Tensione emotiva: sintomi, tipologie, diagnosi, alimentazione e rimedi naturali

Il corpo e la mente sono un’unica e di conseguenza i disturbi emotivi provocano delle sensazioni di malessere che possono essere tradotte in: tensione emotiva. Il nostro cervello è l’organo che dà input al nostro corpo per funzionare correttamente e questo essendo costituito da tessuti nervosi, riceve i “comandi” da eseguire. Non esiste alcun disturbo fisico che non sia collegato alla sfera emotiva.

Ecco perché è molto importante prestare attenzione ai segnali che il nostro corpo ci invia, proprio perché indicato che c’è uno squilibrio nella nostra vita. Alcuni di questi disturbi sono comuni, non si tratta di malattie ma di tensione emotiva che si manifesta attraverso il nostro corpo. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta, quali tipologie di disturbi emotivi esistono, che tipo di alimentazione si può seguire per stare meglio e quali sono i principali rimedi naturali che possono donare sollievo al nostro organismo.

Sintomi della tensione emotiva

Come abbiamo anticipato, non esiste nessun disturbo fisico che non sia collegato a un disturbo emotivo. Le nostre emozioni influenzano positivamente o negativamente il normale funzionamento del nostro organismo, ed è il cervello il punto da cui partono gli input che generano una risposta in tutto il corpo sotto forma di impulsi nervosi. I principali sintomi della tensione emotiva sono:

  • mal di testa: avere frequentemente mal di testa, è uno tra i sintomi più comuni cui ne soffrono migliaia di persone al mondo. Il mal di testa spesso è generato da stress e tensione nervosa, che si accumula a tal punto che il nostro corpo reagisce provocando questo dolore. Il significato del mal di testa si può riassumere in una sola parola: tensione. Una cefalea spesso nasconde diversi disturbi della sfera emotiva e per questo molte volte i farmaci non riescono a contrastare il disturbo;
  • torcicollo: il collo rigido che fa male è un segnale evidente di un’estrema rigidità. La sfera emotiva che riguarda questo disturbo è la sensazione di disagio, il rancore e il risentimento che si manifestano sotto forma di tensione muscolare nella zona del collo;
  • dolore alle spalle e rigidità: le spalle sono la zona deputata al “carico dei pesi” sia fisici che mentali e se al dolore si associano crampi, questi indicano un sovraccarico, per qualcosa che ci opprime nella nostra vita al punto da essere tradotto in tensione emotiva;
  • disturbo della schiena: la parte alta della schiena è la zona nella quale si concentra tutta la tensione emotiva. Quando si avverte dolore probabilmente si sta attraversando un periodo nel quale si hanno particolari stress emotivi. Stessa cosa quando si avverte dolore nella parte inferiore;
  • dolore alle mani: questa tipologia di dolore è legata alla sfera emotiva delle relazioni con gli altri;
  • dolore alle ginocchia: è uno tra i disturbi emotivi più comuni, si manifesta maggiormente quando la persona è preoccupata e stressata;
  • disturbi digestivi: sono legati alla sfera emotiva e possono provocare sia inappetenza che attacchi improvvisi di fame nervosa cui si alternano dolori allo stomaco.

Principali cause

La tensione emotiva si manifesta maggiormente nei periodi in cui la persona che ne soffre sta attraversando dei particolari momenti di stress a livello mentale, che si ripercuotono sul fisico. Lo stress e il nervosismo sono le cause più frequenti delle tensioni emotive, muscolari e possono anche generare delle vere e proprie patologie, per le quali risulta necessario intervenire chiedendo un supporto medico.

Nel caso in cui i rimedi naturali non fossero necessari ad aiutare e stemperare le tensioni, ecco che può essere necessario rivolgersi a un esperto insieme al quale si effettuerà una vera e propria ricerca all’interno del vostro “io” per capire quale problema vi rende nervosi, ansiosi e preoccupati. A questo punto una volta individuata la causa, si cercherà di arginare il problema al fine di ritrovare una stabilità emotiva.

Tipologie di tensione emotiva

I disturbi emotivi più frequenti, provocano vari sintomi che sono riconducibili alla sfera emotiva e cognitiva. Vediamoli nel dettaglio:

  1. sfera emotiva: si tratta di disturbi e tensioni emotive che riguardano l’umore. Questo può essere depresso, triste, disperato, in ansia ma anche sfiduciato e può manifestarsi con continue sensazioni di paura, angoscia e panico a cui si associano mancanza di aria, vertigini, tachicardia;
  2. sfera cognitiva: riguarda l’incapacità di riuscire a concentrarsi e ricordare. Il soggetto che ne soffre ha una diminuzione della capacità di produrre qualsiasi tipo di prestazione. I principali sintomi sono: insonnia, mancanza di appetito, disfunzioni sessuali e dolori vari localizzati in più parti del corpo. Questi sintomi si manifestano in modo diverso a seconda del tipo di disturbo (depressione, ansia, stress) e si sovrappongono alla tensione emotiva.

I problemi creati dalla tensione emotiva possono diventare anche gravi, in quanto i sintomi impediscono molte volte il regolare svolgimento delle attività quotidiane. Le relazioni sociali diventano difficili da gestire e possono portare a un notevole dispendio di energie, fino nei casi più gravi, alla rottura. Questi disturbi però, sono risolvibili se affrontanti con i giusti strumenti terapeutici mirati al particolare disagio e al paziente.

Diagnosi

Quando la tensione emotiva non viene curata attraverso l’aiuto di un esperto che prescrive una determinata terapia farmacologica, ecco che da “comune” disturbo si passa a una vera patologia cronica che può sfociare anche in esaurimento nervoso. Questa patologia si può diagnosticare mediante accurati esami e analisi del sangue oltre che a una visita specialistica per:

  • evidenziare se i sintomi sono riconducibili a un possibile esaurimento nervoso;
  • trovare le cause che hanno generato la tensione emotiva;
  • individuare eventuale presenza di malattie associate.

Individuare le caratteristiche, le cause e sintomi è importante per trovare la terapia più adatta.

Linee guida sull’alimentazione

Combattere la tensione emotiva non è una missione impossibile. Lo si può fare seguendo i giusti consigli, rivolgendosi a esperti del settore ma soprattutto seguendo una corretta alimentazione. Gli alimenti che aiutano il nostro organismo a ridurre la produzione del cortisolo in favore della serotonina, sono ottimi alleati per ottenere una sensazione di benessere.

Lo stress emotivo è una risposta del nostro organismo a varie pressioni esterne che aumentano i livelli di adrenalina, un ormone che provoca diverse tensioni nervose. A volte è necessario ridurre lo stress specie quando è eccessivo, per evitare di peggiorare la situazione.

In natura esistono vari alimenti, ricchi di nutrienti che sono in grado di aiutarci a riequilibrare la salute mentale oltre che contribuiscono alla riduzione dei sintomi che la tensione emotiva e quindi lo stress, possono causare. Il consumo di questi cibi è un ottimo alleato per migliorare lo stato d’animo e rilasciare una sensazione di benessere generale.

I principali alimenti che aiutano a ridurre la tensione emotiva e nervosa sono:

  • il latte: agisce positivamente sul nostro stato d’animo, quindi sulle funzioni cognitive migliorando la risposta del nostro corpo allo stress. Un consumo giornaliero può essere un ottimo supporto psicologico;
  • mirtilli: deliziosi frutti che contengono vitamina C ed E, utili per l’azione antiossidante. Il succo produce cortisolo che quando raggiunge livelli troppo alti peggiora lo stress emotivo. Inoltre contengono minerali essenziali (potassio, magnesio e manganese) che aiutano ad alleviare le tensioni fisiche, depressione, insonnia e ansia;
  • cioccolato fondente: mangiarne un quadratino al giorno aiuta a ridurre i livelli di adrenalina e cortisolo, oltre che aumenta la produzione dell’ormone del benessere. Ottimo alleato per aiutare a contrastare gli squilibri emotivi;
  • vino rosso: un buon bicchiere di vino aiuta a mantenere l’organismo in salute, proteggendo il cuore e mantenendo in equilibrio il sistema nervoso specie durante attacchi di ansia;
  • salmone crudo: così come tutti i pesci contiene omega 3 utile per aiutare a ridurre le infiammazioni e aumentare la serotonina. Possiede un elevato contenuto di minerali e antiossidanti che migliorano la risposta del nostro corpo in presenza di stress;
  • avocado: un frutto che apporta acidi grassi, minerali e vitamina E aiutando a proteggere le cellule cerebrali e il sistema nervoso. Una porzione al giorno può aiutare a mantenere sotto controlla la pressione e l’ansia;
  • mandorle: la frutta secca contiene vitamine E, B, oli e minerali che migliorano lo stato d’animo e danno energia, aiutano a ridurre gli stati di ansia e i problemi digestivi che spesso sono legati alla sfera emotiva;
  • avena: aiuta sia a livello mentale che fisico, migliora l’umore perché favorisce la produzione della serotonina nel cervello;
  • cibi fermentati: come yogurt naturale, kefir, broccoli, cetrioli in salamoia, miso che se mangiati con regolarità aiutano a combattere lo stress, regolare lo stato d’animo, a migliorare la salute mentale e dell’intestino.

Rimedi naturali

Come ben sappiamo i rimedi naturali non devono essere intesi come sostituti delle terapie farmacologiche ma sono un supporto nei casi in cui i sintomi non sono gravi e vanno assunti chiedendo sempre un parere al proprio medico. I principali rimedi che possono favorire la riduzione della sintomatologia legata alle tensioni emotive, sono:

  • tisana a base di tiglio: utile per diminuire la tensione, uno tra i migliori rimedi consigliati a tutti coloro che soffrono di ansia e nervosismo. Possiede proprietà rilassanti che aiutano a riequilibrare il sistema nervoso e la tensione fisica ed emotiva;
  • tisana a base di valeriana: conosciuta fin dai tempi antichi come uno tra i migliori rimedi per rilassare il sistema nervoso. Aiuta a ridurre lo stress, gli attacchi di nervi, a contrastare l’insonnia;
  • tisana a base di lattuga: aiuta a tranquillizzare i nervi e migliorare la qualità del sonno. Ricca di sostanze naturali che svolgono un’azione calmante, è ideale per tutti coloro che soffrono di nervosismo;
  • tisana a base di maggiorana: ideale per calmare i nervi e le cefalee legate allo stress. La sua assunzione aiuta a calmare l’ansia, a conciliare il sonno, a stimolare l’appetito;
  • tè verde: è un ottimo alleato contro l’ansia e i nervi, inoltre, contribuisce a stabilizzare la frequenza cardiaca, la pressione arteriosa, riducendo la tensione emotiva e aumentando la concentrazione;
  • tisana a base di lavanda: un ottimo rimedio rilassante, ideale per le persone che soffrono di stress, ansia o nervosismo, perché in grado di ridurre la tensione emotiva.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi