Moringa: a cosa serve? Proprietà, benefici, controindicazioni

La Moringa oleifera appartiene alla famiglia Moringaceae, diffusa soprattutto nell’area equatoriale e tropicale del pianeta. La pianta si suddivide in ben 13 specie e presenta diverse proprietà benefiche per l’organismo, per questo spesso inserita all’interno delle formulazioni di integratori alimentari ad azione dimagrante. Andiamo quindi a scoprire tutte le proprietà e caratteristiche della Moringa all’interno dei prossimi paragrafi.

Moringa: descrizione e caratteristiche della specie

La Moringa, appartenente alla famiglia delle Moringaceae, si suddivide in 13 specie:  Moringa arborea, Moringa borsiana,  Moringa hildebrandtii, Moringa longituba, Moringa oleifera, Moringa ovalifolia, Moringa peregrina, Moringa concanencis, Moringa drouhardii, Moringa pygmaea, Moringa rivae, Moringa ruspoliana e la Moringa stenopelata.

Dal punto di vista estetico la Moringa può raggiungere dai 4 ai 7 metri di altezza, superando i 10 metri di altezza in condizioni del suolo più adatte. Il tronco della Moringa si presenta molle alla base, con una consistenza piuttosto spugnosa, con rami sottili intrecciati tra loro. Le foglie si compongono di molteplici foglioline, robuste e di colore verde chiaro.

Le radici di Moringa presentano un tipico e forte odore di rafano, mentre i fiori assumono un colore bianco/crema. I frutti della Moringa consistono in baccelli dalla forma triangolare, particolarmente appuntiti e affusolati. I semi, di colore bruno, assomigliano alla forma dei fagioli. 

La pianta trae la sua origine dai territori dell’India orientale, coltivata odiernamente nella fascia equatoriale e tropicale del pianeta. Tra le caratteristiche principali della Moringa si trova la sua capacità di resistere immune ai periodi climatici di siccità e al fuoco.

Proprietà benefiche della Moringa

La pianta della Moringa viene definita un ‘super-food’, ma anche un ‘albero miracoloso’. A scopo alimentare la Moringa può essere consumata in ogni sua parte, mentre la maggior parte dei suoi eccipienti si concentra all’interno delle sue foglie. La Moringa presenta un mix di vitamine tra cui vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, ma anche sali minerali come l’alta concentrazione di potassio.

La Moringa vanta inoltre una ricca fonte di Omega 3, Omega 6 e Omega 9, importanti dal punto di vista del mantenimento in salute dell’organismo. Tra le proprietà benefiche della Moringa si trova un’azione antiossidante contro i radicali liberi e un’azione antinfiammatoria. La specie aiuta a rafforzare le difese immunitarie contro i virus e i batteri.

La specie si dimostra adatta per la regolazione dei livelli della pressione arteriosa e della glicemia, per il controllo del diabete e dell’ipertensione. Le proprietà della Moringa incrementano i processi del metabolismo e migliorano la digestione, integrando le riserve di energia necessarie senza contenere caffeina. La Moringa partecipa alla regolazione dei livelli ormonali, utile anche in caso di pelle secca e acne.

Moringa: come si utilizza?

La Moringa si trova disponibile in commercio sotto molteplici forme. Tra queste la più conosciuta è senza ombra di dubbio la polvere, adatta sia per i condimenti delle pietanze che per la realizzazione di alcune bevande. La Moringa può essere assunta anche sotto forma di té, in compresse, all’interno di diverse formulazioni naturali come l’integratore +Forma per incrementare la perdita di peso.

La polvere di Moringa può essere assunta giornalmente sotto la posologia di un cucchiaio, mentre l’olio di Moringa viene generalmente utilizzato per il benessere della pelle e dei capelli. Le varie forme possono essere acquistate presso qualsiasi farmacia, erboristeria e store online specializzati.

Moringa: effetti collaterali e controindicazioni

Quali effetti collaterali e controindicazioni presenta la Moringa? La pianta viene consigliata anche ai bambini e alle donne in stato di gravidanza, senza presentare rischi per la salute dell’organismo. La sua assunzione è sconsigliata soltanto in caso di ipersensibilità e allergia al principio attivo.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi