Acido clorogenico: cos’è, benefici, utilizzi, controindicazioni

L’acido clorogenico è un composto che si trova in natura nelle piante come in quella del caffè. Fa parte della famiglia dei polifenoli, ovvero sostanze con elevate caratteristiche antiossidanti, che ritroviamo in moltissimi prodotti vegetali, e che consumiamo quotidianamente con la nostra alimentazione.

Questo composto è in grado di ridurre il livelli zucchero nel sangue ed è ottimo per contrastare il diabete e l’obesità, grazie alla sua potente azione dimagrante. Scopriamo nello specifico di cosa si tratta, quali sono le sue proprietà benefiche sul nostro organismo e quali potrebbero essere gli effetti collaterali scatenati da un uso prolungato o da un errata somministrazione.

Che cos’è l’acido clorogenico e a cosa serve?

L’acido clorogenico è un composto chimico a basso peso molecolare, che viene estratto dal caffè verde, ma lo si può trovare anche in altre piante, oggi utilizzate come rimedi naturali per perdere peso. Oltre alla sua funzione anti diabetica e antiossidante, agisce contro l’obesità. Per questa ragione viene utilizzato per preparare integratori a scopo dimagrante. Chimicamente è composto da:

  • acido caffeico: una sostanza che si trova nella frutta e negli ortaggi ma fondamentalmente è presente nel caffè da cui prende il nome, che ha la funzione di prevenire l’ossidazione delle altre sostanze;
  • acido chinico: è estratto dalla China e dai chicchi del caffè, ottimo alleato contro dolori, febbre, malaria e problemi legati alla digestione.

Gli alimenti che lo contengono naturalmente sono:

  • caffè verde e in altri tipi di caffè;
  • nell’estratto di mela, pera, prugne, pesche, uva, kiwi;
  • pomodoro, fragole e mirtilli;
  • nel tè verde;
  • nel carciofo;
  • nel bamboo e nello Yacon;
  • nelle patate.

Ulteriori ricerche si soffermano sugli utilizzi e proprietà terapeutiche dell’acido, ed è emerso che abbia anche funzioni terapeutiche cardioprotettive, neuroprotettive, metaboliche e ipoglicemizzanti.

Proprietà dell’acido clorogenico

L’acido clorogenico viene utilizzato per gli integratori alimentari ma anche in cosmetica, come rimedio naturale e le ragioni riguardano:

  • la capacità di accelerare il funzionamento metabolico;
  • la capacità di trasformare il grasso in energia;
  • la capacità di combattere i radicali liberali;
  • la capacità di prevenire malattie croniche pericolose;
  • la capacità di proteggere gli occhi ma malattie degenerative della vista.

Dove si trova l’acido clorogenico?

Questa sostanza si trova in quantità elevata nel caffè, ricco di acido caffeico. Il caffè lavorato in torrefazione e tostato ne contiene pochissimo a causa del processo di tostatura dei chicci che si verifica a una temperatura di circa 200°. Le proprietà contenute nel caffé a temperature così alte, vengono alterate e l’acido viene espulso in quantità notevoli.

Ragion per cui, basta acquistare il caffè verde ancora crudo, che non è stato lavorato per potere ritrovare l’acido clorogenico ancora inalterato. Il caffè verde si può trovare in farmacia o erboristeria in moltissime espressioni: è possibile acquistare i chicchi crudi, gli estratti, ma anche integratori sotto forma di pastiglie. 

Utilizzi dell’acido clorogenico

L’acido clorogenico, per le sue funzioni e proprietà viene principalmente impiegato:

  • nel settore alimentare: per creare integratori naturali per perdere peso e contrastare l’obesità;
  • in cosmetica: per realizzare creme per il viso, per il corpo e per la cura dei capelli;
  • in ambito medico: nella terapia per contrastare tumori al seno nelle donne e alla prostata per gli uomini, cancro del tratto digestivo, impedendo o rallentando la diffusione di metastasi.

Quali sono gli effetti benefici dell’acido clorogenico sul nostro organismo?

I principali effetti riscontrabili nell’uomo dopo l’assunzione di acido clorogenico sono:

  • riduzione della pressione sanguigna;
  • contrasta le allergie respiratorie causate da alcuni vegetali;
  • effetti lassativi;
  • protegge in condizioni neuro-infiammatorie;
  • combatte la manifestazione dei radicali liberi che potrebbero danneggiare le cellule;
  • possibili lievi effetti psicostimolanti;
  • abbassare la pressione sanguigna
  • riduce l’assorbimento di zucchero a livello intestinale;
  • aiuta nella riduzione del peso corporeo;
  • contrasta virus, batteri e infiammazioni;
  • effetti benefici sull’umore.

Funziona davvero per dimagrire? Proprietà e benefici dell’acido clorogenico

Sebbene numerose ricerche hanno evidenziato la capacità dell’acido clorogenico di combattere l’obesità e intervenendo sulla diminuzione del peso corporeo, ciò non vuol dire che questa sostanza abbia degli effetti miracolosi sulla dieta, perché questo non corrisponde a realtà.

Ad oggi ci sono ancora pareri discordanti sulle proprietà dimagranti e non esistono prove scientifiche in grado di dimostrare la sua efficacia. Però di contro sappiamo che è in grado di bloccare l’enzima glucosio che rallenta il rilascio degli zuccheri nel sangue. Questo vuol dire che il nostro corpo utilizza il grasso depositato al posto dello zucchero come fonte di energia. In altre parole, assumendo acido clorogenico si bruciano più grassi e quindi si dimagrisce.

Ricordate però, che questa sostanza deve essere accompagnata da un’alimentazione sana, equilibrata e da tanta attività fisica per ottenere dei risultati.

Coloro che fanno una vita sedentaria, anche se bevono grandi quantità di tè verde non potranno mai sperare di perdere peso. Oltre a questa presunta funzione dimagrante, lo si può considerare un ottimo compromesso per ridurre la pressione, antinfiammatorio e antibatterico. Un vero e proprio toccasana per il nostro organismo.

Dosi e modalità d’uso dell’acido clorogenico

Il dosaggio giornaliero più testato ed efficace oscilla tra i 120 e i 300 mg. La scelta dell’integratore va effettuata tenendo conto di vari fattori e soprattutto dopo avere chiesto un consulto al proprio medico che conosce il quadro clinico del proprio paziente, le eventuali terapie farmacologiche a cui è sottoposto e possibili interazioni con altri farmaci.

Effetti Collaterali

L’utilizzo dell’acido clorogenico risulta, nella maggior parte dei casi, sicuro e ben tollerato. Le reazioni più frequenti interessato il tratto gastro-enterico, con comparsa di diarrea, gonfiore addominale e crampi addominali. Un eccessivo consumo di caffè in cui c’è un’evidente presenza di acido clorogenico, può causare malattie cardiovascolari e produrre danni anche al colesterolo.

Se si soffre di ipotiroidismo e si sta seguendo un’adeguata terapia farmacologicca, non vi sono particolari problemi ad assumere l’acido clorogenico.

Controindicazioni e precauzioni per l’uso

L’uso di acido clorogenico è da evitare in gravidanza e durante la fase di allattamento al seno. Le controindicazioni si estendono anche ai soggetti con ipersensibilità al principio attivo, con problemi legati alla coagulazione del sangue e in presenza di patologie cardiovascolari gravi. Inoltre:

  • può aumentare il rischio cardiovascolare;
  • assunto in dosi massicce altera il metabolismo e a lungo andare impedisce il naturale smaltimento dei lipidi;
  • può generare reazioni allergiche;
  • può ridurre l’assorbimento di zinco e ferro;
  • può aggravare gli stati ansiosi;
  • può aumentare la pressione degli occhi, ne è sconsigliata l’assunzione in caso di glaucoma;
  • aumenta i sintomi della sindrome del colon irritabile;
  • può aumentare la quantità di calcio eliminata tramite le urine, provocando l’osteoporosi.

Pertanto in caso di suddette patologie o altro genere di terapie farmacologiche cui siete sottoposti, è bene sempre chiedere il parere del proprio medico curante prima di acquistare prodotti a base di questa sostanza e procedere a somministrazioni “fa da te”.

Interazioni Farmacologiche

Non esistono al momento interazioni farmacologiche o alimentari particolari, ma è opportuno ricordare che l’acido clorogenico ha la capacità di rafforzare l’effetto dei farmaci utilizzati nel trattamento per il diabete mellito di tipo 2.

Dove si acquista? Prezzo

In commercio esistono compresse, capsule, flaconcini a base di acido clorogenico acquistabili sia online a prezzi modici che in farmacia o erboristeria a prezzi elevati. Generalmente il costo per una confezione si aggira intorno ai 15 euro ma può arrivare anche a costare 100 euro, se si tratta di prodotti di alta qualità.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi