Cobalto: cos’è, fabbisogno giornaliero, proprietà benefiche e controindicazioni

Il cobalto è un minerale particolarmente importante per la stimolazione del metabolismo del ferro, per il funzionamento di alcune ghiandole endocrine e il mantenimento dello stato umorale. Per combattere efficacemente la malinconia si possono assumere alimenti a base di cobalto, ma anche integratori. Andiamo a scoprire tutte le proprietà legate a questo minerale all’interno dei prossimi paragrafi.

Cobalto: che cos’è?

Il cobalto è un minerale a simbolo chimico Co3+. Al su stato naturale si presenta come un elemento particolarmente duro, ferromagnetico, di colorazione bianca-argentata. Il cobalto si mantiene stabile nei confronti dell’acqua e dell’aria. Il minerale è malleabile in modo limitato anche a livello di ipertermia ambientale. Allo stato puro il cobalto viene estrapolato dai minerali cobaltite e linneite, nelle leghe quali il rame e il nichel.

A livello industriale il cobalto viene utilizzato nella realizzazione di materiali resistenti al calore, mentre la sua azione all’interno dell’organismo umano svolgono un’azione protettiva per i globuli rossi e le cellule. All’interno dell’organismo, tuttavia, la percentuale riscontrabile di cobalto si dimostra essere piuttosto ridotta.

Tutti i benefici del minerale

Il cobalto svolge una serie di benefici importanti per la funzionalità dell’organismo umano. Il cobalto si lega all’organizzazione della vitamina B12, alla stimolazione del metabolismo del ferro, salvaguardando il controllo del peso corporeo. Il cobalto stimola i processi e le funzionalità delle ghiandole endocrine del pancreas, della tiroide e delle ghiandole surrenali e interviene attivamente nella formazione dei globuli rossi.

Il cobalto svolge un’azione anticonvulsiva, vasocostringente, ansiolitca e interviene contro i malesseri come la tristezza e il cattivo umore. Il cobalto è utilizzato come cura basica contro la diatesi III distonica, ipoglicemizzante, sanando il muscolo cardiaco, utilizzato nella cristalloterapia. Che cosa succede in caso di fabbisogno insufficiente di cobalto? Una carenza di questo minerale provoca mal di testa, un rallentamento nella fase di crescita e anemia perniciosa.

Fabbisogno giornaliero di cobalto

Date le proprietà benefiche per diversi processi interni il cobalto deve essere assunto regolarmente nelle quantità corrette. Bisogna specificare però l’assenza di specifiche raccomandazioni a livello di assunzione del cobalto, in abbinamento al piano alimentare. Indicativamente il fabbisogno di cobalto viene espresso dai 5 agli 8 mg giornalieri.

Il cobalto si trova in diversi alimenti quali: molluschi, carne, latticini, cereali, ortaggi e frutta, funghi. Il minerale si trova maggiormente presente nelle carni animali, motivo per il quale i regimi vegani e vegetariani possono incrementare una carenza del fabbisogno giornaliero da contrastare con integratori specifici.

Cobalto: presenta controindicazioni?

Assunto nelle quantità consigliate il cobalto non presenta particolari controindicazioni. In caso di sovradosaggi si può tuttavia andare incontro ad un ingrossamento della tiroide, dei valori dei globuli rossi, provocando stanchezza, pallore e palpitazioni.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi