Cumino: principio attivo, proprietà benefiche, usi e controindicazioni

Il cumino è una spezia proveniente dal Medio Oriente, scoperta nell’antico Egitto per le opere di mummificazione. Oggi se ne apprezzano le sue proprietà benefiche per la salute e viene usata anche in cucina per aromatizzare i piatti, nella cosmesi, e come rimedio naturale per le sue capacità curative.

Storia del cumino

Famoso in tutto il mondo, il cumino si può trovare in commercio intero o pestato, ma anche in polvere. Utilizzato in cucina in tantissime ricette, oggi lo si apprezza per i suoi benefici sull’organismo. La pianta da cui deriva prende il nome di Cuminum cyminum L. ed è originaria della Siria. Con il passare del tempo si è diffusa nel Mediterraneo e oggi popola tutti i paesi arabi.

I suoi semi non sono dei veri e propri semi, ma frutti che prendono il nome di acheni, caratterizzati da un guscio duro all’esterno e all’interno contengono un solo seme. Di questa specie ne esistono quattro varietà:

  1. Il cumino siriano di cui parleremo in questo articolo con i semi piccoli, scuri e ovali.
  2. Il Carum carvi (cumino dei prati o tedesco) con i semi piccini e bruni, diffuso in Europa, Germania e paesi del nord. Risulta essere meno pepato e profumato del cumino siriano.
  3. Il Bunium persicum, conosciuto come cumino persiano. Ha i semi lunghi, curvi e di colore grigio, presente solo in alcune parti del Medio Oriente.
  4. Il Nigella sativa, o cumino nero bengalese caratterizzato per la forma a piramide dei suoi semi e il colore brunito.

Curiosità

Conosciuto sin dall’antichità, il cumino era molto amato dai Romani che lo utilizzavano come condimento o ne ricavavano una crema da spalmare sul pane. I Greci lo utilizzavano come spezia tanto da tenerla a tavola in un contenitore, usanza che ancora oggi viene praticata in Marocco.

Nel corso del Medioevo si pensava che fosse in grado di non fare fuggire gli animali da casa e gli amanti, ma in generale che fosse un buon afrodisiaco per le coppie di sposi. In passato la miscela ricavata con l’aggiunta del miele rappresentava un rimedio naturale contro le amnesie.

Proprietà e benefici

I semi di cumino hanno proprietà benefiche per l’organismo, digestive e insieme all’acqua calda si ottiene l’estrazione dei principi attivi, ottimo rimedio per combattere i gonfiori addominali e le coliche.

È un potente antiossidante, antimicrobico e antinfiammatorio, ottimo integratore di ferro, riduce il colesterolo e il diabete, stimola gli anticorpi, attenua il meteorismo, favorisce l’appetito, contrasta l’osteoporosi, favorisce il flusso del sangue, purifica i radicali liberi, disintossica il fegato, combatte l’alitosi, mal di testa e riduce lo stress.

Può essere assunto sotto forma di decotto da bere dopo i pasti per favorire la digestione e agire sul pancreas. Sotto forma di olio essenziale per curare problemi respiratori, tosse, raffreddore, e per i massaggi se ricavato dai semi.

Il cumino è in grado di fare dimagrire poiché stimola la velocità del metabolismo, aiuta il processo digestivo e aumenta il consumo dei grassi. In questo modo vengono bruciati tutti i grassi che solitamente non si eliminano e che vanno a depositarsi nella zona addominale. Ovviamente al cumino occorre affiancare una dieta equilibrata e anche dell’attività fisica, per ottenere dei buoni risultati.

Recenti ricerche mediche hanno prodotto risultati, anche se ancora in via sperimentale, davvero sorprendenti. A quanto sembra, il cumino nero potrebbe essere un adeguato aiuto per contrastare i problemi legati alla tiroide o la malattia di Hoshimoto.

Valori e proprietà nutrizionali

100 g di cumino contengono:

  • 375 kcal;
  • 17,81 gr di Proteine;
  • 44,24 gr di Carboidrati;
  • 2,25 gr di zuccheri;
  • 22,27 gr di Grassi;
  • 0 mg di Colesterolo;
  • 10,5 gr di Fibra alimentare;
  • 168 mg di Sodio;
  • 900 mg di Calcio;
  • 66 mg di Ferro;
  • 1788 mg di Potassio.

Come si può notare siamo in presenza di una spezia ricca di proprietà, grazie alla presenza di sostanze antiossidanti, fibre e di alcuni minerali fondamentali per la salute del nostro organismo in particolare: ferro, calcio, fosforo e potassio. Vediamo nello specifico:

  • le fibre sono fondamentali per il mantenimento della salute dell’intestino, perché stimolano il transito intestinale, favoriscono l’espulsione delle tossine e prevengono l’insorgenza del cancro al colon.
  • Il Calcio è presente in gran quantità ed è importante perché rilascia minerali alle ossa e denti prevenendo l’osteoporosi. Utile anche per la muscolatura e le cellule.
  • Il ferro è responsabile del trasporto dell’ossigeno nel sangue, del potenziamento del sistema immunitario, della produzione degli ormoni del buon umore.
  • Il fosforo, insieme al calcio, è responsabile della struttura di ossa e denti, regola il pH, attiva le vitamine e partecipa anche alla riparazione cellulare.
  • Il potassio è molto abbondante nel cumino, ed è fondamentale per la riduzione della pressione arteriosa e per lo smaltimento dei liquidi in eccesso. Regola la frequenza cardiaca, trasmette degli impulsi nervosi e agisce sulla contrazione delle fibre muscolari.

Utilizzi del cumino

Caratteristica dei semi è l’aroma intenso dal sapore pepato e a tratti amaro. Per questo viene usato in piccole dosi per evitare di coprire il sapore dei piatti. In Italia non è molto diffuso in cucina ma generalmente accompagna bene le verdure, i formaggi, legumi, la carne e i sottaceti.

Se provate a tostare i semi in padella prima di insaporire i cibi, noterete ancora di più l’aroma del cumino. In cucina possono essere utilizzate le foglie per le insalate o le salse.

Viene molto utilizzato nella cucina indiana, africana e in generale nei paesi del Medio Oriente, poiché ingrediente utile per la realizzazione del “curry” e del “garam masala”, una miscela di spezie indiane.

In Africa è usato per speziare la carne, in Messico per insaporire il guacamole e il chili, nelle zone francesi sul pane, nella penisola iberica per le salsicce e nelle ricette a base di verdure, mentre in Olanda e Valle D’Aosta per i formaggi.

I semi di cumino possono essere aggiunti alle minestre, alla macedonia, per insaporire pane, torte salate, cracker, per marinature a base di olio di oliva o salsa di soia, e inoltre vengono utilizzati per la preparazione di un liquore dal profumo dolciastro e dal sapore amaro: il Kümmel.

Si può anche bere preparando una tisana per digerire e depurare l’organismo, oltre che per favorire il rilassamento e curare la tosse con l’aggiunta di menta e semi di finocchio. Viene anche impiegata come ingrediente per dentifrici, detergenti e collutori, e soprattutto per gli oli da massaggio.

Fin dai tempi antichi, soprattutto in India veniva impiegato per le sue proprietà sui capelli, poiché diminuisce la formazione delle doppie punte ed elimina la forfora. Se utilizzato come decotto, quindi per fare degli impacchi sui capelli, dona lucentezza e brillantezza, idrata il cuoio capelluto e rende i capelli morbidi.

Anche la pelle può godere dei benefici del cumino. Dato che è ricco di vitamina A, C, E, ha un effetto “anti-age”, di protezione per la pelle, stimola la produzione di collagene, mantenendo la pelle morbida, tonica e luminosa. Se usato come olio sulla pelle, è un ottimo rimedio ad azione antifungina e disinfettante.

Controindicazioni

Il cumino non ha effetti collaterali, ma non deve essere somministrato a chi è allergico o intollerante a uno dei suoi componenti, e soprattutto a coloro i quali hanno patologie legate al fegato. È anche controindicato durante l’assunzione di terapie ormonali o farmaci fotosensibilizzanti, durante la gravidanza ed è bene non farlo consumare ai bambini di età inferiore ai 6 anni. In ogni caso, prima di utilizzare i semi di cumino per lungo periodo, è consigliato chiedere sempre il parere del medico.

Dove acquistare il cumino

Lo si può trovare in qualsiasi supermercato, sia in polvere che in semi, nelle erboristerie, nei negozi che vendono articoli Bio, online nei vari Store oppure in farmacia.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi