Miglio: che cos’è, benefici, utilizzi in cucina e controindicazioni

Il miglio è un cereale, naturalmente privo di glutine che viene considerato un ottimo alleato per la cura del nostro corpo, in particolare è impiegato come rimedio naturale, in cucina come ingrediente di vari piatti e in cosmetica come ingrediente per la preparazione di prodotti per la cura dei capelli. Scopriamo meglio di che si tratta, se funziona realmente per contrastare la caduta dei capelli, e che tipo di controindicazioni o effetti collaterali può avere.

Che cos’è il miglio e a cosa serve?

Il miglio è un cereale senza glutine, molto apprezzato dal nostro apparato digerente e particolarmente indicato per anziani, bambini e coloro che soffrono di intolleranze. I suoi chicchi sono molto piccoli ma al loro interno sono ricchi di vitamine, proprietà nutritive e minerali come ferro, magnesio, fosforo e silicio.

Dal sapore leggero, facilmente digeribile, è fonte di energia pertanto può essere consumato dai celiaci. Appartiene alla famiglia delle graminacee, particolarmente utilizzato come mangime per il pollame e gli uccelli, ma grazie ai suoi nutrienti è molto utile per il benessere della pelle, dei capelli e delle unghie.

Proprietà ed effetti benefici

Il miglio contiene una buona quantità di carboidrati e poche proteine. La sua caratteristica principale è quella di essere facilmente digerito dal nostro organismo, rispetto ad altri cereali. Le sue principali proprietà sono:

  • diuretiche;
  • stimolare la produzione di collagene e cheratina: possiede pertanto effetti benefici sulla salute della pelle, denti, capelli, unghie;
  • digeribilità: quindi adatto ai bambini, anziani, donne in gravidanza e in coloro che sono affetti da problematiche digestive;
  • adatto per chi soffre di sensibilità al glutine e celiaci;
  • ricostituente: grazie alla presenza della vitamina B è un ottimo energizzante, utile per gli sportivi, in caso di convalescenza, per contrastare l’anemia e la stanchezza;
  • antistress: contiene un aminoacido che aiuta a combattere lo stress, il cattivo umore e la depressione;
  • adatto per vegetariani e vegani;
  • combattere l’acidità di stomaco: altamente digeribile è indicato per coloro che soffrono di bruciore di stomaco e acidità;
  • apportare benefici: in presenza di gonfiore, crampi, migliora il transito intestinale e l’eliminazione delle tossine;
  • ridurre il colesterolo;
  • prevenire la formazione di calcoli biliari: grazie alla presenza delle fibre insolubili;
  • prevenire malattie cardiovascolari: grazie alla presenza del potassio e magnesio, in grado di abbassare la pressione sanguigna;
  • antimicotiche: riduce l’insorgenza di varie forme di funghi;
  • antitumorali: contiene degli antiossidanti che contrastano l’invecchiamento delle cellule e svolgono un’azione antinfiammatoria, evitando l’insorgenza di malattie croniche tra cui i tumori.

Utilizzi in cucina del miglio

Il miglio è un cereale che viene utilizzato molto in cucina, principalmente decorticato ovvero privato dopo un processo di raffinazione della crusca, mantenendo intatte le altri parti che lo compongono. Possiede un sapore molto delicato che permette di utilizzarlo in vari modi. Non occorre tenerlo in acqua, ma va lavato bene per eliminare eventuali impurità. Subito dopo il lavaggio si procede con la cottura in acqua bollente per una ventina di minuti, fino a quando l’acqua non viene assorbita del tutto. In alternativa, si possono tostare i chicchi per qualche minuto all’interno di una pentola e cuocerli come fosse un risotto.

Dal miglio si può ricavare la farina che viene utilizzata per la preparazione di torte e biscotti. Essendo privo di glutine se ne sconsiglia l’utilizzo per la preparazione della pasta all’uovo. In commercio si possono anche trovare i fiocchi di miglio e il miglio soffiato, due tipologie che possono essere consumate a colazione. Con i semi si ottiene una bevanda vegetale simile al latte, una buona alternativa per coloro che sono intolleranti al lattosio, molto calorica e povera di calcio.

Funziona davvero contro la caduta dei capelli?

In alcuni casi la debolezza delle unghie e dei capelli è legata a un deficit di proteine, vitamine e sali minerali all’interno del nostro organismo. Queste carenze portano a un’alterazione della produzione della cheratina, un elemento essenziale per il benessere delle ossa, dei denti, unghie e capelli. In natura si ha la possibilità di trovare un valido rimedio a queste mancanze, attraverso il miglio, un alimento molto efficace per la salute completa sia nella donna che nell’uomo.

Data la presenza di proteine, vitamine e minerali, al suo interno, può essere assunto per prevenire la caduta dei capelli e garantire una capigliatura forte e sana allo stesso tempo. Le proprietà del miglio, permettono di rinforzare il cuoio capelluto e migliorare l’aspetto dei capelli, rendendoli sani e lucenti.

Per questo motivo viene utilizzato per la preparazione di diversi integratori la cui somministrazione è consigliata in caso di caduta dei capelli, alopecia, assottigliamento e doppie punte. Contiene anche acido salicilico, una sostanza che favorisce il benessere dei denti, della pelle e delle unghie.

Dosaggio e assunzione giornaliera consigliata

Il miglio viene considerato un buon rimedio naturale per rinforzare la struttura dei capelli e combatterne la caduta. In caso di indebolimento o notevole perdita, è possibile servirsi dell’assunzione di questo cereale tramite l’alimentazione oppure tramite l’assunzione di integratori.

Per rinforzare i capelli può essere assunto durante i cambi di stagione, nei periodi in cui lo stress è maggiore, consumandolo anche tre o più volte alla settimana. Le ricette in cucina sono tantissime e rendono questo cereale molto versatile per la preparazione di minestre, minestroni, zuppe e insalate, come polpette oppure per accompagnare le verdure.

Ottimo per essere consumato da vegetariani e vegani, essendo privo di glutine, adatto quindi anche per gli intolleranti al glutine. In alternative si possono assumere integratori acquistabili in erboristeria, che spesso contengono altre sostanze come olio che ne potenzia l’effetto benefico.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Il miglio non presenta alcun tipo di controindicazione, tanto meno effetti collaterali salvo per coloro che sono intolleranti o presentano allergie al prodotto. Pertanto si consiglia sempre di chiedere un parere ad un esperto prima di procedere alla somministrazione, specialmente degli integratori. Evitate somministrazioni fai da te.

Dove acquistare il miglio? Prezzo

Il miglio può essere acquistato presso erboristerie, parafarmacie, supermercati o negozi specializzati nella vendita di prodotti biologici. In commercio si può trovare sotto forma di fiocchi, miglio soffiato, in chicchi, oppure come ingrediente di prodotti cosmetici. Il prezzo varia a seconda della tipologia di prodotto che si intende acquistare. Generalmente gli integratori in capsule e i prodotti di cosmetica hanno un costo che varia dai 6 euro ai 50 euro. Il miglio per uso alimentare ha un costo che non supera i 10 euro al kg.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi