Latte di avena: cos’è, benefici, come si usa in cucina e controindicazioni

Il latte di avena è una bevanda naturale, una valida alternativa al latte vaccino, ricco di proprietà e che sembra essere in grado di rilasciare effetti benefici al nostro organismo. Contiene molte fibre che aiutano la digestione e possono anche migliorare il benessere dell’intestino. Consumato senza eccedere nelle dosi giornaliere, può aiutare a contrastare diverse patologie come il colesterolo e i trigliceridi, in affiancamento alle cure farmacologiche prescritte dal medico.

Uno dei principali vantaggi è che non contiene molte calorie ed è perfetto da abbinare a una salutare colazione, per iniziare al meglio le giornate. Scopriamo di cosa si tratta nello specifico, che tipo di benefici porta al nostro corpo, come può essere utilizzato e quali sono le possibili controindicazioni.

Cos’è il latte d’avena?

Si tratta di una bevanda di origine naturale che viene spesso utilizzata come sostituto del tradizionale latte vaccino. La sua lavorazione inizia dalla farina dell’avena, un cereale ricco di proprietà che sembrano avere degli effetti benefici nonché dei vantaggi per la nostra salute. Insieme al latte di riso e di soia, è tra le bevande più consumate ed è adatto anche per i bambini.

Contiene al suo interno molte fibre che aiutano il regolare funzionamento dell’intestino e che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Tra tutte le bevande naturali presenti in commercio, il latte di avena è quello che possiede più vitamina E, potassio, zuccheri e un ridotto apporto di calorie. Si presta per essere consumato da coloro che sono allergici o intolleranti al latte di mucca e da coloro che seguono un particolare regime alimentare privo di prodotti di origine animale.

Poiché non è un vero e proprio latte, si può bere sia durante i pasti, che a colazione o a merenda. Ha un sapore dolce e al contempo delicato che permette di essere utilizzato nella preparazione di dolci che richiedono come ingrediente il latte.

Proprietà ed effetti benefici

Il latte di avena possiede numerose proprietà e sembra essere in grado di rilasciare effetti benefici al nostro organismo una volta consumato. Per questo motivo viene spesso consigliato a coloro che hanno particolari intolleranze o allergie al tradizionale latte di origine animale e usato in affiancamento a un regime alimentare sano ed equilibrato può aiutare a contrastare diverse problematiche. In particolare:

  • può aiutare a regolare il transito intestinale: aiuta a contrastare la stitichezza grazie all’elevato contenuto di fibre e sembra essere in grado di migliorare il benessere dell’intestino;
  • può essere facilmente digeribile: aiuta a favorire la digestione, in quanto sembra essere in grado di aumentare il senso di sazietà, per questo indicato come buon coadiuvante se usato in affiancamento a diete per perdere peso. Può essere consumato durante i pasti;
  • può aiutare a mantenere bassi i livelli di trigliceridi e colesterolo: in quanto aiuta a ridurre il grasso nel sangue e aiuta anche nella lotta contro le malattie cardiovascolari;
  • può essere consumato da chi soffre di diabete: perché aiuta a mantenere bassi i livelli di zucchero nel sangue. Fate però attenzione però che effettivamente tra gli ingredienti non vi siano zuccheri aggiunti;
  • può essere un valido aiuto per il funzionamento del sistema nervoso: grazie alla presenza della vitamina B, che aiuta a favorire il rilassamento in caso di ansia e stress, in modo del tutto naturale;
  • può aiutare a contrastare l’anemia: grazie al contenuto di vitamina B9;
  • ricco di calcio e ferro: può aiutare a mantenere in salute ossa e denti, per questo consigliato alle donne in menopausa e ai bambini;
  • può aiutare a donare energia all’organismo: poiché ricco di acidi grassi essenziali, dei veri e propri energizzanti, il cui consumo è consigliato soprattutto nei periodi di convalescenza o per gli sportivi;
  • può aiutare a contrastare il deterioramento delle cellule.

Consigli utili per l’acquisto, il consumo e la preparazione in casa

Il latte di avena si può acquistare nei supermercati, nei negozi per prodotti biologici, online, in farmacia. Prima di acquistarlo è opportuno che nella scelta, teniate conto di alcune importanti caratteristiche:

  • deve essere a basso contenuto di sale;
  • deve essere privo di zuccheri;
  • deve essere un prodotto di origine biologica.

In genere in commercio si trovano bevande all’avena che contengono olio di girasole, assicuratevi che sia spremuto a freddo e se ci sono anche altri oli vegetali non specificati sull’etichetta. Essendo una bevanda dolce, può essere consumata a merenda, con del pane o frutta di stagione. Consumatelo sempre a temperatura ambiente, evitando di scaldarlo perché con le alte temperature diventa denso e gelatinoso. Va sempre abbinato a una dieta ricca e bilanciata, perché povero di proteine e può essere alternato al consumo del latte vaccino che ha un alto contenuto di proteine.

Se preferite, potete anche preparare il latte d’avena in casa, frullando finemente della farina d’avena cotta in precedenza con due parti di acqua fredda, una banana matura, un cucchiaino di vaniglia, del sale e dello sciroppo d’acero. Una volta ottenuto il composto, filtratelo con un colino a maglie strette e conservate la bevanda in frigo per massimo tre giorni.

Modalità di utilizzo del latte di avena

Il latte di avena ha un sapore molto particolare che non sempre, specie dai più piccoli è ben apprezzato. Per renderlo più gustoso si può abbinare a dei sapori intensi, come la banana. Questo frutto viene spesso utilizzato per la preparazione dei dolci. Basta frullare mezza banana con del latte di avena per ottenere una bevanda dolce, gustosa e cremosa. Coloro che vogliono una bevanda ancora più dolce possono aggiungere dello zucchero, ma se scegliete una banana matura non occorre.

In alternativa potete aromatizzare il latte con della vaniglia o acquistarlo già pronto al supermercato. Il procedimento per la preparazione in casa è molto semplice e così facendo potete anche scegliere il dosaggio in base ai vostri gusti. Basta lasciare in ammollo nel latte un baccello di vaniglia. Più rimarrà in ammollo, più otterrete un aroma intenso.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Il latte d’avena non sembra avere particolari controindicazioni o effetti collaterali ma se consumato in dosi eccessive può risultare controindicato per i celiaci. I sintomi che può provocare sono simili a quelli causati dal consumo di glutine. Quindi coloro che sono allergici ai cereali, all’avena, celiaci, o allergici al nichel potrebbero sviluppare delle reazioni allergiche. Il consumo eccessivo può provocare:

  • dolori addominali;
  • mal di testa;
  • disturbi allo stomaco;
  • diarrea;
  • nausea;
  • disturbi intestinali.

Secondo alcune fonti, sembrerebbe che il consumo da parte di intolleranti al glutine possa comportare dei grossi effetti indesiderati, per cui se ne sconsiglia il consumo.

Dove acquistare il latte d’avena? Prezzo

Il latte d’avena come abbiamo detto prima, può tranquillamente essere acquistato in confezioni singole o da 6 presso supermercati, negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici, online oppure in farmacia. Prestate attenzione sempre agli ingredienti riportati sulle etichette prima di procedere all’acquisto. Il prezzo di vendita è compreso tra 1,50 e 3,00 euro a confezione. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi