Mentolo: cos’è, come assumerlo, proprietà benefiche e controindicazioni

Il mentolo è una sostanza vegetale contenuta all’interno delle foglie, il cui principio attivo si trova soprattutto nella nel genere vegetale della “Mentha“. In natura si presenta con una colorazione bianca, sotto forma di alcol chirale, di forma solida.

Il mentolo è conosciuto soprattutto per le sue proprietà benefiche verso l’organismo, ma anche come ingrediente principale di diversi alimenti e snack. All’interno dei paragrafi successivi andiamo ad analizzare tutte le proprietà benefiche, i metodi di assunzione e le controindicazioni date dal mentolo.

Che cos’è il mentolo?

La sostanza vegetale mentolo è contenuta all’interno delle foglie di alcune piante. Il mentolo viene estratto dall’olio essenziale di menta piperita, presentandosi particolarmente irritante. Lo si può trovare, in natura, sotto forma di cristalli che sembrano degli esagoni, con le sue proprietà rinfrescanti e dal sapore amaro.

Nonostante le credenze popolari il mentolo non causa un vero e proprio abbassamento della temperatura. La sua freschezza viene ampiamente sfruttata all’interno della formulazione di caramelle e gomme da masticare. Chimicamente il mentolo è in grado di incrementare la sensibilizzazione al freddo, rassomigliando allo stesso effetto dato dal peperoncino. Il mentolo fu scoperto come sostanza vegetale circa 2 mila anni fa in Giappone, odiernamente prodotto anche a livello chimico.

Le piante appartenenti al genere Mentha, dove si trova presente il mentolo, sono particolarmente numerose. In commercio il mentolo viene estratto dalla menta piperita e venduto in pratiche confezioni di forme ridotte, presente anche in moltissimi dentifrici.

Utilizzi e proprietà terapeutiche

Industrialmente il mentolo viene utilizzato come ingrediente di creme, cosmetici, ma anche come rimedi naturali sotto forma di pomate, gel, unguenti e soluzioni alcoliche. In campo medico il mentolo viene usato per la formulazione dei farmaci, mentre a livello alimentare per produrre diversi snack e integratori.

Le proprietà terapeutiche del mentolo evidenziano soprattutto capacità antisettiche, anestetiche e spasmolitiche. Il mentolo possiede inoltre ricche quantità di vitamina E, note per l’azione antiossidante. L’assunzione di mentolo contrasta la formazione dei gas intestinali,  i disturbi delle vie respiratorie, l’incremento della termogenesi e del dimagrimento, la pesantezza alle gambe, i dolori dentali e muscolari. Il mentolo contrasta anche i dolori articolari e muscolari, si rende adatto anche contro il mal di testa e i batteri, come rinfrescante immediato applicato sulla pelle e come repellente naturale contro insetti e zanzare.

L’olio essenziale di menta è molto utilizzato per aromatizzare, come anestetico locale nei prodotti mirati alla cura di problemi respiratori come tosse, raffreddori ma anche per la preparazione di sciroppi, unguenti e caramelle. Svolge inoltre un’azione antibatterica. Per uso esterno, la sua azione rinfrescante e tonica, viene sfruttata per la preparazione di creme e unguenti utili per la circolazione, la muscolatura e l’affaticamento delle gambe. Nell’industria alimentare, lo si utilizza per preparare dolci, cioccolate, bevande non alcoliche, formaggi, salse, frutta confezionata.

Effetti benefici del mentolo

Come abbiamo visto, il mentolo può essere considerato un ottimo rimedio naturale per contrastare diversi disturbi che interessano le vie respiratorie, ma non solo. I suoi effetti benefici vengono apprezzati, principalmente:

  • per contrastare tosse e bronchiti: sciogliendo qualche goccia di soluzione al mentolo in acqua bollente, se ne possono apprezzare le capacità lenitive della congestione nasale, in quanto possiede proprietà espettoranti oltre che disinfettanti. Gli infusi o gli sciroppi sono utilizzati, infatti, per uso interno come sedativi per la tosse grassa;
  • per contrastare il meteorismo: utile per eliminare la formazione di gas all’interno dello stomaco e dell’intestino che causano il fastidioso gonfiore all’addome, per l’eliminazione della bile, come rinfrescante, antisettico e per ridurre la motilità intestinale, risultando ottimo in presenza di coliche e irritazioni al colon;
  • come anestetico locale: le sue proprietà rinfrescanti e analgesiche, sono indicate per alleviare pruriti e mal di denti. Viene utilizzato come ingrediente per la preparazione di lozioni, unguenti, profumi che lasciano una sensazione di freschezza sulla pelle.

L’olio essenziale funziona davvero per i capelli?

In cosmetica gli oli essenziali sono degli ottimi rimedi curativi. L’olio di menta, in particolare, ha un’azione benefica per la cute e per i capelli, in quanto equilibra la quantità di sebo e rinfresca il cuoio capelluto. Bastano poche gocce da applicare durante lo shampoo per fare sì che i vostri capelli siano forti, brillanti e lisci. 

In commercio si trovano due tipologie di olio:

  • quello di menta piperita: adatto per il trattamento della cura dei capelli, in quanto è prodotto dai fiori secchi ma anche per eliminare impurità, infezioni cutanee. Al suo interno sono racchiuse in maggiore quantità tutte le proprietà benefiche della menta. Tra le componenti ci sono anche vitamine e minerali che mantengono in salute i capelli. L’applicazione dell’olio darà ottimi risultati anche se i capelli sono trascurati rendendoli morbidi, elastici e forti.  Grazie all’azione rinfrescante, immediatamente calma infiammazioni e prurito ed è particolarmente indicato per l’utilizzo nei mesi estivi;
  • quello campestre: che viene estratto dalla pianta fresca. La differenza la potrete notare dall’odore, forte e allo stesso tempo pungente.

Le proprietà benefiche dell’olio essenziale possono così essere riassunte:

  • accelera la circolazione del sangue, i processi metabolici del cuoio capelluto;
  • favorisce la crescita dei capelli;
  • tonifica la pelle e la idrata;
  • irrobustisce le radici;
  • contrasta le infiammazioni;
  • purifica i pori;
  • elimina i batteri e funghi;
  • regola il funzionamento delle ghiandole che produco sebo, e ne contrasta la fuoriuscita;
  • combatte la forfora;
  • svolge un’azione esfoliante.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Bisogna prestare attenzione all’acquisto dei prodotti a base di mentolo, in quanto, celano spesso alcuni effetti collaterali e controindicazioni. I soggetti allergici alla sostanza possono sviluppare i classici sintomi allergici, come la dermatite da contatto. In caso di sovra dosaggi ingeriti il mentolo provoca diversi disturbi all’apparto digerente, ma anche bruciori a livello gastrico, andando ad ostruire il passaggio della bile.

In caso di gravi patologie al fegato il mentolo viene espressamente sconsigliato, in presenza di calcoli biliare, ernie, ulcere gastriche. La sostanza provoca irritazione a contatto con gli occhi, ed è estremamente importante assumerla entro i limiti dei dosaggi consentiti per evitare qualsiasi reazione tossica. Se ne sconsiglia l’utilizzo anche in gravidanza e nei bambini di età inferiore ai sei anni. L’olio essenziale non è indicato per coloro i quali soffrono di favismo, in quanto somministrato in alto dosaggio può arrecare danni ai reni.

Gli esperti sostengono che l’olio di menta non provoca alcun effetto collaterale che possa provocare reazioni negative in soggetti sani. Per evitare possibili reazioni allergiche, si consiglia sempre di fare una prova allergica prima di applicarlo localmente. Aprite la confezione, annusate il profumo. Se sorgono sintomi come mal di testa, nausea, vertigini non utilizzatelo, altrimenti applicatane una piccola quantità sulla parte interna del gomito o del polso e attendete una mezz’ora per eventuali reazioni.

Ricordate di non utilizzare l’olio mai puro sui capelli, miscelate sempre altri oli vegetali sia per il trattamento sul cuoio capelluto che per effettuare massaggi sul corpo. Non va mai riscaldato per evitare di distruggere le sue proprietà. Dopo l’applicazione se avvertite una leggera sensazione di formicolio e freschezza, è una normale reazione del mentolo.

Dove acquistare il mentolo? Prezzo

Il mentolo lo si può trovare in commercio in varie soluzioni: in cristalli, in polvere, come ingrediente di prodotti di cosmetica, come integratore, ma anche come ingrediente nell’industria alimentare o repellente contro gli insetti. Pertanto è acquistabile in farmacia, para-farmacia, online, nei negozi di cosmetica, ma anche nei supermercati ed erboristerie. La sua versatilità lo rende un prodotto facilmente reperibile anche sui siti e-commerce. Il prezzo varia in base agli utilizzi e al tipo di prodotto che si acquista. Generalmente il prezzo dei cristalli oscilla dai 2 euro ai 25 euro, per prodotti a uso farmaceutico dai 4 euro ai 50 euro, per uso cosmetico dai 15 ai 100 euro. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi