Enagra: cos’è, utilizzi, benefici e controindicazioni

L’enagra è una pianta commestibile conosciuta con il nome di “enotera o bella di notte”, dalle notevoli proprietà benefiche per il nostro organismo. Viene utilizzata prevalentemente in cosmetica per le preparazioni contro brufoli, acne, nei trattamenti di bellezza e in medicina come antinfiammatorio.

Dai semi dell’enotera, si estrae un olio vegetale che viene contro i disturbi della pelle come dermatiti e per stimolare il sistema ormonale delle donne. Scopriamo che cos’è, a cosa serve, quali sono le sue proprietà e che effetti se ne ricavano, ma anche quali possono essere le controindicazioni dovute ad un uso scorretto del principio attivo, anche in presenza di particolari patologie.

Che cos’è l’enagra e a cosa serve?

L’enagra è una pianta commestibile che cresce in zone asciutte e incolte, originaria dell’America del nord, Asia ed Europa. Il suo nome scientifico è Oenothera, e si tratta di una pianta che fiorisce durante il corso dell’anno. I suoi fiori sono gialli, con dei petali che infondono un aroma intenso e un bocciolo che si apre di notte. Si apre al tramonto e al buio è fosforescente, per questo viene anche chiamata “bella di notte”.

Nei tempi antichi l’enagra era coltivata dalle popolazioni indigene dell’America che usavano le radici per preparare infusi antinfiammatori oppure impacchi per lenire gonfiori e ferite. Oggi è conosciuta per le sue proprietà, dai suoi semi si ricava l’olio di enotera, un olio utilizzato per curare dermatiti, eritemi solari e scottature.

Al suo interno è ricca di acidi grassi nonché sostanze che aiutano le donne a contrastare i disturbi pre-mestruali come irritabilità, depressione, ansia, stress, dolore al seno e ritenzione idrica. Tra le proprietà benefiche, la pianta scioglie il sangue e il consumo del suo olio previene l’insorgenza del colesterolo e delle malattie cardiovascolari.

Utilizzo dell’enagra

Le radici tagliate a piccoli pezzi sono utilizzate in cucina per aromatizzare insalate di verdure e possono essere consumate crude. Per preparare i contorni, invece, possono essere bollite dopo la fioritura. Con i fiori e i frutti della pianta si ottengono infusi e decotti. 

L’olio di enotera è facilmente reperibile sul mercato e viene utilizzato per usi diversificati:

  • per la cute: è consigliabile la qualità biologica che è più asciutta e priva di sostanze che possono alterare le caratteristiche dell’olio. Va applicato localmente massaggiando la parte umida, fino al totale assorbimento;
  • per uso interno: consumando uno, due cucchiai al giorno oppure sotto forma di perle che contengono al loro interno l’olio, e sono utilizzabili fino ad un massimo di 4. È sempre opportuno chiedere il parere di un medico, che essendo a conoscenza del problema saprà indicarvi la giusta posologia.

Effetti benefici dell’enagra

L’enagra, se assunta nelle dosi consigliate, ha notevoli effetti benefici per l’organismo in quanto:

  • antinfiammatorio: ha un effetto anestetizzante e quindi adatta in caso di ferite, dolori ossei, mal di stomaco poiché dona sollievo al dolore e diminuisce il gonfiore;
  • antiossidante: protegge e idrata la pelle, riequilibra la pelle secca grazie all’applicazione dell’olio sulla parte interessata, rendendola morbida e pulita;
  • previene la comparsa di rughe e ritarda l’invecchiamento sulle mani e sul viso;
  • aumenta la fertilità nelle donne aumentando la possibilità di concepimento: l’olio stimola la produzione di estrogeni;
  • è un buon integratore naturale che riduce i sintomi del diabete (formicolìo, intorpidimento, perdita di sensibilità) mantenendo sotto controllo i livelli della glicemia;
  • riduce i sintomi premestruali: contrasta i dolori al basso ventre, senso di nausea, ritenzione idrica, coliche, sensibilità del seno, regolarizza gli ormoni;
  • riduce i sintomi della menopausa perché apporta ormoni naturali;
  • aumenta la densità ossea ritarda la perdita del tessuto osseo;
  • migliora la salute delle unghie: riparando i danni e rendendole lisce e più robuste;
  • previene la formazione di acne, brufoli, eczemi, allergie: in quanto scioglie l’eccesso di grasso presente nei pori della pelle.

L’olio di enotera funziona davvero per la fertilità delle donne?

Senza alcun dubbio l’enagra può essere considerata un aiuto per le donne che si apprestano a rimanere incinta. I grassi contenuti al suo interno regolano gli ormoni femminili e quindi alleati per contrastare anche i disturbi premestruali, dolori addominali, gonfiori, mal di testa e sbalzi di umore. L’olio di enotera regola l’ovulazione, aumentando la fertilità delle donne ed è consigliato in presenza di cisti ovariche ed endometriosi. Svolge, inoltre, un’azione preventiva per la formazione delle cisti mammarie e noduli.

Proprietà dell’olio di enotera sulla pelle e i capelli

L’olio di enotera, come abbiamo già accennato in precedenza, è un ottimo alleato per la protezione dell’epidermide. Il suo potente effetto antinfiammatorio cura problemi come dermatiti alleviando i fastidiosi pruriti o bruciori che possono essere associati. Per questo motivo, è indicato nei trattamenti contro eczemi, acne e orticaria. Applicato regolarmente riduce anche la formazione di brufoli e le infiammazioni tipiche dell’accumulo di grasso nei pori.

In cosmetica vengono preparate diverse creme antiage da applicare tutte le sere in concomitanza a creme idratanti, così da svolgere una duplice azione: antirughe e idratante per la pelle secca.

Oltre ad essere un rimedio naturale portentoso per la pelle, in cosmesi è un ingrediente particolarmente indicato per rinforzare il cuoio capelluto evitando la caduta dei capelli dovuta a periodi di stress e squilibri ormonali.

Si consiglia di non superare la dose giornaliera di 500 mg, in caso di consumo di perle, per un periodo di due mesi oppure applicato direttamente sulla cute con un massaggio.

Posologia dell’olio di enotera

L’olio di enotera lo si trova in commercio in due tipologie: puro oppure sotto forma di perle. Vi raccomandiamo di acquistare sempre prodotti abbiano ben in vista i certificati che attestano la procedura di estrazione a freddo, senza utilizzo di sostanze chimiche e che i semi siano di produzione biologica.

La posologia consigliata è di un paio di cucchiaini oppure 2 massimo 4 perle al giorno. Per avere maggiori risultati finali, occorre assumere l’olio per due-tre mesi. Ovviamente, queste sono indicazioni generiche che vanno supportate da un parere medico, che essendo a conoscenza del vostro quadro clinico, di eventuali trattamenti farmacologici che state assumendo, saprà indicare la giusta dose per le vostre necessità.

Controindicazioni ed effetti collaterali dell’enagra

L’enagra ha dei piccoli effetti collaterali come diarrea, problemi gastrointestinali, mal di testa, nausea, sonnolenza e possibili reazioni allergiche. In linea di massima i prodotti a base di enagra sono bene tollerati se somministrati nelle dosi consigliate, altrimenti possono provocare le controindicazioni sopra citate.

Dove acquistare l’enagra? Prezzo

L’enagra è facilmente acquistabile online, presso erboristerie, in farmacia, nei negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici e di cosmetica, e sui siti e-commerce. In commercio si può trovare in diverse modalità: come integratore, come olio puro, in granuli o perle e in capsule. Il costo varia a seconda della tipologia di prodotto e della qualità, ma generalmente oscilla dai 15 euro fino 30 euro per prodotti a scopo farmaceutico, altrimenti i prodotti di cosmetica possono raggiungere anche i 100 euro a seconda del tipo di trattamento.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi