Barbabietola: benefici, utilizzi in cucina, effetti dimagranti e controindicazioni

La barbabietola è un ortaggio dal colore che può variare dal rosso al viola. Il colore è determinato dalle sue proprietà antiossidanti utili al nostro organismo per depurarsi dalle tossine. Al suo interno contiene vitamine e sali minerali motivo per cui viene considerata, fin dai tempi antichi, un ottimo rimedio naturale per contrastare diverse patologie e un buon elisir per il benessere del nostro organismo.

Come qualsiasi altro alimento, il consumo eccessivo e in presenza di un particolare quadro clinico, può provocare degli effetti collaterali. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta, come viene utilizzata in cucina, se funziona realmente per perdere peso o depurare l’organismo e quali controindicazioni possiede.

Che cos’è la barbabietola e a cosa serve?

La barbabietola è un ortaggio conosciuto, anche, col nome di rapa rossa pervia del suo colore ed è costituita da radici commestibili. Le sue foglie hanno una forma a cuore e i suoi fiori sono riuniti in spighe. La fioritura avviene nei mesi estivi e in natura se ne possono trovare di vario genere: la barbabietola rossa, quella più comune, da zucchero e da foraggio, usata per alimentare il bestiame.

Nella barbabietola troviamo un colorante naturale, la betaina, che conferisce il tradizionale colore rosso all’ortaggio e che una volta estratto, viene utilizzato nell’industria alimentare ma anche per la colorazione dei tessuti. Il colore che rilascia può essere rimosso tranquillamente anche dalle mani, strofinando del limone. Può essere acquistata solo in autunno e il suo colorante svolge un’importante azione antinfiammatoria oltre che antiossidante, una combinazione che aiuta a mantenere in salute la vista, il cuore e la circolazione del sangue.

Dal sapore unico, la presenza di vitamine e sali minerali, agisce in presenza di stanchezza, inappetenza e anemia aumentando la produzione dei globuli rossi e mantenendo l’equilibrio dei livelli di ferro nel sangue. 

Proprietà ed effetti benefici della barbabietola

La barbabietola possiede numerose proprietà benefiche per il nostro organismo che possono essere così riassunte:

  • regola la pressione delle arterie e svolge un ruolo fondamentale per il funzionamento del sistema nervoso;
  • agisce positivamente sulla salute del cuore grazie alla presenza di acido folico e betaina, che insieme rinforzano i vasi capillari;
  • rinforza il sistema immunitario grazie alla vitamina C, B e il consumo è particolarmente indicato durante la gravidanza;
  • svolge un’azione depurativa e anti-età in quanto al suo interno contiene acqua e sali minerali come il potassio che rinfrescano e favoriscono il drenaggio dei liquidi oltre che rallentano l’invecchiamento delle cellule;
  • combatte l’anemia, grazie al ferro che la rende un alimento utile per coloro che possiedono i livelli bassi nel sangue o pochi globuli rossi. Ottima per aumentare l’appetito in caso di inappetenza mediante le vitamine del gruppo B e l’acido folico;
  • mantiene in salute il colon: assorbe gli acidi biliari che possono interagire con i batteri dell’intestino e produrre sostanze cancerogene, promuove la formazione dei batteri buoni, contrasta l’irregolarità intestinale e la stitichezza;
  • elimina le tossine dall’organismo;
  • è un potente antinfiammatorio naturale, poiché il suo succo svolge un’azione antinfiammatoria e di protezione per il fegato;
  • possiede proprietà antitumorali in quanto rallenta la crescita e lo sviluppo delle cellule tumorali, con effetti benefici sul cancro al colon, seno e prostata;
  • combatte la depressione in quanto il triptofano in essa contenuto stimola la produzione dell’ormone della felicità;
  • aiuta la digestione;
  • fa bene alle ossa poiché contiene calcio, magnesio e sodio che mantengono intatta l’elasticità dei tessuti e delle ossa;
  • combatte il diabete: il consumo regolare aiuta a diminuire i livelli di zucchero nel sangue.

La barbabietola funziona davvero per dimagrire?

Il consumo di barbabietole è indicato per coloro che intendono seguire una dieta per perdere peso o sgonfiare la pancia. Ricca di proprietà è un perfetto alleato anche per disintossicare l’organismo. Apporta diversi effetti benefici, poiché nella sua polpa e succo sono contenuti ferro, acido folico e vitamine del gruppo C e B.

Contiene potassio, calcio, fosforo e magnesio che combattono anemia e ipertensione. La presenza di “saponine” aiuta ad eliminare i grassi in eccesso combattendo la stipsi e purificando il corpo. Prima di iniziare un regime alimentare che abbia al centro il consumo di questo ortaggio, è bene sempre chiedere un parere ad un esperto affinché possa indicarvi la corretta dieta da seguire in base al vostro organismo.

Utilizzi della barbabietola in cucina

La barbabietola viene utilizzata in cucina, consumando le sue foglie sia bollite che condite con olio e limone. I suoi effetti benefici riducono l’insorgenza di malattie della vista. La barbabietola può essere consumata fresca o acquistata già precotta, nelle confezioni sottovuoto al supermercato. Queste sono già pronte per essere mangiate, basta solamente tagliarle e condirle con sale e olio, in aggiunta anche ad altre pietanze. Può essere servita come insalata, oppure come contorno di zuppe o dolci, mangiata cruda può essere grattugiata, cotta invece lessata, saltata in padella o cotta al forno. La barbabietola da zucchero, invece, viene utilizzata per ricavarne il saccarosio uno zucchero che negli anni ha sostituito quello prodotto dalle canne da zucchero.

La conservazione della barbabietola avviene in due modi:

  • in frigo: cruda può essere conservata anche per un paio di settimane, all’interno di un contenitore ermetico. Cotta per non più di tre giorni;
  • nel congelatore: può essere conservata solo dopo la cottura, tagliata e inserita all’interno di un sacchetto chiuso ermeticamente anche per mesi.

Modalità di cottura della barbabietola

In cucina la barbabietola può essere cotta al forno, bollita, frullata o consumata cruda. Nel caso in cui preferiate cuocerla, non effettuate cotture prolungate per evitare che possa perdere tutte le proprietà nutritive. Generalmente va cotta in acqua bollente dai 30 minuti fino ad un’ora, al forno da un’ora a un’ora e mezza, mentre nella pentola a pressione dai 15 ai 30 minuti. Per eliminare il sapore di terra basta aggiungere del succo di limone all’acqua. 

Controindicazioni della barbabietola

La barbabietola contiene nelle sue foglie la vitamina K, utile per la coagulazione del sangue. Un consumo eccessivo da parte di coloro che fanno regolare uso di farmaci anticoagulanti, è sconsigliato. Coloro i quali soffrono di calcoli renali, non dovrebbero consumare barbabietole a causa del contenuto elevato di minerali, così come coloro che possiedono problemi di acidità di stomaco perché stimolano la produzione dei succhi gastrici.

Dove acquistare la barbabietola? Prezzo

La barbabietola è un ortaggio che può essere acquistato al mercato, nei supermercati e presso i negozi che vengono prodotti biologici. In commercio esistono diverse tipologie di barbabietola e può essere acquistata anche sotto forma di succo, tè, tisana, radici, farina e zucchero. Il prezzo oscilla dai 2 euro fino ai 25 euro. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi