Agar Agar: cos’è, a cosa serve, benefici, utilizzi, controindicazioni

L’Agar Agar è una sostanza gelatinosa che si ottiene dall’essiccazione di alcune alghe. Il prodotto viene particolarmente utilizzato nelle diete vegane o vegetariane, in ricette dolci e salate. Scopriamo a cosa serve, se funziona per perdere peso, i vantaggi  e le controindicazioni.

Cos’è e a cosa serve?

L’Agar Agar è un polisaccaride utilizzato soprattutto in cucina in abbinamento alla colla di pesce. Si tratta di un gel naturale che è disponibile in commercio in bustine in polvere da sciogliere, in scaglie, in fiocchi, in barrette e sotto forma di integratori in capsule.

Estremamente semplice da utilizzare, viene indicato per dolci o piatti salati dove si rende necessario l’utilizzo della gelatina. È un addensante vegetale, ottenuto dalle alghe rosse che si prepara facilmente, lasciandolo cuocere per pochi minuti.

Il suo gusto non modifica quello dei cibi e la sua tempra è più solida della comune gelatina. Indicato per coloro che sono a dieta poiché non fa ingrassare dato che contiene poche calorie e ha un effetto saziante.

Il suo utilizzo cambia in base alla sua consistenza: si versa normalmente in latte o acqua bollente per scioglierlo e non appena raffredda si solidifica. L’Agar Agar è un additivo che presenta la sigla europea E046. In particolare viene riportato sulle etichette delle marmellate light e nei cibi per celiaci in quanto non contiene glutine.

Come viene estratto l’Agar Agar? ecco i metodi di estrazione principali

Questo composto vegetale può essere estratto con due tecniche diverse:

  • secondo il metodo tradizionale: dove le alghe sono lasciate ad essiccare sulla spiaggia, cotte nell’aceto ne viene filtrato il liquido. Questo viene poi esposto al sole per rassodare, per poi procedere con un ciclo di raffreddamento e scioglimento.
  • secondo il metodo industriale: nel quale viene usato l’acido solforico e procedure per rendere grezzo il prodotto e neutralizzare il suo sapore originale.

Come viene utilizzato l’Agar Agar?

Conosciuto in Giappone come Kanten dove è utilizzato da molti secoli, comparve in Europa nel 1859. Al suo interno ha un insieme di nutrienti quali calcio, ferro, vitamina A, B, C, E e K che consentono il suo utilizzo in molti settori:

  • Alimentare: per addensare marmellate light, preparare cibi per celiaci perché non altera il sapore dei cibi, è gluten free e non apporta altre calorie ai cibi.
  • Nell’industria farmaceutica: come lassativo e per la sua azione depurativa, che lo rende simile alle fibre perché non viene assorbito durante il processo di digestione pertanto utilizzato in presenza di stitichezza o patologie intestinali.
  • In agricoltura: per la coltivazione di funghi, piante e fiori come le orchidee.
  • In cosmesi: come addensante per realizzare creme o altri prodotti di bellezza e per la cura del corpo.
  • In cucina: orientale, vegana e vegetariana per preparare molte ricette come dolci o piatti salati.

Perché si usa in cucina?

L’Agar Agar viene usato in cucina grazie ai suoi principi attivi che lo aiutano nella trasmutazione dei liquidi in gelatina, senza l’aggiunta di zucchero (come di solito avviene nella preparazione delle marmellate). Il processo per solidificarlo in gel avviene ad una temperatura di 35-40°, quando il piatto che si sta preparando si raffredda fino a raggiungere la temperatura ambientale.

Proprietà e benefici dell’Agar Agar

Il Kanten è famoso per la sua capacità lassativa e purificativa, utile per aiutare il transito intestinale, ma anche per contrastare il diabete. È ricco di una sostanza che stimola il movimento peristaltico, contribuisce a creare un senso di sazietà, e pertanto adottato nelle diete dimagranti. Ad agevolare il calo del peso corporeo sarebbero le sue proprietà lassative ed in parte la sua capacità di diminuire il senso di fame.

Gli effetti positivi dati dalle sue proprietà benefiche agiscono positivamente sul benessere dell’organismo. La sua composizione chimica interviene positivamente sulla salute dell’apparato scheletrico e dei denti. Previene anche disturbi come la stanchezza mentale, stress, insonnia, stitichezza e inoltre ha un alto potere antiossidante. Tra le altre proprietà troviamo:

  • assenza di glutine: grande vantaggio per tutti i celiaci, per coloro che sono allergici o intolleranti a questa sostanza possono consumare in tutta tranquillità questo polisaccaride.
  • senso di sazietà: calma e riduce l’appetito, suggerito per regimi alimentari dietetici. Questo stimola la naturale perdita di peso.
  • depura il corpo e regola il funzionamento dell’intestino: combatte la stitichezza, aiuta l’espulsione delle feci e depura l’intestino.
  • prevenzione della vista: le vitamine A ed E che contiene si prendono cura della vista, stimolano le difese immunitarie e tutelano il declino cognitivo.
  • protegge il cuore: contiene vitamine che aiutano il sistema cardiovascolare e combatte il diabete.

Dimagrire con l’Agar Agar: funziona davvero?

Usare questo prodotto per perdere peso negli ultimi anni sta diventando un rimedio naturale molto diffuso in Giappone. Qui, si è solito consumare 1-2 gr di Kanten sciolto in un bicchiere di tè caldo o freddo, un quarto d’ora prima dei pasti. In questo modo, le fibre favoriscono il senso di sazietà evitando di mangiare troppo.

È consigliabile bere la bevanda subito dopo averla mescolata, senza lasciarla riposare, in modo da evitare un sapore terroso. Non bisogna però eccedere in questo uso perché in quantità elevate può avere effetti lassativi. Inoltre, non deve sostituire i tradizionali pasti completi. E soprattutto chiedere sempre il parere del medico di famiglia, di un farmacista e perché no, di un nutrizionista prima di consumarlo per scopi dietetici.

Valori nutrizionali

La lista dei nutrienti che lo combinano dimostra che questo composto di alghe rosse, possiede grandi quantità di fibre (che hanno un potere lassativo e purificante), bassi apporti calorici (adatto per diete dimagranti) e un buon mix di vitamine e minerali (ottimi ricostituenti).

Una delle caratteristiche dell’Agar Ager è la termoreversibilità, ciò significa che il composto gel ottenuto può essere sciolto e poi nuovamente rassodato. L’Agar agar si adatta anche alle preparazioni con la frutta acida, grazie all’assenza di proteine.

Dosaggio consigliato

Si possono utilizzare 4 gr di polvere di Agar Agar adatte in 500 ml di acqua o latte per ottenere una gelatina solida. Per ottenere un composto più cremoso si può ridurre la preparazione a 2 gr per 500 ml di liquido.

E’ sufficiente versare il composto freddo nella soluzione, portare a ebollizione per 5 minuti, versare nello stampo e lasciare raffreddare il tutto. Dopo sei mesi dalla sua preparazione il composto è soggetto a scadenza e non deve quindi essere riutilizzato.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Consumato in polvere come effetto collaterale può provocare diarrea o costipazione, questo dipende dalla quantità che se ne consuma nella dieta. L’Agar Agar non va preso insieme ad altri farmaci, perché può diminuire o annullare l’efficacia con conseguente malassorbimento da parte del fisico.

Può dimostrarsi un prodotto alimentare controindicato in certe situazioni. Pertanto chiunque ne volesse fare uso, deve conosce gli eventuali effetti collaterali a cui potrebbe andare incontro, come:

  • flatulenza perché agisce come le fibre;
  • deficit vitaminici perché favorisce l’eliminazione di alcuni cibi andando a ridurre il loro assorbimento.
  • Stimolo eccessivo delle funzioni tiroidee (ipertiroidismo) in quanto contiene alte percentuali di sodio;
  • Disidratazione se abbinato al consumo di alcol;
  • Allergie in coloro che sono sensibili alle alghe si possono manifestare episodi di prurito ed eritema cutaneo.
  • Interazione con l’assorbimento delle terapie farmacologiche. 

Dove si compra l’Agar agar? Prezzo

Può essere acquistato sotto forma di integratore in bustine in polvere da sciogliere o in capsule, in barrette, in fiocchi o scaglie in erboristeria, nei negozi specializzati in rimedi naturali contro la stipsi, ma anche in agricoltura per varie coltivazioni. Il prezzo varia a seconda della tipologia: da 10-15 euro per gli integratori; 5-7 euro per confezioni di barrette o fiocchi; fino a 100 euro per alcune tipologie di integratori alimentari.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi