Limonene: che cos’è, a cosa serve, benefici, utilizzi, controindicazioni

Il limonene è una sostanza liquida che non presenta alcun colore particolare ma bensì possiede un odore che richiama quello degli agrumi. Viene utilizzato, infatti, per la produzione di fragranze, solventi per uso professionale, nella cosmetica e per insaporire gli alimenti. In natura è reperibile in molti agrumi.

Un uso errato senza previa prescrizione medica può provocare tossicità e insorgenza di allergie. Scopriamo cos’è, a cosa serve, se ha una funzione specifica nel nostro organismo e che tipo di effetti collaterali può provocare sul nostro corpo se assunto in dosi eccessive.

Che cos’è il limonene e a cosa serve?

Il limonene è una sostanza chimica di origine naturale che non ha nessun colore, con odore e sapore che richiamano quello dei limoni, agrumi come le arance e altri frutti. Si tratta di una sostanza liquida trasparente, che non si scioglie a contatto con l’acqua, ma nell’olio e nell’alcool.

In natura lo si può trovare:

  • nella buccia degli agrumi, che ha la caratteristica di trattenere grandi quantità di questa sostanza;
  • in diverse erbe mediche come menta e rosmarino;
  • negli oli essenziali ricavati dal limone o dall’arancia, o in quello della lavanda.

Viene utilizzato nella cosmetica, e in particolare in quella eco biologica per rendere più allettante l’odore delle creme, lozioni, prodotto per la cura del corpo e l’igiene personale. Ma ricordate che si tratta di un ingrediente da adoperare con molta cautela in quanto può sviluppare potenziali allergie.

Utilizzi

Il limonene viene utilizzato in diversi ambiti grazie alle sue potenzialità. Nello specifico:

  • sotto forma di sale come coadiuvante ai vari trattamenti per aiutare a contrastare calcoli biliari, colesterolo, bruciori di stomaco, reflusso esofageo, tumore al seno o del colon-retto;
  • per aiutare a contrastare e tenere sotto controllo diverse patologie;
  • come ingrediente nei prodotti di cosmetica: lozioni, prodotti da bagno, bagnoschiuma, detergenti, prodotti per capelli, shampoo, abbronzanti;
  • come ingrediente per fragranze come deodoranti o profumi per gli ambienti;
  • come solvente;
  • nell’industria farmaceutica;
  • nella biotecnologia come biocarburante;
  • estratto, per la distillazione dell’olio contenuto nella buccia degli agrumi;
  • per uso alimentare come additivo per insaporire gli alimenti;
  • come insetticida naturale negli spray;
  • in prodotti per la pulizia della casa per rimuovere lo sporco incrostato;
  • come sverniciatore per la produzione di colle e vernici.

Proprietà benefiche e usi terapeutici

Il limonene possiede diverse proprietà benefiche per l’organismo, infatti viene utilizzato per aiutare a contrastare depressione, ansia, stress, forme batteriche, per stimolare il sistema immunitario, per aiutare a combattere ulcere, aria nello stomaco, acidità di stomaco e reflussi gastriciQuesto composto viene impiegato anche all’interno delle diete dimagranti.

Le proprietà terapeutiche di questo composto naturale sono ancora oggetto di studio ma secondo alcune fonti sembrerebbe possedere effetti benefici utili per aiutare a contrastare:

  • il bruciore di stomaco: perché neutralizza gli acidi gastrici e ottimizza la motilità del tratto digerente. Nel mercato si possono acquistare integratori di D-limonene;
  • i calcoli biliari: in quanto possiede la caratteristica di sciogliere il colesterolo, i calcoli biliari della cistifellea e ne ostacolerebbe l’ingrossamento.

I benefici terapeutici del limonene sono notevoli e per questo motivo se ne fa largo uso sia nella medicina tradizionale che in quella più moderna. Come olio essenziale, può essere utilizzato nell’aromaterapia, per aiutare a combattere stress e ansia, oltre che produce effetti calmanti. Si ritiene inoltre, che il limonene sia un ottimo aiuto in presenza di funghi e batteri. Viene spesso usato nei cosmetici perché può migliorare l’assorbimento di altri composti attraverso l’epidermide.

Linee guida sull’alimentazione

Il limonene viene inserito spesso nell’alimentazione per le sua capacità di bloccare l’acidità dei succhi gastrici e di aiutare il transito intestinale. Può essere utilizzato direttamente estratto dagli agrumi biologici, grattugiandone la parte colorata della buccia per insaporire zuppe, insalate e minestre oppure basta assumere qualche goccia di olio essenziale insieme ad un cucchiaio di miele per ottenere un sollievo immediato.

Il Limonene è pericoloso? Può creare problemi o fastidi?

Sì, secondo alcune fonti sembra che il  limonene, abbia un elevato potere allergizzante e sensibilizzante. Per questo motivo è stato inserito dall’OMS nell’elenco delle sostanze da indicare nelle etichette dei prodotto che lo contengono tra gli ingredienti o nell’INCI.

Ciò non vuol dire che è dannoso e quindi debba essere evitato, ma semplicemente che andrebbe utilizzato con prudenza perché potrebbe scatenare rash cutanei, fastidi, sensibilizzazioni in coloro che hanno un’epidermide delicata. Non viene mai utilizzato come ingrediente di prodotti per bambini, nei detergenti intimi e nei prodotti di cosmetica indicati per occhi e labbra.

Tossicità del limonene: allarme cancro nei limoni esteri

Prestate particolare attenzione quando acquistate questo agrume perché potrebbe causare problemi epatici e al sistema nervoso. I limoni come tutti sappiamo sono degli agrumi, e questi contengono vitamina C in grado di rinforzare il nostro sistema immunitario. Alcuni agrumi però, possono essere pericolosi per la nostra salute, in particolar modo quelli che provengono dai paesi esteri trattati con dei conservanti chimici.

Gran parte di quelli che provengono dall’estero sono venduti a buon mercato ma allo stesso tempo essendo trattati chimicamente risultano nocivi per il nostro organismo, perché non viene ottemperata la tempistica necessaria per la conservazione. Questi conservanti risultano pertanto cancerogeni e tossici per l’uomo se ingeriti.

In alcuni casi, non vengono rispettate le dosi consentite in agricoltura, e questo consente alle sostanze nocive di penetrare fino alla polpa dell’agrume e, di conseguenza, anche al nostro organismo, rischiando di provocare danni al fegato e al sistema nervoso.

Nelle ricette dei dolci, la buccia viene utilizzata per la cucinare le crostate o i biscotti ma spesso l’utente non sa che queste bucce degli agrumi provenienti dall’estero non sono commestibili. Pertanto, prestate sempre attenzione alle etichette delle confezioni di limoni che riportano la scritta “buccia non edibile” ovvero non commestibile.

Tossicità delle candele profumate

Il limonene è innocuo ma se si propaga nell’ambiente, si uniscono con l’ozono e si trasforma in formaldeide. Le candele odorose lo contengono tra gli ingredienti, per stabilirne la fragranza e rendere piacevole l’odore degli ambienti in cui vengono accese. La loro profumazione si combina tuttavia con altri elementi, dimostrandosi poco salutari per l’organismo.

Effetti collaterali e conseguenze del sovra dosaggio

I farmaci che contengono il limonene nella composizione possono provocare effetti collaterali come dolore addominale, nausea e vomito. Effetti rari che possono manifestarsi anche in forma acuta. Pertanto è opportuno, in presenza di uno di questi sintomi consultare il proprio medico tempestivamente.

Non esiste una dose precisa da somministrare uguale per qualsiasi prodotto in commercio. Ogni integratore ha riportato sulla propria confezione il dosaggio corretto tenendo conto di diversi fattori. Se però viene assunto in quantità superiori alle dosi indicate o prescritte dal medico, ecco che potrebbe causare avvelenamento o effetti collaterali. 

Dove si compra il limonene? Prezzo degli integratori alimentari

Il limonene si può acquistare sotto forma di integratore alimentare, che non deve essere inteso come sostituto della regolare dieta alimentare, ma come supporto oppure sotto forma di olio essenziale e gocce aroma per insaporire i cibi.

Si trova disponibile in flaconcini da 100 ml a un costo che oscilla dai 20 euro fino ai 120 euro per prodotti professionali. Può essere acquistato online nei vari siti, in para-farmacia, negozi di prodotti biologici oppure nelle erboristerie.

Tenete presente che se lo dovete assumere per uso alimentare, è consigliabile chiedere sempre un parere al vostro medico o erborista di fiducia, per non incorrere in spiacevoli effetti collaterali dovuti a un uso eccessivo del prodotto.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi