengono generalmente assunti tramite l’alimentazione o integratori concentrati.

Proprietà, benefici e funzioni

Ci sono molecole, nel corpo umano, la cui azione non è volta soltanto ad uno specifico aspetto della salute del suo organismo, al contrario: una sola sostanza riesce a ricoprire e gestire tantissime funzioni fondamentali. Questo è proprio il caso degli Omega 6, che insieme agli Omega 3, intervengono in maniera ubiquitaria all’interno di tantissimi sistemi. Gli Omega 6 intervengono in diverse funzioni legate all’organismo tra cui:

  • Sono coinvolti nell’ossigenazione dei tessuti;
  • Forniscono riserve energetiche;
  • Gestiscono la produzione di ormoni e le loro trasformazioni;
  • Costituiscono le membrane cellulari e mitocondriali;
  • Sono un valido aiuto per la salute visiva;
  • Supportano l’aspetto della cute, rendendola idratata, luminosa ed elastica e meno secca;
  • Garantiscono la funzionalità e lo sviluppo dei processi celebrali cognitivi;
  • Mantengono in equilibrio i livelli di colesterolo cattivo;
  • Proteggono la muscolatura;
  • Supportano la normalizzazione della pressione arteriosa;
  • Aiutano il sistema immunitario contro lo stress.

Andiamo a vedere nel dettaglio alcune di queste azioni.

Benefici di Omega 6 e Omega 3 per il colesterolo

Quando si parla di colesterolo, più che abbassarne semplicemente i livelli, è necessario equilibrarlo. La differenza tra colesterolo cattivo LDL e HDL, è reale e comprovata, in quanto presentano densità (e pericolosità) differenti, ma entrambi hanno specifiche funzioni all’interno dell’organismo e si rivelano quindi, necessari. La gestione di quest’equilibrio dei due tipi di colesterolo è una delle azioni affidate alla combo Omega 3 e Omega 6. Integratori a base di questi acidi grassi, se assunti durante i pasti, possono aiutare a limitarne l’assorbimento, con conseguente diminuzione all’interno del circolo sanguigno. Quando l’eccesso di colesterolo ha carattere genetico però, l’assunzione di Omega 6 non è una soluzione risolutiva: l’acido grasso, infatti, aiuta a ridurre l’assimilazione del colesterolo LDL dall’alimentazione ma non contrasta la sua produzione epatica.

Benefici degli Omega 6 per pelle e capelli

Anche i benefici per la cute e per i capelli sono opera della collaborazione tra Omega 3 e Omega 6. Queste molecole possono aiutare il mantenimento della bellezza di questi due aspetti fondamentali del corpo umano, per motivi differenti:

  • Ossigenazione e ottimizzazione del flusso sanguigno: possono aiutare a garantire un pronto ed efficace ricambio cellulare, oltre che un’efficiente produzione di proteine. Gli Omega 6 presentano inoltre una possibile azione cicatrizzante e rigenerativa per la pelle, capelli e unghie;
  • Idratazione: Gli acidi grassi si dimostrano un vero toccasana per la pelle. Gli Omega 3 e Omega 6 possono aiutare a favorire l’idratazione cutanea e dimostrarsi validi coadiuvanti alle cure in caso di dermatite e psoriasi. 
  • Ormoni: Come accennato, questi acidi grassi possono agire sulla regolazione degli ormoni. Gli ormoni sono molecole che giocano un ruolo fondamentale in tutti i processi cellulari e sistemici del corpo umano, tra cui, il mantenimento delle ottimali condizioni cutanee, proprio perché molte patologie della pelle derivano da squilibri ormonali.

Omega 6 e alimentazione: non solo olio d’oliva

Prima ancora di parlare dell’alimentazione giusta per apportare quantità sufficienti di Omega 6, è necessario fare una premessa: la coazione di Omega 6 e Omega 3 è uno degli aspetti più importanti per il corpo umano ed è importantissimo che la dieta sia bilanciata in tal senso: il giusto rapporto tra i due è di 4:1 e non dovrebbe mai essere alterato. Squilibri tra le due molecole possono dar luogo a problemi di varia natura per il proprio corpo e malformazioni fetali nelle donne in stato interessante.

Gli esseri umani cominciano ad assumere Omega 6 fin dalle primissime settimane di vita, grazie alla ricchezza nutritiva del latte materno, che ne fornisce in quantità. Successivamente, durante la crescita, ma anche col passare degli anni, è importante curare l’alimentazione e scegliere gli alimenti più adatti all’assunzione dell’acido grasso. Esso, infatti, è presente anche negli alimenti industriali, insieme però, ad una quantità di zuccheri eccessiva. Onde evitare problemi legati al peso e alla salute, sarà bene scegliere cibi più sani da cui trarne buone quantità. Uno dei più noti prodotti a base di Omega 6 è il classico olio extravergine di oliva (ne contiene circa il 10% dell’intera composizione!), ma di certo non l’unico.

Ecco altri cibi dove trovare la straordinaria molecola:

La sua assunzione, come è possibile vedere, è possibile sia in regimi alimentari completi che vegani/vegetariani. In caso di necessità, gli Omega 6 possono essere assunti anche sotto forma di integratori.

Chi ha maggior bisogno di Omega 6?

Essendo la molecola particolarmente legata allo sviluppo neurologico, bambini e pubescenti sono i principali soggetti che beneficiano delle sue proprietà. Persone d’età avanzata, invece, si ritrovano a fronteggiare un deterioramento tessutale e sistemico che può essere affrontato anche con il giusto apporto di Omega 6, contrastando i sintomi funzionali ed estetici dell’invecchiamento.

Le donne in età fertile necessitano del giusto apporto di Omega 6 (e Omega 3), da cui derivano ormoni fondamentali chiamati “prostaglandine“, che hanno un ruolo importante sia nella fertilità (maschile e femminile) che nella risposta infiammatoria dei tessuti. L’azione degli Omega 6 nel può aiutare a contrastare l’invecchiamento e favorire la regolazione ormonale, infine, è utilissima anche come coadiuvante per le donne che si trovano ad affrontare la menopausa.

Squilibrio di Omega 6: fanno male? cosa fare?

Come per ogni sostanza, l’eccesso o la carenza possono provocare danni e dar vita a problematiche. Vediamo di seguito quali sono le principali conseguenze che possono provocare gli omega 6.

  • Eccesso di acidi grassi: Tra le conseguenze derivate dalle quantità sovra elevate di Omega 6, ci sono lo stress ossidativo e la competizione enzimatica: Omega 3 e 6 sono supportati dagli stessi enzimi, quindi uno squilibrio del loro rapporto quantitativo potrebbe alterare o annullare le loro azioni. Nei bambini, in particolare, questo può avere risvolti di natura celebrale, come un deficit dell’attenzione.
  • Scarsità di Omega 6: Una dieta povera della molecola può avere effetti devastanti: stanchezza, infertilità, danni alla pelle, problemi cardiocircolatori e intestinali, fino ad arrivare ad ictus, infarti e abbassamento delle difese immunitarie.

Come assumerli, controindicazioni e effetti collaterali

Gli Omega 6 non presentano particolari effetti collaterali e controindicazioni per la salute, tuttavia, se ne sconsiglia vivamente l’eccesso. L’assunzione di Omega 6 deve essere sottoposta al parere del proprio medico curante in caso di terapie a base di farmaci anticoagulanti e alti livelli di trigliceridi. L’utilizzo di integratori, infine, non è indicato per donne in stato di gravidanza e in fase di allattamento. La posologia deve riferirsi sempre alle indicazioni poste sulla confezione delle composizioni integranti nel foglietti illustrativo presente al suo interno.

Integratori di Omega 6: quanto costano e dove acquistarli

I composti naturali a base di Omega 6 sono facilmente reperibili in farmacia, parafarmacia, negozio biologici, store sportivi ed erboristerie, facendo riferimento a negozi fisici o online. Il costo è variabile, poiché dipende dalla composizione e alla presenza o meno di Omega 3 al suo interno. Possono andare, generalmente, dai 12 ai 180 euro.

Lascia un commento