Stevia: proprietà, effetti benefici, utilizzi e dosaggi, controindicazioni

La stevia è una pianta dolcificante utilizzata in cucina e in medicina soprattutto da coloro che soffrono di diabete in sostituzione dello zucchero. Si tratta di una piccola pianta, originaria dell’America del Sud che veniva già utilizzata anticamente dalle popolazioni locali per i suoi effetti benefici sull’organismo. Oggi è utilizzata per il suo potere dolcificante e perché priva di calorie.

I principi attivi si estraggono dalle foglie essiccate e disidratate. A seconda della modalità di utilizzo può essere più o meno dolce, e la si può consumare in foglie fresche, in polvere, come estratto disidratato, o liquida. Scopriamo nello specifico quali sono le peculiarità di questa pianta, che tipo di effetti benefici può rilasciare sull’organismo una volta consumata e quali possono essere le controindicazioni dovute a un consumo eccessivo.

Caratteristiche della pianta

Originaria del sud America, la stevia si presenta come una pianta dalle foglie ovali e piccoli fiori bianchi. Le popolazioni indigene la utilizzavano secoli fa sia come dolcificante per la loro amara bevanda tipica il “mate”, ma anche per masticarla o per fare impacchi sulla pelle.

Il momento migliore per seminare la stevia è marzo-aprile e successivamente occorre munirsi di un vaso e acquistare i semi presso un vivaio ben fornito oppure online. Il vaso preferibilmente in terracotta, non deve essere di grandi dimensioni. Il terriccio invece deve essere fine, sul quale fare cadere i semi da ricoprire con un altrettanto strato di terriccio. Una volta fatto ciò il vaso può essere posizionato all’esterno, in un punto luminoso e al riparo dal vento.

Per mantenere umido il terriccio di tanto in tanto occorre spruzzare dell’acqua. Trascorsi una decina di giorni, iniziano a comparire i primi germogli, e non appena saranno abbastanza alti dovranno essere separati e inseriti all’interno di vasi più grandi. La stevia non raggiunge grandi dimensioni e non supera il metro di altezza. Quando le piante sono adulte possono essere annaffiate giornalmente, evitando i ristagni di acqua. Non devono mai essere esposte direttamente alla luce.

L’elevato potere dolcificante è legato alla presenza di quattro componenti nelle sue foglie. Oltre ad essere un dolcificante naturale, possiede numerose proprietà e per questo la stevia sembra essere in grado di rilasciare possibili effetti benefici sul nostro organismo, una volta consumata.

Proprietà ed effetti benefici

La stevia è ricca di minerali come ferro e manganese, vitamine, carboidrati e proteine. Le popolazioni autoctone, la utilizzavano già anticamente perché in grado di aiutare a contrastare le infiammazioni e contrastare l’azione dei radicali liberi. Con il passare dei secoli se ne sono via via apprezzate le proprietà, in particolare:

  • può aiutare a controllare la pressione del sangue;
  • può essere utilizzata in sostituzione dello zucchero aiutando ad evitare la formazione delle carie;
  • può aiutare a combattere i radicali liberi che sono la causa principale dell’invecchiamento della pelle;
  • può aiutare a controllare gli zuccheri nel sangue e per questo consigliata all’interno di diete per perdere peso e a tutti coloro che soffrono di diabete.

La stevia contiene vitamina A e C, fibre, carboidrati e sali minerali. Il suo potere dolcificante di 300 volte superiore a quello dello zucchero, non apporta alcuna caloria. Pertanto:

  • può aiutare a contrastare il sovrappeso;
  • può aiutare a contrastare l’invecchiamento cellulare perché ricca di flavonoidi;
  • può aiutare a stimolare la produzione dell’insulina;
  • può aiutare a contrastare l’innalzamento della pressione sanguigna anche nel lungo termine;
  • può aiutare a contrastare dermatiti, acne ed eczemi grazie alla sua possibile proprietà antibatterica;
  • può aiutare a favorire la digestione;
  • può aiutare a contrastare la stipsi grazie alle sue possibili proprietà lassative;
  • può aiutare a ridurre l’acidità gastrica.

Modalità di utilizzo della stevia

In medicina

Nel campo medico viene impiegata per coloro che soffrono di diabete e glicemia alta, e in concomitanza ai trattamenti farmacologici per l’ipertensione. Le sue proprietà sembrano essere in grado di aiutare a contrastare il sovrappeso e disturbi connessi al consumo degli zuccheri.

In cucina

Per quanto riguarda l’uso della stevia in cucina, possiamo dire che viene impiegata come dolcificante di bevande fredde o calde, per la preparazione di dolci, marmellate, sciroppi, e preparati da forno. Una sua caratteristica è quella di resistere alle alte temperature, fino a 190°C evitando la formazione di prodotti tossici. Non tutta la stevia lavorata in polvere, pura, sotto forma di estratto liquido, in polvere o in cristalli, ha lo stesso potere dolcificante.

Ricordate sempre di prestare attenzione alla quantità di stevia che utilizzate per le vostre preparazioni, in quanto il sapore forte simile a quello della liquirizia potrebbe coprire il sapore dei dolci o delle bevande a cui viene aggiunta. Solitamente ogni prodotto riporta sulla confezione le modalità di utilizzo, da seguire sempre sia che si tratti di preparazioni specifiche che di dolci come torte o biscotti.

La stevia può anche essere coltivata in casa come il rosmarino o il basilico. Va esposta alla luce del sole in un vaso abbastanza capiente. Le foglie fresche possono essere inserite nel tè o nel caffè al posto dello zucchero. Possiedono un forte potere dolcificante, tanto che una foglia equivale a un cucchiaino di zucchero. Le foglie possono essere tritate e utilizzate per la preparazione di torte, che possono essere consumate anche dai diabetici. In alternativa si possono essiccare, tritare e conservare per poi essere utilizzate in un secondo momento.

In cosmetica

Viene utilizzata come ingrediente all’interno di formulazioni naturali da applicare sulla pelle per aiutare a contrastare dermatiti, come l’acne, la disidratazione della pelle, le rughe e gli inestetismi cutanei  e per rendere la pelle visibilmente più giovane. Diverse aziende di cosmetica hanno introdotto la stevia come ingrediente all’interno di prodotti di bellezza, creme corpo e per il viso. 

Dosaggio e assunzione giornaliera consentita

L’uso della stevia deve avvenire con molta attenzione e il consumo deve rimanere limitato alle dosi giornaliere pari a 4 mg per peso corporeo. Chiedete sempre il parere di un esperto per avere una maggiore sicurezza sul dosaggio corretto sia per uomo che per donna, in quanto ovviamente le quantità variano.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Consumata in dosi eccessive, la stevia può provocare effetti collaterali come diarrea e aumento della pressione sanguigna. In generale però, non sembra avere particolari controindicazioni, tanto da potere essere consumata sia dai bambini che in gravidanza. Si consiglia comunque, di chiedere sempre un parere medico o pediatrico prima di provvedere alla somministrazione.

Attenzione però. Non tutti i prodotti a base di questo dolcificante, acquistabili in commercio sono del tutto naturali. Occorre sempre leggere bene tutti gli ingredienti aggiunti, in quanto alcuni prodotti potrebbero contenere componenti apparentemente naturali ma che in realtà possono risultare dannosi per la salute. La soluzione migliore sarebbe quella di coltivare la pianta in casa e di autoprodurre il dolcificante.

Dove si compra la stevia? Prezzo

La stevia dato che è un prodotto naturale non si degrada con le alte temperature e per questo può essere utilizzata in sostituzione dello zucchero, per dolcificare ma anche per diverse preparazione di dolci. La sua proprietà naturale, la mancanza di calorie fanno sì che possa essere consumata dai bambini e inserita all’interno di regimi alimentari dietetici.

Si può acquistare in varie tipologie: sotto forma di foglie essiccate, in polvere, liquida, in compresse, oppure cristallizzata in zollette, presso supermercati, erboristerie, nei negozi specializzati nella vendita di alimenti biologici, nei vivai dove una piccola piantina può costare anche 5 euro oppure direttamente i semi da piantare, anche online.

Il costo dei dolcificanti è abbastanza elevato, i prezzi variano a seconda dei produttori e della qualità del prodotto. Solitamente la versione liquida ha un costo di 10 euro per 50 ml, 10-15 euro per la polvere dolcificante, in compresse sui 5-6 euro per confezioni da 200 compresse. I prodotti di cosmetica, acquistabili online e nei negozi di prodotti di bellezza, invece, possono raggiungere anche i 50 euro.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi