Herpes Simplex: sintomi, cause, diagnosi, come intervenire e rimedi naturali

L’Herpes Simplex è una forma di infezione virale, trasmissibile, che si manifesta con delle vescicole dolorose sulla pelle o sulla mucosa. In particolare si presentano sulle labbra e nelle zone genitali.

I sintomi sono caratterizzati da bruciore e prurito, con la formazione di liquido all’interno delle vesciche e le cause possono essere riconducibili a un indebolimento delle difese immunitarie. Andiamo ad approfondire meglio l’argomento, vedendo nel dettaglio quali sono le cause, la sintomatologia e che tipo di trattamenti e rimedi naturali si possono adottare per favorire la guarigione.

Che cos’è l’Herpes Simplex?

L’Herpes Simplex è un virus, che si può trasmettere e si manifesta con la formazione di vesciche sulle mucose o sulla pelle. In particolare, si tratta di una forma virale in cui l’uomo è l’unica forma di contagio.

Si trasmette esclusivamente tramite piccole gocce di saliva, prendendo il nome di Herpes labiale oppure tramite rapporto sessuale, in caso di Herpes genitale. Esistono due tipologie di virus:

  • la tipologia 1: che colpisce la parte superiore del corpo, quindi la mucosa labiale e si trasmette tramite contatto con la saliva o lesioni;
  • la tipologia 2: che colpisce le zone genitali e si trasmette per via sessuale.

Manifestazioni del virus

Le principali manifestazioni del virus compaiono con un’infezione iniziale che nel tempo si presenta più volte. La causa primaria della tipologia 1 dell’Herpes è una stomatite acuta che colpisce soprattutto i bambini al di sotto dei tre anni. Dopo un’incubazione di sei giorni, compaiono i dolori con abbondante salivazione, dolore alle gengive e sanguinamento. Possono comparire vesciche sul mento, labbra e guance, accompagnate da malessere generale e febbre sopra i 39°. La guarigione avviene nel giro di 10-15 giorni.

La tipologia 2, che coinvolge il quadro genitale, riguarda le donne e colpisce la zona vaginale. Si presenta con dolore, febbre, malessere generale e difficoltà nella minzione. L’ingrossamento dei linfonodi e le lesioni possono coinvolgere anche i glutei, il pube e cosce. Nell’uomo, invece, è una forma meno diffusa.

Quali sono i principali sintomi?

I principali sintomi si manifestano sulle mucose e sulla pelle, nel caso di:

  • herpes labiale: colpisce il viso, le labbra, le narici, l’interno della bocca, gli occhi e le guance. I sintomi iniziano con una sensazione di bruciore, formicolio e prurito, a cui dopo poche ore si associano anche vesciche piene di liquido, che una volta esplose si ricoprono di croste dal colore giallastro. La guarigione di solito avviene nel giro di una settimana, massimo 10 giorni;
  • herpes genitale: si manifesta con la comparsa di piccole bollicine di colore bianco, sulle zone genitali sia dell’uomo che della donna.

Cause

Le cause di questa patologie sono determinate da periodi in cui il virus è latente e periodi duranti i quali si riattiva, sotto forma di recidive. Le cause che stanno alla base di questa riattivazione sono tante, e tutte legate a una diminuzione delle difese immunitarie. Quando il nostro organismo si trova a essere sottoposto a una pressione fisica o psicologica, viene compromesso non solo il benessere generale ma anche quello della pelle.

Secondo alcune fonti, sembrerebbe che il sole possa essere una delle principali cause riconducibili alla riattivazione del virus. Non tutte le radiazioni solari sono benefiche per il nostro organismo, specialmente quelle che colpiscono le labbra. I raggi solari riescono a compromettere i tessuti aumentando l’ossidazione delle cellule della pelle e causando la perdita dell’elasticità.

Il sole, infatti è dannoso per l’idratazione delle labbra che possiedono uno strato di pelle molto sottile rispetto il resto del corpo. La secchezza può così determinare delle lesioni che sono una delle cause dell’abbassamento delle difese a danno dei virus.

Un secondo fattore determinante è lo stress fisico e mentale che contribuisce a rendere instabile il sistema immunitario. Una persona stressata tende a trascurare l’alimentazione, spende molte energie, non svolge adeguata attività fisica, e non riposa bene. Tutto questo rende l’organismo più esposto a un indebolimento delle difese immunitarie.

Come si trasmette il virus?

La trasmissione avviene attraverso la saliva, con i baci, utilizzando le posate, i bicchieri che possono veicolare la diffusione del virus. Mentre l’herpes genitale si trasmette mediante rapporti sessuali non protetti. Il contagio può avvenire utilizzando asciugamani, rossetti e oggetti personali.

Linee guide per l’alimentazione

Come ben sappiamo l’alimentazione è importante per il benessere generale del nostro organismo. In particolare si consiglia il consumo di pesce, frutti di mare, fagioli, lievito di birra, frutta e verdura. Gli alimenti da evitare per favorire una migliore guarigione sono: carboidrati, farina bianca e integrale, zucchero, bevande gassate, caffè, alcool e cibi industriali. In fase attiva, è bene eliminare dalla dieta tutti i cibi grassi o ricchi di spezie, ma anche quelli a base di gelatina. Prestate attenzione al consumo di pollo, cereali, carruba, cioccolato e agrumi in quanto irritanti.

Prevenzione e diagnosi

La prevenzione è utile per evitare il possibile contagio. Pertanto occorre prestare attenzione al contatto con lesioni attive ed evitare di utilizzare oggetti personali di altre persone come rasoi, posate, asciugamani e quant’altro. Per quanto riguarda il contagio genitale, è sempre opportuno evitare rapporti sessuali senza l’uso dei preservativi. Ogni precauzione va messa in atto specialmente durante la fase attiva per evitare di contagiare chi vi sta intorno.

Affinché si possa diagnosticare la presenza del virus, occorre effettuare una visita medica e specialistica da un dermatologo che osservando la zona interessata dalla sintomatologia, potrà confermare o meno la presenza dell’Herpes Simplex. In caso di dubbio ricorrerà alla prescrizione di ulteriori esami per fare chiarezza.

Trattamenti consigliati

Non esiste un farmaco che sia in grado di curare in modo definitivo questa patologia. Per le forme base dell’Herpes Simplex, si consiglia l’assunzione di una terapia antivirale che aiuta a favorire una guarigione più veloce ma non distrugge in via definitiva il virus.

Nella tipologia 2 che colpisce le labbra, è opportuno l’utilizzo di creme specifiche da applicare localmente, laddove si presentano le vesciche e non appena si avvertono i primi sintomi. Nella fase successiva possono essere somministrati antibiotici e prodotti a effetto cicatrizzante. Importante proteggere le labbra con filtri anti raggi UV, evitare cibi troppo caldi o troppo freddi che possono peggiorare la sintomatologia.

Si raccomanda una buona igiene personale, lavare bene le mani dopo ogni applicazione. Ovviamente per la somministrazione antivirale e antibiotica, evitate il fai da te. Parlatene sempre con il vostro medico per avere una terapia mirata e una corretta posologia.

Rimedi naturali

Quando l’infezione è in fase attiva si può ricorrere all’uso di rimedi naturali come:

  • tinture madri: a base di echinacea e tomentilla, che aiutano a contrastare le recidive tipiche di questa patologia e a riequilibrare il sistema immunitario;
  • burro cacao a base di propoli: da applicare sulle labbra la mattina e la sera, con azione naturale disinfettante e antivirale;
  • olio essenziale: di menta piperita per aiutare a contrastare le vesciche, con l’aggiunta di qualche goccia di limone;
  • erbe naturali: come il ginseng per il sistema immunitario, l’issopo per evitare la proliferazione del virus, la radice di liquirizia che aiuta a bloccare la crescita dell’herpes e i suoi effetti dannosi sulle cellule, il trifoglio, la maggiorana, la melissa e la mirra;
  • bagni di sale inglese, farina di avena e bicarbonato di sodio: per calmare i sintomi;
  • alghe: il cui consumo favorisce la guarigione;
  • pomate: a base di estratti di calendula, propoli o mimosa.

Le persone che soffrono spesso di herpes dovrebbero sottoporsi a un trattamento per evitarne la ricaduta, consumando una dose al giorno di alimenti a base di zinco, rame, manganese e magnesio oppure sotto forma di integratori. Durante i mesi primaverili, con l’insorgenza delle allergie e i primi raggi solari, si consiglia sempre di proteggere le labbra dall’esposizione ai raggi solari, specie nelle ore più calde della giornata.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi